Giorno: 9 ottobre 2009

9 ottobre 2009 0

L’aeroporto facciamolo ad Aquino

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

“In questi giorni stiamo assistendo ad un tira e molla mediatico che non giova a nessuno , se effettivamente non c’è volontà di una comunità di residenti dell’alta Ciociaria e a causa di problematiche tecniche per l’aereoporto Frosinone , perché non tentare la carta di Aquino?” Parla Angelo D’Amata, ex consigliere comunale di Pontecorvo, nella rubrica “Il Punto di vista”

9 ottobre 2009 1

“Se Frosinone non lo vuole l’aeroporto facciamolo ad Aquino”

Di redazione

“In questi giorni stiamo assistendo ad un tira e molla mediatico che non giova a nessuno , se effettivamente non c’è volontà di una comunità di residenti dell’alta Ciociaria e a causa di problematiche tecniche per l’aereoporto Frosinone , perché non tentare la carta di Aquino?” E’ iol parere di Angelo D’Amata ex consigliere comunale di Pontecorvo. “Già in passato agli inizi degli anni novanta si era ipotizzata una proposta del genere , Riuscireste ad immaginare quali risorse riuscirebbe a convogliare sul nostro territorio? Quanti ragazzi sono costretti a viaggiare ogni giorno abbandonando cosi la propria terra e le sue tradizioni talvolta, tutto cio’ a discapito della famiglia. Nello specifico si parlerebbe di una sostituzione del manto erboso con piste di cemento, di una scuola per elicotteristi, per piloti attiva fino alla metà degli anni novanta, un’officina attrezzata per le 50 ,100 e 200 ore di volo. Ma c’e’ di piu’ penserei anche data la vicinanza con quella di Cassino , all’istituzione di una sorta di “Università” che prepari il personale indispensabile per le attivita’ collegate al volo: radaristi, motoristi, telescriventi, etc. Di strutture del genere non ce ne sarebbero in tutto il centro-sud. L’importanza strategica di Aquino e Pontecorvo non deve essere dimostrata: non sarà soltanto Frosinone a beneficiare di una struttura moderna ed efficiente. Credo fermamente nello sviluppo del Basso-Lazio perché ci sono le energie, le risorse e gli uomini per assicurare alle nostre terre uno sviluppo ampio e crescente. Quindi il mio invito e’ rivolto essenzialmente ai Presidenti Marrazzo e Iannarilli affinché valutino fattivamente una proposta alternativa a Frosinone! Per non far accadere come avvenne in passato che il volere di pochi danneggiò l’economia di tanti. Per quanto mi riguarda mi impegnerò, sempre al massimo delle mie forze per dare quel contributo che le circostanze e la nostra terra richiedono”.

9 ottobre 2009 0

Picchia e rapina una prostituta, arrestato giovane del Capoluogo

Di redazione

Ha rapinato una lucciola e per questo un 20enne è stato arrestato. La scorsa notte, i carabinieri del NORM della Compagnia di Frosinone, hanno tratto in arresto I.M., 20enne del luogo per rapina e lesioni. Il giovane, nel corso di un approccio con una prostituta di nazionalità rumena nella zona ASI, dopo averla malmenata scaraventata a terra, l’ha anche rapinata della somma di Euro 200/00 in contanti abbandonandola infine sulla strada. L’immediato intervento dei militari, su segnalazione pervenuta al 112”, ha permesso di intercettare ed arrestare l’autore della rapina nonché di recuperare l’intera somma asportata. L’arrestato, ad espletate formalità di rito, è stato associato presso la Casa Circondariale di Frosinone.

9 ottobre 2009 0

Va a rubare dallo sfasciacarrozze, arrestato 23enne

Di redazione

I carabinieri della stazione di Pontecorvo, collaborati da quelli della stazione di Aquino, a Castrocielo hanno tratto in arresto per il reato di furto aggravato Marco R., 23enne di Castrocielo (Fr). Il Predetto, poco prima, si era introdotto all’interno di un deposito di autodemolizione di Aquino, dove avrebbe rubato vari pezzi. Mentre usciva dal deposito è stato però sorpreso dai militari operanti e si è dato a precipitosa fuga a bordo della propria autovettura ma, dopo un breve inseguimento è stato raggiunto e tratto in arresto. La Refurtiva interamente recuperata, è stata restituita all’avente diritto. L’arrestato, ad espletate formalità di rito, è stato associato presso la Casa Circondariale di Cassino.

9 ottobre 2009 0

Gli trovano addosso un coltello proibito, denunciato

Di redazione

Se ne andava in giro con un coltello del genere proibito. La scorsa notte, a Sora (Fr), i militari del NORM della locale Compagnia, nel corso di un predisposto servizio finalizzato al contrasto dei reati in genere, hanno denunciato in stato di libertà per porto abusivo d’arma da taglio G.S., 40enne di Avezzano (AQ). L’uomo, a seguito di approfondito controllo dei militari, è stato trovato in possesso di un coltello del genere proibito, sottoposto a sequestro.

9 ottobre 2009 0

Poligono, il Gip convalida il sequestro

Di redazione

Oggi pomeriggio, i carabinieri della Stazione di Pontecorvo, hanno notificato al presidente della sezione locale di tiro a segno informazione di garanzia e la convalida emessa dal G.I.P. del Tribunale di Cassino per il sequestro preventivo effettuato il 1° ottobre della struttura situata a Pontecorvo in località S. Esdra. Il Giudice ha rilevato che il poligono “non è e non è mai stato agibile per difetto delle condizioni di sicurezza richieste dalla direttiva tecnica applicabile, come emerge in modo inequivoco”. Ha ritenuto inoltre che “la libera disponibilità del poligono possa protrarre od aggravare le conseguenze del reato di falso già commesso ed agevolare la commissione di ulteriori reati; che infatti, sotto il primo profilo, il poligono è attivo ed operativo sulla scorta di una dichiarazione contenente attestazioni che risultano false, talchè la libera disponibilità dell’impianto aggraverebbe le conseguenze del reato già commesso; che, sotto il secondo profilo, è innegabile che una struttura intrinsecamente pericolosa come un poligono di tiro che opera senza il rispetto delle normative tecniche di sicurezza agevola la commissione di altri reati, ed in particolare di reati colposi contro la persona”. Il Giudice ha pertanto ritenuto che “il sequestro fosse stato legittimamente effettuato, per la urgente necessità di impedire la protrazione del reato in corso e che tale misura fosse indispensabile per fronteggiare la possibilità di aggravamento delle conseguenze del fatto già commesso”.

9 ottobre 2009 0

Trasforma la sua casa in una boutique del falso

Di redazione

In tempi di crisi economica, di disoccupazione e di bassi salari, vestire all’ultima moda con capi costosissimi è diventato, per molti, un sogno. Un soggetto pontecorvese, tuttavia, ha fiutato nel basso potere d’acquisto delle famiglie del posto un vero e proprio business: a chi non poteva permettersi capi firmati originali, ne vendeva di falsi, a prezzi convenientissimi. Il giro d’affari dell’imprenditore abusivo, tuttavia, non è sfuggito all’occhio della Guardia di Finanza della Compagnia di Cassino, nel corso delle quotidiane attività di controllo economico del territorio. Le Fiamme Gialle, infatti, avevano registrato nelle ultime settimane un grande aumento di prodotti contraffatti in circolazione nella zona di Pontecorvo. Risalendo la filera commerciale abusiva, sono arrivati direttamente all’abitazione del responsabile, un giovane di Pontecorvo, che nel proprio appartamento aveva creato una vera e propria boutique d’alta moda: abbigliamento, accessori e scarpe di gran lusso, ma tutto rigorosamente falso. La sfida imprenditoriale del soggetto è terminata con il sequestro di centinaia di capi contraffatti, reperiti nel corso della perquisizione, e la denuncia a piede libero dello stesso, che dovrà affrontare un processo per la detenzione a fini di commercio di prodotti contraffatti. La costante attenzione che il Corpo della Guardia di Finanza dedica alla lotta alla contraffazione è tesa a contrastare i rilevanti effetti negativi che tale fenomeno produce sotto l’aspetto economico (calo del fatturato, impoverimento dell’offerta di nuovi brevetti, ecc.), finanziario (riduzione delle entrate fiscali) e sociale (sfruttamento di manodopera, pericolo per la salute dei cittadini, ecc.). La lotta a tale fenomeno criminale costituisce sia una forma di contrasto alle attività imprenditoriali illegali della criminalità organizzata (che controlla i centri di produzione dei prodotti contraffatti), sia uno strumento di tutela dell’economia legale (operando a protezione delle aziende produttrici dei beni copiati, nonché dei commercianti che rivendono merce originale assolvendo tutti gli obblighi di natura fiscale e amministrativa previsti dal nostro legislatore), finalizzato a permettere lo sviluppo dell’impresa e la crescita economica del paese.

9 ottobre 2009 0

A 10 anni gli manca il fiato, i raggi dicono: tumore al polmone

Di redazione

Ad appena 10 anni, avverte improvvisamente un malore, non riesce a repirare o lo fa a fatica. per questo i familiari si afrettano a portarlo al prontosoccorso di Cassino. Ci si aspettava una visita di routine, una cura da fare a scopo precauzionale, ma dall’esame radiologico è emerso, ieri, che il ragazzo ha un tumore al polmone. Immediato quindi il trasferimento al Bambin Gesù di Roma mentre ci si interroga come, un ragazzo così giovane, possa essere stato colpito da un male così aggressivo e se vi possono essere delle cause che ne hanno generato lo sviluppo.

9 ottobre 2009 0

Maltempo, la perturbazione arriva al centro nord

Di redazione

Come annunciato ieri, la perturbazione atlantica che sta interessando in queste ore il quadrante nord occidentale della penisola si estenderà, nelle prossime ore, alle restanti regioni del centro-nord. Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un ulteriore avviso di avverse condizioni meteorologiche che integra ed estende quello diffuso nella giornata di ieri e che prevede precipitazioni sparse, a prevalente carattere di rovescio o temporale anche di forte intensita’, sulle tutte le regioni del nord e su quelle centrali. I fenomeni potranno essere accompagnati da forti raffiche di vento ed attivita’ elettrica. Dal pomeriggio di domani, sabato 10 ottobre, venti forti a componente nord-occidentale interesseranno la Sardegna, con possibili mareggiate lungo le coste esposte.Il Dipartimento della Protezione civile continuerà a seguire l’evolversi della situazione in contatto con le Prefetture, le Regioni e le locali strutture di protezione civile.

9 ottobre 2009 0

Il terremoto replica ogni 12/13 ore

Di redazione

Sembra ormai diventa una costante: il terremoto replica dopo circa 13 ore. L’ultima scossa è stata registrata alle 14,14 circa, di magnitudo due e a circa 12 ore da quella delle 4.45 di questa notte di magnitudo 2.1. A ritroso gli intervalli di tempo, se non sono accavallati, ono pressapoco gli stessi, tra le 12 e le 13 ore circa. Il basso potenziale del sisma non arreca danni ma mantiene alta la paura.