LA MOGLIE LAVORA TROPPO. E LUI L’AVVELENA

25 marzo 2009 0 Di redazione

Un gesto simile lo si sarebbe, forse, compreso per gelosia verso un altro uomo, ma verso la campagna e la dedizione al lavoro bucolico diventa un tantino fuori luogo. A pagarne le spese, la moglie di un vendicativo 51enne della provincia di Digione, tale Jacky Chatelain, proprietario di un vigneto, oggi sotto accusa per aver tentato di avvelenare sua moglie, poi ammalatasi a causa degli effetti estremamente nocivi dell’arsenico. A termine di una lunga indagine, durata ben quattro anni, l’uomo sarebbe stato arrestato, e pare abbia ammesso di aver tentato la strada dell’avvelenamento poiché si sentiva trascurato. Intanto, la coppia aveva divorziato tre anni fa.