Tag: sportivo

29 Maggio 2019 0

Pontecorvo; “MurInAria”, l’arte urbana arriva al Campo Sportivo Giardino dello Sport

Di felice pensabene
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true }); PONTECORVO – L’arte urbana come strumento per riqualificare i luoghi e i piccoli centri. Portare bellezza per creare affezione in chi il territorio lo vive quotidianamente, prima ancora che a fini turistici. Questi gli obiettivi di Murinaria, progetto del collettivo “Esternamente” in  collaborazione con il Comune di Pontecorvo che porta nel territorio l’innovazione e i colori della street art. Riscoprire la città attraverso l’arte urbana contemporanea che diventa strumento per dare nuovo risalto a spazi che, pur essendo parte di un orizzonte visivo acquisito, sono solitamente trascurati, abbandonati e privi di una qualificazione. L’edificio prescelto è la tribuna del Campo Sportivo Giardino dello Sport, spazio che quotidianamente accoglie giovani e meno giovani che qui praticano dal calcio all’atletica a livello amatoriale ed agonistico. Una forma alternativa di  valorizzazione territoriale in grado di favorire l’ardua rivalsa delle periferie italiane. Esternamente nasce nel 2015 da un’idea del collettivo artistico dell’ associazione Culturale Cantieri etnici, composta dal presidente Gianluca Terenzi e dagli artisti visuali Emiliano Terenzi e Chiara Valeri, da sempre sostenitore dell’arte contemporanea come elemento di dinamismo culturale e strategia di crescita socio economica, culturale e turistica. L’intuizione che sta dietro al progetto è quella di  portare “allo scoperto” la pratica artistica contemporanea ed in particolare l’arte urbana, come arte di frontiera, e porla a stretto contatto con il territorio al fine di stimolare un processo di interazione e contaminazione reciproca. Certamente ogni epoca ha il proprio modo di confrontarsi con la contemporaneità, in questo caso il progetto si fonda sulla contaminazione di voci, ambiti e sfere dall’archeologia industriale alla multimedialità, tutte al sevizio di una diversa fruizione del patrimonio culturale. Esternamente è uno spazio dedicato al l’immaginario della street art urbana.  Una rivoluzione in tutti i sensi, in quanto riesce nel difficile intento di fare della cultura un progetto non solo etico, in grado di generare strumenti di interpretazione del reale. Ma anche in senso economico, perché crea un circuito virtuoso che fa profitto. Il profitto in questo caso ha il suono di una parola gradevolissima: è il  miglioramento delle zone urbane, è il potenziamento turistico di luoghi dove un tempo l’idea di crescita nell’immaginario culturale era impossibile. “Abbiamo accolto con immenso piacere la proposta del collettivo Esternamente perché pensiamo che i pontecorvesi meritino di vivere con orgoglio il territorio che abitano” – queste le parole di Gabriele Tanzi – “la scelta del campo sportivo, poi, rientra in un’ attività più ampia dell’ente di riqualificazione della struttura che occupa un ruolo centrale nella quotidianità soprattutto giovanile del comune”.

Il progetto “Murinaria” del collettivo Esternamente è stato vincitore di un bando di finanziamento del dicembre 2018 della Regione Lazio perché riconosciuto idonea a celebrare le pratiche artistiche, oltre ché a valorizzare il turismo e il folklore regionale.
18 Maggio 2019 0

Discarica di rifiuti inerti a pochi passi dal campo sportivo di Cervaro

Di Ermanno Amedei

CERVARO – Questa mattina i residenti del Borgo San Giacomo, nei pressi del campo Sportivo Luigi Canale di Cervaro, hanno potuto fotografare l’ennesimo atto scellerato nei confronti dell’ambiente.

A pochi metri dai campi sportivi e in una zona a ridosso di un fosso naturale qualcuno ha pensato bene di scaricare tonnellate di scarti di lavorazione proveniente forse da cantieri stradali. “I mucchi di cemento, asfalto e terreni residuali molto pulvurulenti sono lì e col vento si alzano nuvole di polveri non proprio indicate per chi va a fare attività sportive – dicono i residenti – per non parlare poi della vicinanza con gli orti e gli impianti di vite che vengono innaffiati con l’acqua provenienti dalle falde superficiali che sono alimentate anche dallo scorrimento superficiale delle acque piovane che dilavano quei mucchi di calcinacci e asfalto”.

Ma l’elemento degno di nota, come.si evince dalle foto, è dato dalla grossa quantità di cemento colorato di rosa che è stato scaricato e che andrebbe conferito, come tutto il resto, in discarica e non di certo sulla pubblica via. La situazione è sicuramente non chiara e andrebbe verificato se esiste una qualche autorizzazione o se tale azione sia stata l’ennesima ed evidente prova di inciviltà.

16 Maggio 2018 0

Manutenzione straordinaria al manto sintetico e alle tribune del campo sportivo di Velletri

Di Ermanno Amedei

VELLETRI – “Dopo i lavori eseguito sugli spogliatoi, lunedì mattina è stato aperto il cantiere per la manutenzione straordinaria del campo B per renderlo moderno e sicuro. Una buona notizia per le associazioni e i tanti cittadini che quotidianamente usufruiscono della preziosa struttura sportiva alla quale viene dedicata la massima attenzione”.

Lo si legge in una nota del comune di Velletri.

“L’opera prevede l’installazione di erba sintetica di ultima generazione, la sostituzione della tribuna con una nuova e lavori complementari tra cui quelli per le canalizzazioni esterne, e il rifacimento del drenaggio del campo.

I lavori mettono in luce l’impegno dell’amministrazione che ha accolto l’appello delle associazioni sportive che avevano segnalato la necessità di affrontare questo intervento di manutenzione. Nella stagione elettorale che stiamo vivendo è bene sottolineare i fatti anziché dar voce alle sterili polemiche pubbliche che hanno il solo fine di squalificare la Città.

I lavori avranno una durata di due mesi e sono stati pianificati in questo periodo per consentire la riprese dell’attività agonistiche della prossima stagione. Comunque, è stata garantita la funzionalità dell’impianto anche durante i lavori per consentire alla società sportive, che ringraziamo per la fattiva collaborazione, lo svolgimento dei loro impegni anche utilizzando, temporaneamente, il Campo A. Presenti all’apertura del cantiere il consigliere regionale on. Daniele Ognibene e gli assessori comunali Marcello Pontecorvi e Orlando Pocci”.

11 Agosto 2010 0

Sigilli all’impianto sportivo abusivo, mancano permessi e… sicurezza

Di Comunicato Stampa

Sarebbe dovuto essere chiuso e invece era in piena attività, di giorno e di sera, ed era anche promozionato sui social forum. Per questo, stamattina, i carabinieri e gli agenti di polizia municipale di Fontana Liri hanno sequestrato l’impianto sportivo “Easy Life”, composto da tre 3 piscine e locali annessidenunciando i gestori per reati di natura edilizia e inosservanza di un’ordine dell’Autorità. A seguito di diversi sopralluoghi, effettuati anche in presenza sia del personale del locale Comando di Polizia Municipale che del personale dell’Ufficio Tecnico Comunale, è emerso che l’impianto in argomento, era sprovvisto dei previsti certificati di sicurezza nonché delle autorizzazioni amministrative. L’atto di sequestro, convalidato dall’A.G., si è reso necessario poiché i gestori, oltre a contravvenire all’Ordinanza Comunale di chiusura immediata, emessa per difetto di autorizzazioni, propagandavano sul social network “FACEBOOK”, feste da ballo alle quali si prevedeva l’afflusso di un considerevole numero di partecipanti.

7 Novembre 2009 0

Da due anni senza una casa per colpa… del campo sportivo

Di Comunicato Stampa

Da due anni sonio senza casa, quella che avevano, di loro proprietà, è stata dichiarata inagibile dal comando dei Vigili del Fuoco. Al primo provvedimento ne è seguito un secondo emesso dal comune di Cervaro con cui è stato ordinato lo sgombero dell’abitazione. A raccontare la loro storia è la famiglia Musilli di Cervaro (Fr). Da due anni è costretta a vivere in una casa presa in affitto pagando quindi un mensile che pesa notevolmente sul bilancio familiare. Eppure loro dicono di non aver colpe per i danni riportati dalla loro abitazione, gravi lesioni ed instabilità strutturali, danni, invece, che sarebbero stati causati dai lavori realizzati dal comune nel vicino impianto sportivo “Luigi Canale”. Lo sbancamento per realizzare le gradinate del campo di calcio non avrebbero previsto alcuna opera di consolidamento per cui il terreno avrebbe ceduto in più punti facendo perdere la stabilità alòla casa e all’intera zona. “Dal comune non si è avuto mai alcuna risposta se non una totale indifferenza – fanno i Musilli – ma le condizioni di staticità dello stabile di proprietà peggioravano giorno dopo giorno tanto che i vigili del fuoco eseguendo un sopralluogo hanno immediatamente dichiarato l’inagibilità della casa ed il Comune a sua volta ne ha ordinato lo sgombero. I sospetti riguardo le cause che hanno scatenato il cedimento sono state confermate ampiamente sia dai tecnici di parte che dalla perizia redatta dal CTU incaricato dal Giudice titolare del procedimento, infatti, proprio dalla perizia depositata e forte di numerose indagini geologiche e tecniche specifiche si evince quale causa scatenante del cedimento strutturale dell’abitazione proprio i lavori eseguiti per la costruzione delle gradinate della tribuna dello stadio. Infatti, non è stata compiuta alcuna opera di messa in sicurezza. Non ci sono cause interne, non ci sono responsabilità da parte nostra visto che negli ultimi anni non è stata fatta alcuna opera aggiuntiva al fabbricato preesistente e dunque stando a quanto relazionato dai tecnici esperti incaricati c’è la certezza che le cause del cedimento sono da attribuire solo ed esclusivamente ai lavori eseguiti nella zona antistante l’abitazione che ricade proprio nel versante ove sono state costruite le tribune. Proprio nei giorni scorsi, inoltre,la struttura sportiva ha rischiato la chiusura per le gravi ed evidenti carenze strutturali e per la sicurezza dell’intero impianto che sarebbe seriamente compromessa”. La famiglia interessata , nel riporre completa fiducia nella Giustizia (prossima udienza collegiale il 16/11/2009) , auspica un concreto intervento delle autorità competenti che, sperano , capiscano il disagio sociale ed economico che si stanno sobbarcando.

2 Ottobre 2009 0

Presto sarà inaugurato il campo sportivo ristrutturato

Di Comunicato Stampa

Lo stadio comunale di San Giovanni Incarico si rifà il look l’amministrazione annuncia l’imminente apertura della struttura sportiva chiusa per ristrutturazione a fine stagione 2008/2009. L’ assessore allo Sport Antonio Carnevale rispetta così l’impegno di una attenta promozione della pratica sportiva ad ogni livello, convinto “della necessità della cura del corpo in funzione del benessere fisico e mentale, ma anche del fatto che lo sport rappresenti – ha detto – un veicolo di aggregazione, di crescita e di sviluppo”. “A nome di tutta l’ amministrazione comunale – hanno affermato il sindaco Salvati e l’assessore Carnevale – vogliamo ringraziare chi ha collaborato per raggiungere questo risultato”.