Tag: tenta

27 Agosto 2019 0

Tenta di uccidere il rivale in amore investendolo con l’auto, arrestato 35enne di Lanuvio

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

LANUVIO – E’ stato lasciato dalla sua fidanzata per un nuova relazione e lui è stato accecato dalla gelosia. La relazione tra P.D.A. 35 enne di Lanuvio e una ragazza ucraina era ormai finita da tempo e la donna aveva cominciato a frequentare un 38enne anch’egli di Lanuvio.

E’ stato proprio su di lui che si è riversato l’odio del 35enne che alla prima occasione utile ha investito il rivale in amore causandogli ferite gravissime. E’ accaduto domenica sera nel parcheggio Belvedere dell’Immacolata, il 35enne alla guida di una Fiat Panda ha investito il 38enne. Trasportato d’urgenza in ospedale dei Castelli ad Ariccia gli sono state riscontrate fratture multiple scomposte di malleolo e perone.

Non è in pericolo di vita ma la sua prognosi è riservata. Intanto, i carabinieri che indagavano sull’accaduto, hanno arrestato il 35enne accusandolo di tentato omicidio.

24 Agosto 2019 0

Tenta la truffa con i documenti della “buonanima” della suocera, arrestata 55enne

Di admin

SUPINO – I carabinieri della stazione di Supino, hanno arrestato una 55enne residente a Torrice (già gravata da analoghe vicende penali) poiché colta nella flagranza dei reati di truffa e sostituzione di persona.

Nel particolare, i militari sono intervenuti presso un bar tabacchi del luogo sorprendendo la donna che, dopo aver esibito documenti falsi appartenenti alla defunta suocera, si faceva prima ricaricare la propria carta postepay con una somma di Euro 350 e, subito dopo,  inscenando un improvviso malore, non provvedeva al relativo pagamento della somma accreditata. L’arrestata, ad espletate formalità di rito e per come disposto dalla competente Autorità Giudiziaria, è stata accompagnata presso la sua abitazione, in attesa dell’udienza del rito direttissimo. Inoltre, nei confronti della donna, ricorrendone i presupposti di legge, verrà inoltrata la proposta per l’applicazione di idonea misura di prevenzione.

20 Giugno 2019 0

Momenti di panico a Cassino, 44enne tenta di entrare in stazione con l’auto e poi lancia oggetti contro i carabinieri

Di admin

CASSINO –  Pomeriggio ad alta tensione ieri a Cassino in un’area compresa tra la stazione ferroviaria e il vicino appartamento di un 44enne noto per ricettazione, detenzione ai fini spaccio di sostanze stupefacenti e guida sotto l’influenza dell’alcool.  I carabinieri sono dovuti intervenire per arrestarlo contestandogli i reati di resistenza a P.U., danneggiamento aggravato, percosse e minaccia aggravata.

Nel corso del pomeriggio l’uomo ha sfondato la vetrata d’ingresso della stazione ferroviaria, dove tentava di penetrare all’interno con la propria autovettura, fuggendo subito dopo presso la propria abitazione sita nei pressi dello scalo ferroviario.

Una volta raggiunto il proprio appartamento, percuoteva la madre 85enne e la sorella 55enne, entrambe con lui conviventi e successivamente, in evidente stato di agitazione, si affacciava al balcone dell’abitazione con intenti suicidi.

Le urla dell’uomo attiravano l’attenzione dei passanti che contattando l’utenza “112”, chiedevano l’intervento  di una pattuglia, immediatamente giunta sul posto.

Alla vista dei militari l’esagitato inveiva frasi minacciose contro gli operanti e i suoi familiari, lanciando numerosi oggetti in vetro e barattoli di vernici in direzione della pattuglia della Sezione Radiomobile intervenuta, che causavano il danneggiamento di alcuni veicoli parcheggiati sotto l’abitazione dell’uomo.

Dopo non poche difficoltà, il 44enne è stato convinto dai militari a desistere dall’insano gesto e pertanto prontamente bloccato. Successivamente l’uomo veniva affidato alle cure del personale del “118” giunto sul posto, che lo trasferiva all’Ospedale “Santa Scolastica” di Cassino, ove veniva ricoverato presso il reparto psichiatria.

Da una perquisizione domiciliare eseguita, è stata rinvenuta una carabina a gas tipo Winchester marca Walther, calibro 4,5, munita di carica e colpi, la cui potenzialità è in corso di accertamento, che veniva sequestrata unitamente ad un grosso coltello utilizzato per minacciare il vicino di casa.

L’uomo stante i presupposti di legge, è stato arrestato e su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, piantonato presso il reparto di psichiatria in attesa del rito direttissimo, che verrà celebrato nelle prossime 48 ore.

20 Maggio 2019 0

Tenta di rubare in un’abitazione, sorpreso dalla proprietaria fugge, arrestato dai carabinieri

Di redazionecassino1

PONTECORVO – Ieri personale del N.O.R.M.- Aliquota Operativa del locale Comando Compagnia Carabinieri, nell’ambito di un servizio per il controllo del territorio e finalizzato a contrastare la commissione dei reati predatori, traeva in arresto un 24enne  di nazionalità macedone e residente a Roccasecca, ( già gravato da vicende penali per reati contro il patrimonio, contro la persona, in materia di sostanze stupefacenti) poiché resosi responsabile del reato di “tentato furto aggravato”.

In particolare l’uomo, nel tentativo di perpetrare un furto, si introduceva  all’interno di un’ abitazione sita in Pontecorvo ma, sorpreso dal proprietario della casa, si dava a precipitosa fuga dileguandosi a piedi nelle zone circostanti. I militari operanti, allertati dalla vittima, intervenivano prontamente sul posto, riuscendo a rintracciare  il malvivente nelle vie adiacenti e procedendo così al suo arresto.

Inoltre, nel medesimo contesto operativo, lo stesso, veniva anche  segnalato alla Prefettura di Frosinone poiché,  a seguito della perquisizione personale,  veniva trovato in possesso di un involucro contenente grammi 2,24 di  sostanza stupefacente del tipo “hashish”, sottoposto a sequestro. Ad espletate formalità di rito, così come disposto dalla competente A.G., l’uomo veniva accompagnato presso la sua abitazione in regime di arresti domiciliari, in attesa dell’udienza del rito direttissimo.

foto di repertorio

12 Aprile 2019 0

Cassino, tenta di truffare un’anziana, 57enne campano allontanato dal territorio

Di redazionecassino1

CASSINO – Nella giornata di ieri  i militari della Sezione Radiomobile della locale Compagnia Carabinieri deferivano in stato di libertà un 57enne di Napoli, censito per reati di falso, truffa, e ricettazione, per “tentata truffa”.

Nel tardo pomeriggio, nel rione Colosseo, il predetto avvicinava una pensionata residente a San Giorgio a Liri e con artifizi e raggiri tentava di indurla in errore, accusandola di essersi appropriata della somma di euro 50, denaro che a suo dire gli era caduto a terra e la donna aveva raccolto. L’intervento dei militari operanti consentiva di appurare che quanto affermato dall’uomo non corrispondeva al vero, poiché la vittima non era in possesso delle banconote in questione.

Ricorrendone i presupposti di legge, lo stesso veniva altresì proposto alla Questura di Frosinone per la misura di prevenzione del Foglio di Via Obbligatorio dal comune di Cassino, per anni tre.

 

1 Aprile 2019 0

Tenta di rapinare un commerciante ma il colpo fallisce, denunciato 20enne

Di admin

FROSINONE – Un 20enne frusinate è stato denunciato dalla Polizia di Stato per tentata rapina.

Il giovane, come ricostruito dal personale della Squadra Mobile e della Squadra Volante, intervenuto sul posto, in seguito a segnalazione giunta sulla linea di emergenza 113, si era reso responsabile del reato di tentata rapina in danno di un esercizio commerciale sito nella parte bassa del capoluogo.

Armato di pistola, si era introdotto nel locale, intimando all’addetto alla cassa di consegnare il denaro.

L’arrivo “imprevisto” di un cliente, lo aveva fatto desistere e messo in fuga.

Una fuga, però, di breve durata: riscontri tecnici e testimoniali   consentivano  ai poliziotti di incastrare l’autore del reato.

7 Gennaio 2019 0

Ruba nel centro commerciale e reagisce alla guardia giurata che tenta di fermarlo, arrestato 30enne

Di admin

CASSINO – E’ stato sorpreso a rubare merce all’interno del centro commerciale Le Grange e ha reagito al tentativo fatto dalla guardia Giurata per fermarlo.

Per questo un 30enne straniero, residente a Piedimonte San Germano, è stato arrestato dai carabinieri della compagnia di Cassino comandati dal capitano Ivan Mastromanno.

I militari, che su disposizione del comandante provinciale di Frosinone, colonnello Fabio Cagnazzo, hanno intensificato i controlli a sicurezza delle attività commerciali, sono prontamente intervenuti e hanno arrestato l’uomo con l’accusa di rapina impropria.

Ermanno Amedei

20 Novembre 2018 0

Colleferro, tenta di estorcere soldi al sindaco, arrestato dai carabinieri un 55enne

Di redazionecassino1

COLLEFERRO – Singolare quanto successo in provincia di Roma. Un 55enne, gravato da numerosi pregiudizi penali per reati contro la persona, pretendeva a tutti i costi somme di denaro o buoni spesa da parte del sindaco e dell’amministrazione comunale.

E’ quanto successo nella città di Colleferro dove i Carabinieri hanno arrestato il malfattore eseguendo un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Tribunale di Velletri. Le indagini dei Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Colleferro, coordinati dalla Procura della Repubblica di Velletri, sono scattate a seguito delle quasi quotidiane pressioni, minacce ed espressioni intimidatorie che il pregiudicato pronunciava nei confronti del Sindaco. Nonostante il 55enne fosse già stato destinatario della misura di prevenzione del foglio di via obbligatorio dal territorio del comune di Colleferro, continuava imperterrito nelle sue richieste seguendo il primo cittadino non solo quando si recava al lavoro ma anche attendendolo nei pressi della sua auto.

Dopo i numerosi interventi dei Carabinieri sia per le violazioni della misura di prevenzione che per le dinamiche delittuose, il malvivente è stato arrestato ed associato presso il carcere di Velletri; ora dovrà rispondere di tentata estorsione aggravata e delle numerose violazioni della misura di prevenzione personale alla quale i Carabinieri lo avevano sottoposto.

foto di repertorio

10 Settembre 2018 0

Velletri, tenta di incendiare il centro estetico e ruba portafogli a titolare: denunciata 37enne

Di admin

VELLETRI – Si è presentata come una normale cliente chiedendo un appuntamento per un massaggio presso un centro estetico di Velletri. Appena la commessa si è distratta però, ha afferrato un vasetto di crema idratante e si è allontanata velocemente.

La donna è tornata poco dopo,  chiedendo di poter utilizzare i servizi igienici dove, un volta all’interno, si è chiusa a chiave.

Proprietaria e commessa hanno atteso, entrambe inquiete, che la donna uscisse, perché all’interno della toilette era riposto il portafogli della titolare con dentro 1300 euro.

I soldi, da un controllo successivo erano effettivamente spariti, tuttavia la cliente, anche di fronte all’evidenza, ha negato il furto e, alla prima occasione, si è data nuovamente alla fuga.

A rintracciarla gli agenti della Polizia di Stato del commissariato Velletri, dopo che la vittima si è rivolta a loro per la denuncia di furto.

Accertamenti successivi hanno permesso di ricondurre alla stessa donna anche il tentativo di appiccare il fuoco al locale della vittima, provocando il parziale danneggiamento della saracinesca.

dall’età di 37 anni, originaria di Velletri, la donna è stata denunciata per furto e danneggiamento aggravato seguito da incendio .

La refurtiva recuperata dai poliziotti è stata restituita alla proprietaria .

14 Giugno 2018 0

Pontecorvo, tenta la truffa alla società noleggio auto ma non fa i conti con il Gps: denunciata 35enne

Di admin

PONTECORVO – I carabinieri della Stazione di Pontecorvo, hanno denunciato una 35enne del luogo, incensurata, in quanto ritenuta responsabile del reato di simulazione di reato e tentata truffa.

L’indagata, ieri mattina, aveva sporto, presso il predetto Comando Arma, formale denuncia di furto relativamente ad  un’autovettura intestata a una società di noleggio con sede a Trento (TN), dichiarando che nella serata del 12 giugno l’aveva regolarmente parcheggiata nei pressi della propria abitazione e, durante la nottata, era stata asportata da ignoti malfattori. Il suddetto veicolo poi, è stato rinvenuto nella stessa mattinata in Sant’Antimo (NA), dai militari della locale Stazione Carabinieri.

Le mirate attività investigative svolte nell’immediatezza dai militari consistenti nell’attenta analisi del rilevatore di posizione GPS, installato sul veicolo dalla società “Alfa Evolution Technology”, ha consentito di accertare che l’autovettura, diversamente da quanto denunciato dall’indagata, dall’8 al 13 giugno, aveva circolato nelle sole Province di Caserta e Napoli.