Atteggiamento ossessivo nei confronti di una 22enne, 37enne in manette

12 agosto 2009 0 Di redazione

Con un atteggiamento minaccioso ha creato uno stato d’ansia tale costrigere una ragazza a ricorrere alle cure ospedaliere. I militari della Stazione Carabinieri di Giulianova agli ordini del Maresciallo Piero Olivieri, nella serata di ieri, hanno tratto in arresto in flagranza di reato di violenza privata e lesioni personali, I. S., 37enne residente in Montesilvano (PE). Verso le ore 18.00 una giovane donna di Giulianova D.M.F. di 22 anni stava rientrando a casa a bordo della propria autovettura e mentre eseguiva la manovra di parcheggio, nota un giovane sconosciuto, che fermo dinanzi al portone di ingresso della propria abitazione, che la fissa con uno sguardo a dir poco “strano ed insistente”. La ragazza allora decide di spostare la sua autovettura alcuni metri più avanti e nel fare nuovamente manovra di parcheggio, nota che l’uomo la segue a piedi e si posiziona a pochi metri di distanza, mentre continua a fissarla con lo sguardo. Inizia ad avere un po’ di timore e scesa dalla macchina si incammina su Viale Orsini tra la gente che ignara di quanto stesse accadendo, affolla il viale. La ragazza attraversa più volte la strada spostandosi da un marciapiede all’altro, ma il giovane continua ad andarle dietro ed in più occasioni, correndo e “sfiorandola” le passa dinanzi per poi aspettarla. La situazione si fa sempre più critica, la ragazza inizia ad avere davvero paura e mentre scappa, sempre inseguita, chiede aiuto al fratello, il quale le va incontro e nota quanto stesse accadendo. Ma l’uomo continua ad andarle dietro e quindi sempre più impaurita, chiama i Carabinieri che giungono rapidamente sul posto, bloccando l’uomo. Si va tutti in Caserma. Qui la giovane accusa un lieve malore. Viene accompagnata presso il Pronto Soccorso di Giulianova dove le viene diagnosticato un stato d’ansia, provocato da quanto si era verificato poco prima. Intanto i Carabinieri perquisiscono l’uomo, trovandolo in possesso di grammi 1.5 di cocaina, sequestrata, che in stato di arresto ha trascorso la notte nelle camera di sicurezza della Caserma dei Carabinieri e questa mattina verrà processato per direttissima dal Tribunale di Teramo.