Tag: velletri

7 Agosto 2019 0

Ai Castelli è boom di auto senza assicurazioni, 28 in un mese solo a Velletri

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

LAZIO – Il numero delle automobili che circolano sul territorio dei Castelli romani senza la necessaria copertura assicurativa assume una rilevanza preoccupante.

Dai soli controlli effettuati dagli agenti della polizia stradale di Albano Laziale diretti dall’Ispettore superiore Claudio Marrese, nel mese di luglio è emerso che 41 automobilisti viaggiavano con l’auto senza copertura assicurativa. Significa che in caso di incidente, investimento, o danneggiamento, il risarcimento della parte offesa grava solamente sull’automobilista senza le garanzie che offrirebbe, invece, la copertura assicurativa.

Per i 41 è scattata una sanzione amministrativa di circa 860 euro oltre al sequestro, anch’esso amministrativo, del veicolo; cioè viene ritirato il libretto di circolazione e l’auto non può circolare fino a quando non viene pagata la multa e stipulato un contratto assicurativo di almeno sei mesi.

Ma alcune volte ciò non basta. Tra i 41 sanzionati, infatti, almeno tre erano recidivi: cioè circolavano con l’auto sequestrata e ancora senza assicurazione. Per loro oltre ad una sanzione ben più pesante della precedente è scattata anche la confisca del veicolo.

Nella sola Velletri, invece,  gli agenti della polizia locale, nello stesso mese di luglio, hanno individuato e sanzionato 28 automobilisti sprovvisti di copertura assicurativa per multe che complessivamente hanno raggiunto un ammontare di 24mila euro. Da polizia stradale e polizia locale fanno sapere inoltre che l’auto senza assicurazione o revisione è sanzionabile anche se ferma in un parcheggio pubblico.

3 Agosto 2019 0

Pedone investito a Velletri, 38enne con un ginocchio rotto

Di admin

VELLETRI – Stava attraversando la strada quando l’auto guidata da un anziano lo ha centrato in pieno scaraventandolo sull’asfalto. E’ accaduto mercoledì pomeriggio, poco prima delle 19, in via dei Volsci a Velletri.

La Opel Astra guidata da un 82enne del posto, forse a causa di un momento di distrazione o forse per qualche altro motivo su cui gli agenti della polizia locale di Velletri stanno ancora indagando, ha travolto il 38enne colpendolo ad una gamba.

L’uomo dolorante è caduto sul manto stradale ed è stato immediatamente soccorso dai passanti e dallo stesso automobilista. Poco dopo sono arrivati gli agenti della polizia locale che hanno che hanno aiutato il ferito a sedersi su un marciapiedi in attesa dell’ambulanza e hanno veicolato il traffico per evitare il verificarsi di altri incidenti oltre che per ridurre la coda di auto che si era creata dovuta ai curiosi.

Il 38enne lamentava forti dolori al ginocchio e, per questo è stato trasportato in ospedale a Velletri dove, i medici gli avrebbero riscontrato diverse fratture per una prognosi diversi giorni.

26 Luglio 2019 0

Ordigni bellici tra i rifiuti a Velletri, trovati in un sacchetto due proiettili di mortaio

Di admin

VELLETRI – Stavano ripulendo una piccola area adiacente alla fabbrica per la lavorazione del vetro quando hanno trovato una sacca contenente due proiettili di mortaio risalenti alla seconda Guerra Mondiale. A scoprire i pericolosi residuati bellici sono stati gli operai di una piccola azienda in via della Dracma a Velletri.

mercoledì pomeriggio alle 16 circa, l’area era stato quasi completamente sgomberata. Mancava solamente una piccola cisterna che conteneva un sacco insieme a pochissimo altro. Quando gli operai hanno aperto l’involucro, hanno notato i due manufatti in ferro capendo che si trattava di proiettili.

Delicatamente li hanno deposti ed hanno chiamato la polizia. Una volante del commissariato di Velletri diretto dal vice questore Liliana Galiani ha immediatamente raggiunto il luogo confermando la pericolosità degli oggetti. Per questo è stato tracciato un perimetro di sicurezza attorno ai due ordigni e sono stati allertati gli artificieri della polizia. La squadra arrivata da Roma ha identificato i due ordigni come proiettili di mortaio, uno di tipo fumogeno e l’altro, con tutta probabilità, di addestramento ma comunque entrambi pericolosi.

Trattandosi di residuati bellici, è stato necessario richiedere l’intervento degli artificieri dell’Esercito arrivati in tarda notte provvedendo a rimuoverli.

14 Luglio 2019 0

Auto con mamma e tre figli di Paliano si cappotta a Velletri, 12enne in gravi condizioni

Di admin

VELLETRI – Una 41 enne di Paliano e i suoi tre figli sono rimasti coinvolti in un incidente stradale in via dei Cinque Archi a Velletri mentre si deve dirigevano verso Nettuno.

La Ford Focus su cui viaggiavano ieri pomeriggio alle 16, si è ribaltata uscendo di strada.

Dei tre figli, due maschi di 15 e 12 anni, e una femminuccia di 5 anni, ad avere la peggio è stato il 12enne. I primi a soccorrere la donna e i suoi figli sono stati i passanti che hanno lanciato l’allarme.

Il ragazzino è stato trasportato in elicottero al Bambino Gesú di Roma ed è in prognosi riservata. Ferita ma lievemente la sorellina anche lei trasportata all’ospedale romano.

I rilievi del caso sono stati effettuati dagli agenti della polizia locale di Velletri. Al momento non si conoscono le cause dell’incidente ma non si esclude che si possa essere trattato di un colpo di sonno.

28 Giugno 2019 0

Sorpreso con la cocaina, arrestato 26enne di Velletri

Di admin

VELLETRI – Un ragazzo di 26 anni è stato arrestato ieri sera dai carabinieri di Velletri perchè trovato in possesso di droga. Il giovane è stato fermati per controllo in prossimitá di via Oberdan e nella perquisizione sono stati trovati elementi che hanno consigliato ai militari della locale Compagnia di estendere la perquisizione anche al domicilio del 26enne in via dei fienili. Lí, i militari hanno trovato circa 20 grammi di cocaina e materiale necessario per il confezionamento delle dosi e soldi frutto, probabilmente, dello spaccio. Nella circostanza il 26enne si sarebbe scagliato contro i carabinieri ferendone uno. Per il giovane è scattato l’arresto.

27 Giugno 2019 0

FOTO e VIDEO – La scuola carabinieri di Velletri forma 655 nuovi marescialli dell’Arma

Di admin

VELLETRI – Schierati, sotto il sole cocente di fine giugno, ieri mattina, nella Scuola dei Carabinieri di Velletri, in 655 hanno preso il grado di maresciallo.

A passarli in rassegna è stato il ministro della difesa Elisabetta Trenta e il comandante generale dell’Arma dei Carabinieri Giovanni Nistri. Alle 8 circa, nel Piazzale della Bandiera, il Battaglione di formazione su tre Compagnie Allievi era perfettamente schierato  mentre le note della Fanfara appiedata del 4° Reggimento Carabinieri a Cavallo dettava i tempi della cerimonia.

Anche l’appuntamento di Ieri rientra nelle celebrazioni dei 50 anni dalla fondazione della scuola carabinieri di Velletri. Non sono mancati i labari delle associazioni combattentistiche, il gonfalone di Velletri e, ovviamnte, le famiglie dei neo marescialli.

Non si tratta propriamente di forza fresca quella introdotta ieri nell’organico dell’Arma, ma di una forza maggiormente qualificata. I 655 ero già carabinieri da lungo tempo con grado inferiore ma vincitori di concorso e per questo, dopo tre mesi di corso, sono stati elevati al grado di maresciallo.

Il Ministro e comandante Generale, hanno consegnato il grado ai quattro allievi più anziani e l’attestato di merito ai tre Allievi primi classificati, in rappresentanza dei 655 che lì erano schierati e nei loro interventi hanno ricordato gli uomini e le donne caduti o feriti nell’adempimento del loro dovere.

 

 

 

23 Giugno 2019 0

Scossa di terremoto nel centro Italia, gente in strada ma nessun danno

Di admin

VELLETRI – Una scossa di terremoto è stata nitidamente avvertita ai Castelli ed in particolare a Velletri. La terra ha tremato solamente per alcuni secondi alle 22.40 ed è stata vvertita anche ai piani bassi. Alcuni si sono riversati in strada ma il sisma non ha creato danni.

Il sisma è stato avertito anche a Roma e nnel vicine province di latina e Frosinone.

Da una prima stima sembrerebbe che il terremoto abbia avuto una magnitudo di 3.7 e l’epicentro sarebbe stato individuato a dieci chilometri di profondità nel territorio del comune di Colonna.

6 Giugno 2019 0

In tre dormivano in auto a Velletri, imprenditore scommette su di loro offrendogli vitto alloggio e un lavoro

Di admin

VELLETRI – Suona come una scommessa quella di Daniele Santini, notissimo ristoratore di Velletri che ha risposto alla richiesta di aiuto lanciata da Antonella, Paolo e Massimo, i tre che da due mesi dormivano in una Nissan Micra in via Pieroni a Velletri.

Il titolare del ristorante Paradiso e di altre attività ristorative ha offerto loro un tetto, due pasti al giorno e la possibilità di lavorare nella sua azienda. L’uomo si è consultato con i suoi familiari il padre Francesco, la madre Giuliana, il fratello Claudio e la moglie Luisa e insieme hanno deciso di tendere una mano ai tre che ne hanno bisogno perché caduti nel baratro della disperazione per una serie di condizioni avverse coma la perdita del lavoro.

Una scelta coraggiosa quella di accogliere in casa tre persone disperate di cui si conosce poco o nulla. Molto più coraggiosa della semplice elargizione di una somma di danaro finalizzata a se stessa. La scelta di daniele, invece, costituisce un progetto ed è anche un duplice messaggio: di coraggio indirizzato ad altri imprenditori come lui perché si adoperino per aiutare offrendo possibilità di lavoro; ma anche, come lui stesso dice: “Per far riflettere coloro che si lamentano sempre, di quanto siano fortunati ad avere un lavoro e una casa”.

Daniele ha incontrato i tre sulle scale del Comune di Velletri esponendo loro la sua proposta anche alla presenza del sindaco Orlando Pocci e dell’assessore ai servizi sociali Giulia Ciafrei. I tre, da due giorni, hanno smesso di dormire in auto.

2 Giugno 2019 3

Disperati a Velletri, tre disoccupati dormono in una macchina

Di admin

VELLETRI – Da circa due mesi tre persone più un cane dormono in una macchina in pieno centro a Velletri. Si tratta di disoccupati che non hanno nessun altro posto dove andare. Sono due 47enne e una 29enne, fidanzata di uno dei due, e Jerry, un cucciolo di setter.

La loro casa è diventata una Nissan Micra che hanno parcheggiato in via Pieroni e lì dentro passano la notte.

Sono tre italiani e hanno storie più o meno simili caratterizzate dalla disoccupazione e dal baratro che si è aperto loro sotto i piedi quando tutto è cominciato ad andare storto.

La macchina è di proprietà di Massimo Solinas, originario di Marino ma da 17 anni a Velletri. “Fino al 2015 ho lavorato come operaio edile per una ditta, poi venni licenziato e cominciò anche il declino del mio matrimonio. L’hanno dopo ho divorziato e mi sono trovato a vivere ospite di amici dove capitava. Sono andato avanti con piccoli lavoretti saltuari, manutenzione, giardinaggio o quello che capitava. Poi neanche più quello e si è aperto il baratro. Ho chiesto lavoro dovunque ma quando sanno che ho 47 anni mi chiudono la porta in faccia”. Il gruppo si è composto questo inverno quando il comune di Velletri ha dato vita al progetto “Emergenza freddo”, quando i disadattati del territorio hanno potuto usufruire di un alloggi nei mesi più freddi. In quel periodo ha conosciuto un suo coetaneo, Paolo Navarra, anche lui 47enne e la sua compagna 29enne, anche loro disoccupati e caduti in miseria dopo essere arrivati a Velletri con la speranza di un lavoro in un bar. “Quando il progetto comunale è finito ci siamo ritrovati per strada – dichiara Solinas – e l’alternativa a dormire per strada è stata quella di dormire in auto. Anche loro non sapevano dove andare è ho condiviso l’unica cosa che ho: la macchina”.

Nell’abitacolo della piccola auto dorme anche Jerry, un cagnolino di proprietà della coppia. Con dei panni hanno coperto il parabrezza e i finestrini per tentare di riparare l’abitacolo dalla luce e dallo sguardo dei curiosi. “Io dormo sul lato passeggero – dichiara Navarra – Massimo sul lato guida e la mia compagna sul sedile posteriore insieme a Jerry. La notte è lunghissima e non vedi l’ora che si faccia mattina per uscire e sgranchirti le gambe. Dopo un po’ comincia a far male la schiena, le ginocchia e piano piano tutto il resto”. Non danno problemi e tentano di mantenere pulita il più possibile l’area per evitare di infastidire i residenti.

La diffidenza è, a quanto pare, lo scalino più difficile da risalire quando si supera la linea della povertà conclamata da strada come se per molti fosse impossibile pensare di non riuscire a trovare lavoro, anche tra i più umili.

“Ci guardano sdegnati – dichiara Solinas – e comprendiamo anche il perché. Però questa non è una scelta di vita. Noi siamo finiti in disgrazia perché non troviamo un lavoro; un qualsiasi lavoro per riconquistare dignità. Al momento l’unica nostra speranza è il reddito di cittadinanza. Abbiamo fatto richiesta e il primo sussidio dovrebbe arrivare a metà mese”.

2 Giugno 2019 0

Velletri, nascondeva oltre mezzo chilo di marijuana sotto al divano: arrestato 24enne

Di admin

VELLETRI – Lo hanno fermato in corso della Repubblica a Velletri mentre era alla guida della sua Fiat Punto su cui viaggiavano anche due suoi amici. Gli agenti del commissariato diretto dal vice questore Liliana Galiani hanno sottoposto la vettura del 24enne di origini polacche ma da anni residente a Velletri ad una accurata perquisizione rinvenendo 140 grammi di marijuana probabilmente destinato ad un acquirente.

Il fatto è accaduto giovedì sera e gli agenti hanno esteso la perquisizione alla sua abitazione. Il giovane abita da solo in una casa in centro a Velletri.

Gli agenti per perquisirla hanno chiesto l’intervento di una unità cinofila che in pochi minuti ha rinvenuto mezzo chilo della sostanza stupefacente occultata sotto al divano. Un lavoro, quello del cane poliziotto, semplificato dal forte odore di marijuana che invadeva l’aria della casa. La droga era conservata all’interno di sette palline realizzate con la carta alluminata.

Sequestrate, quindi, la droga e alcune centinaia di euro ritenute frutto dello spaccio mentre il giovane è stato arrestato con l’accusa di detenzione ai fini dello spaccio di sostanze stupefacenti e, ieri mattina, il suo arresto è stato convalidato e sottoposto agli obblighi di firma.