Giorno: 12 giugno 2009

12 giugno 2009 0

Si fingono poveri per non pagare il tiket

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Aevano truffato il sistema sanitario nazionale fingendosi poveri e per questo, 80 persone sono state denunciati dalla guardia di Finanza di Fiuggi. Dopo 6 mesi di indagini e una montagna di documenti analizzati le fiamme gialle hanno denunciato alla Procura di Frosinone 80 persone responsabili di aver presentato alle strutture sanitarie dichiarazioni attestanti falsamente di essere in possesso dei requisiti di legge previsti per ottenere le esenzioni sui tickets. Un dato preoccupante secondo le indagini svolte dai finanzieri in quanto le persone denunciate alla Procura della Repubblica presso il tribunale di Frosinone, per i reati di “Truffa” e “Falso ideologico” ai danni del Servizio Sanitario Nazionale sono 80, su 400 che avevano richiesto l’esenzione per la spesa sanitaria. L’indagine sviluppatasi nell’ambito dell’ attività istituzionale d’iniziativa, dei militari della G. di F. di Fiuggi, coordinati dal Tenente Milone, si è incentrata sul settore “Tutela della Spesa Pubblica” con particolare riferimento, a quella posta a carico del Servizio Sanitario Nazionale. Si è trattato di individuare e verificare la posizione reddituale dei nuclei familiari dei soggetti beneficiari di prestazioni sociali agevolate e, segnatamente, di coloro che hanno richiesto ed ottenuto l’esenzione dalla partecipazione alla spesa Sanitaria per motivi di reddito ( cosiddetta “esenzione ticket”), appartenenti alla ASL Distretto Sanitario B, residenti nel comune di Alatri. Dal vaglio dei dati e degli elementi acquisiti sono emerse le situazioni di irregolarità poste in essere dai soggetti denunciati, i quali hanno attestato falsamente di trovarsi nelle condizioni reddituali per usufruire dell’esenzione dal pagamento dei tickets sulle prestazioni sanitarie. Il danno quantificato nei confronti del Servizio Sanitario Nazionale è di diverse migliaia di Euro e le fiamme gialle hanno rilevato, che tra i soggetti denunciati figurano anche persone appartenenti a classi sociali aventi un reddito elevato.

12 giugno 2009 0

Presentato il programma di Atina Jazz

Di redazionecassino

E’ stato presentato il programma di  Atina Jazz con  musicisti di fama internazionale, che saranno protagonisti del Festival. Sono previste anteprime nei giorni 17, 18 e 19 luglio a Sora, oltre ai concerti che si terranno nel centro storico di Atina, cuore della manifestazione, nei giorni dal 22 al 26 luglio. Infine, il Festival è diventato promotore del Concorso Nazionale “Jazz Contest”, insieme al prestigioso St. Louis College of Music di Roma, giunto alla sua II edizione e destinato a giovani artisti con progetti musicali originali in stile jazzistico, che sarà ospitato nella Villa Comunale di Cassino nei giorni 29, 30 e 31 luglio. Nella scorsa edizione 2008 il concorso ha avuto grande visibilità e ha permesso a molti musicisti di poter suonare in location prestigiose e ai vincitori di incidere un disco per l’etichetta “Jazz Collection”, avendo così la possibilità di affermarsi nel panorama artistico a livello nazionale. Cassino ha pensato di ospitare la fase semifinale e finale del Concorso, essendo pienamente convinto del prestigio e della visibilità che la manifestazione può rappresentare per la città e per l’intera Regione, in un’ottica orientata alla promozione dello sviluppo della cultura musicale del Basso Lazio. Infine, come evento di chiusura del Festival, il 1° agosto presso il Teatro Romano di Cassino, il concerto “Un incontro in jazz” con Gino Paoli e alcuni tra i migliori jazzisti italiani. Sono moltissimi gli sponsor e i partner istituzionali che hanno voluto sostenere Atina Jazz, primo fra tutti la Banca Popolare del Cassinate. E poi ancora, Atina Jazz non è solo la programmazione ufficiale dei concerti: è anche la rassegna Jazz’n Street che vede protagoniste le formazioni musicali della Provincia, artisti che si esibiranno tra le strade e i vicoli del centro storico di Atina. Saranno veramente molti i gruppi coinvolti in questa edizione. Da citare anche l’iniziativa Jazz e Vino, già collaudata lo scorso anno con la creazione di un’etichetta “Atina Jazz – Edizione limitata”.

12 giugno 2009 0

Cultura, Rita Padovano finalista del Premio Roma

Di redazionecassino

Rita Padovano coordinatrice della ricerca il cui esito finale è stata la pubblicazione del volume: La storia e l’economia dell’alta valle dell’Aniene. I castelli, le rocche, la natura degli antichi borghi. Padova, 2008, edizioni Esedra,  è tra i finalisti, nello spazio della saggistica, del PREMIO ROMA che quest’anno festeggia la sua decima edizione. Tre le sezioni previste: narrativa straniera, narrativa italiana e saggistica ( sezione unica italiana e straniera). Il premio, che si svolge sotto l’alto Patronato della Presidenza della Repubblica, sarà assegnato il 16 luglio nell’anfiteatro romano di Ostia antica, sito prestigioso dell’omonimo parco archeologico.

La notizia è stata diffusa nel corso della cerimonia dal presidente della giuria: Prof. Sergio Campailla (scrittore, saggista, critico letterario, fra i più noti esponenti della narrativa italiana)  nell’auditorium dell’Ara Pacis a Roma al termine dei lavori delle commissioni giudicatrici. Rita Padovano, che ha al suo attivo pubblicazioni storiche sul frusinate, è stata anche consigliere regionale per la provincia di Frosinone. “Il Premio Roma – ha ricordato il Presidente del Premio Aldo Milesi nel corso della manifestazione – è un osservatorio di eventi e un’iniziativa di forte impatto nel panorama culturale di questo nuovo secolo, con una capacità operativa e un’ efficacia promozionale dell’immagine di Roma e dell’Italia secondo i più avanzati intendimenti della comunicazione in una società multietnica e integrata“. Sostenuto dalle principali Istituzioni, quali il Comune di Roma, la Provincia di Roma e la Regione Lazio, vanta un albo d’oro di assoluto prestigio e la sua importanza crescente è testimoniata dall’imponente partecipazione delle maggiori Case Editrici, dall’attenzione con cui la stampa e la televisione hanno seguito le successive edizioni e dallo straordinario concorso di pubblico che si affolla ogni anno, ai primi di luglio, alla cerimonia di premiazione nell’incomparabile scenario del Teatro Romano di Ostia Antica. L’internazionalismo della manifestazione è sottolineato dal sostegno del Ministero per i Beni Culturali e Ambientali, che destina una copia dei libri vincitori a tutti gli Istituti Italiani di Cultura nel mondo, nonché dai gemellaggi avviati con le capitali della cultura straniera. Quest’anno la nazione prescelta è l’Austria.

Il progetto culturale che ispira il PREMIO ROMA si fonda su alcuni valori fondamentali: la centralità di Roma e il suo universalismo, il ruolo genetico e strutturante della cultura nella società, una visione della cultura aperta e ad ampio spettro; l’interpretazione dinamica delle tendenze del mondo contemporaneo, la consapevolezza dell’importanza del rapporto fra tradizione e modernità, la fiducia infine che la comunità degli spiriti liberi fonda e garantisce l’umanesimo e il pluralismo del pensiero e delle voci.

“Questo premio – è il commento di Rita Padovano, presidente dell’Associazione culturale “Progetto Arkés” è un riconoscimento importante che premia l’intensa attività di ricerca che in questi anni – insieme a molti studiosi – abbiamo svolto su tutto il territorio della nostra Regione privilegiando aree territoriali a torto considerate d’importanza minore. La ricerca scientifica è uno strumento fondamentale di conoscenza utile a non disperdere quei saperi locali che insieme ai nostri beni culturali e ambientali concorrono a costituire l’identità del nostro territorio. Questa ricchezza culturale, se ben impiegata, può rappresentare la leva capace di promuovere turisticamente i nostri territori ”.

12 giugno 2009 0

Cultura, 15 scrittori finalisti del “Premio Roma” di letteratura

Di redazionecassino

15 grandi nomi della letteratura italiana e straniera sono stati scelti per il gran finale della X Edizione del Premio Roma.  La Giuria del Premio  ha  selezionato la rosa dei nomi che si contenderanno il primo premio per le tre sezioni in concorso: Narrativa Straniera, Narrativa Italiana e Saggistica. Missione  ardua è stata la selezione tra le circa 100 opere giunte al Premio Roma, presieduto dal Dott. Aldo Milesi. Riportiamo di seguito per ogni sezione i nomi dei finalisti con il titolo dell’opera e l’editore. Per la Narrativa straniera : 1) Rabih Alameddine, Hakawati. Il cantore di Storie, Bompiani Editore 2) Amir Eli Jasmine, Einaudi Editore 3) Anne Cherian,  La moglie indiana, Newton&Compton Editore 4) Luis Sepulveda,  La lampada di Aladino, Guanda, Editore 5) Francisco J. Viegas, Un cielo troppo blu, La nuova frontiera Editore. Una menzione di merito in memoriam va all’austriaca Elfriede Gerstl per “Spazi per giocare con la mente”, Perosini Editore. Per la Narrativa italiana: 1) Simonetta Agnello Hornby, Vento scomposto, Feltrinelli Editore, 2) Giancarlo De Cataldo, L’India, l’elefante e me, Rizzoli Editore, 3) Elena Loewenthal, Conta le stelle se puoi, Einaudi Editore, 4) Beppe Lopez, La scordanza, Marsilio Editore 5) CesarinaVighy, L’ultima estate, Fazi Editore.

Una menzione di merito va a Luigi Mazzella per Il chiodo nella sabbia, Avagliano Editore.

Per la Saggistica: 1) Enzo Bianchi, Il pane di ieri, Einaudi Editore, 2) Kitty Ferguson, La musica di Pitagora, Longanesi Editore, 3) Claudio Rendina, Roma giorno per giorno, Newton&Compton Editore 4) Mirella Serri, I Profeti disarmati – 1945-1948 La guerra fra le due sinistre, Corbaccio Ediz. 5) Massimo Teodori, Storia dei laici. Nell’Italia clericale e comunista, Marsilio Edizione.

Per questa sezione menzioni di merito vanno a: Anna Maria Casavola, 7 ottobre 1943. La deportazione dei carabinieri romani nei lager nazisti, Studium Edizione; Rita Padovano,  La storia e l’economia dell’alta valle dell’Aniene”, Esedra Edizione, Luigi Tivelli, Candide. Un candido nel palazzo, Eri – Rubettino Editore.

Proseguendo con il tratto identitario del Premio Roma, il gemellaggio che di volta in volta si stabilisce con una nazione straniera, questo anno, come già annunciato nei precedenti appuntamenti, il Premio Internazionale alla Cultura 2009 è stato assegnato all’attore-regista austriaco Maximillian Schell. Come afferma il dottor Milesi “il gemellaggio, che è in accordo con il Ministero degli Affari Esteri, serve a rimarcare un dibattito culturale che scandisce da tempi incommensurabili la vita della società umana”. Il Premio Roma vanta un albo d’oro di assoluto prestigio e la sua importanza crescente è testimoniata dalla  partecipazione delle maggiori Case Editrici, dall’attenzione con cui la stampa e la televisione hanno seguito le diverse edizioni e dalla straordinaria presenza di pubblico che ogni anno partecipa alla cerimonia di premiazione dei finalisti.

12 giugno 2009 0

Cassino, arriva il camper di Lazio-Si-cura”

Di redazionecassino

Sarà domani   a Cassino in piazza Diaz, dalle 17 alle 22, il camper di “Lazio Si-cura” che da circa un mese sta toccando i principali comuni del Lazio con lo scopo di promuovere, per conto della Regione, il progetto “Sportello Sicurezza” al quale ha aderito anche il comune di Cassino. Gli operatori distribuiranno materiali informativi, collegamenti ad internet, strumenti multimediali e spazi per incontri personali creando un contatto diretto con la cittadinanza. Lo ha annunciato il vicesindaco Michele Nardone che insieme agli operatori del camper presenterà il piano integrato sulla sicurezza del Comune. “Attraverso l’uso di questionari – ha detto – si cercherà di conoscere il reale livello di percezione di sicurezza del territorio. Il camper si farà promotore anche a Cassino di una sistematica azione di ricerca finalizzata ad acquisire informazioni diversificate per target, sul tema della sicurezza, dal punto di vista dei cittadini,e delle istituzioni nonchè da tutti i fruitori degli interventi istituzionali a tutela della sicurezza. Il camper diventa così una sorta di osservatorio sulla legalità e qualità della vita.” D.TOR.

12 giugno 2009 0

Fiat, da Torino a Cassino a sostegno della Fiat

Di redazionecassino

«Bisogna  coinvolgere direttamente i Sindaci dei Comuni ove sono ubicati gli impianti di produzione; questo – conclude – al fine di poter concorrere all’adozione delle soluzioni più efficaci sia per lo sviluppo dell’azienda che dei territori e delle comunità interessate”. È quanto sottolinea il presidente della Associazione dei Comuni Italiani Sergio Chiamparino in una lettera inviata al Ministro per lo sviluppo economico, Claudio Scajola. All’appello ha risposto il sindaco di Cassino Bruno Scittarelli annunciando per l’inizio di luglio la  convocazione di un’assemblea della Consulta dei Comuni del Cassinate  aperta anche alle amministrazioni provinciali di Frosinone e Latina e ai sindaci delle altre maggiori città interessate.” Per studiare – dichiara – le strategie da adottare per  il potenziamento del nostro stabilimento, tecnologicamente all’avanguardia e punto di riferimento imprescindibile per l’economia e l’occupazione di un vasto territorio che va dal Sorano al Pontino.” Scittarelli poi manifesta il proprio sostegno alla positiva conclusione delle trattative internazionali in atto e, in particolare, richiede con forza la conservazione dei  livelli occupazionali attuali.