Giorno: 20 ottobre 2009

20 ottobre 2009 0

In un pagliaio trovata la refurtiva di un furto

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Nella tarda serata di ieri, a Castro dei Volsci (Fr), località Pratelle, i carabinieri hanno rinvenuto occultato nella sterpaglia un armadio blindato contenente: monili in oro, pietre preziose e gioielli; un fucile doppietta marca Breda cal.12; un fucile monocanna artigianale cal.16; 35 cartucce cal.12 e 16. Dagli accertamenti emergeva che quanto sopra, era stato asportato dall’abitazione di un 53enne di Pastena (FR) il 27.05.2009. Tutta la refurtiva rinvenuta veniva riconsegnata al legittimo proprietario.

20 ottobre 2009 0

Trovato il corpo del pescatore disperso in mare

Di redazione

Il suo moto peschereccio si era inabissato il 12 ottobre a causa di un violento temporale di fronte al porto di Giulianova (Te). Di lui, Maurizio Fagoni, 33 anni di San Benedetto del Tronto (Ascoli), nion si avevano più notizie: era disperso in mare. I suoi due colleghi erano riusciti a salvarsi. Oggi pomeriggio, il corpo del 33enne è stato ritrovato dai sommozzatori della Croce Rossa al largo del Lido Abruzzo a Roseto degli Abruzzi (Te), a oltre 10 km dal luogo dell’affondamento dell’imbarcazione.

20 ottobre 2009 0

Terremoto, il gruppo di coordinamento si organizza

Di redazione

A 24 ore dall’insediamento del gruppo di coordinamento per far fronte allo sciame sismico che sta interessando il sorano, in provincia di Frosinone, sono a disposizione dei tecnici dei comuni interessati, della provincia e della Prefettura alcuni locali del Genio civile di Frosinone, in Viale Mazzini, allestiti dalla Protezione civile regionale coordinata da Maurizio Pucci. L’ufficio di coordinamento, che fungerà da punto di incontro e di affluenza di tutti i dati rilevati dai soggetti impegnati (Dipartimento Protezione civile Nazionale , Protezione civile Regione Lazio, Provincia, Genio Civile, Vigili del fuoco, tecnici comunali), è operativo da oggi. Negli stessi locali si riunirà giovedì 22 il primo gruppo di lavoro costituito nella riunione di ieri, quello di ingegneria sismica, che si occuperà di analizzare le schede tecniche su edifici pubblici e scuole che sono stati presentati dai comuni e avvierà il programma di ricognizioni speditive che valuteranno la vulnerabilità sismica degli edifici stessi. Martedì 27 ottobre, poi, è stata convocata la riunione dei presidi delle scuole per stilare un programma di incontri informativi e di esercitazioni antismiche che interesseranno nel breve periodo gli alunni delle scuole.

20 ottobre 2009 0

Maltempo, da domani tornano i temporali

Di redazione

Come annunciato, una perturbazione atlantica determinerà a partire da domani un nuovo peggioramento delle condizioni meteorologiche, dapprima sulle regioni del nord ovest e a seguire su gran parte della penisola. Sulla base dei modelli disponibili, che confermano lo scenario meteorologico diffuso nella giornata di ieri, il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un avviso di avverse condizioni meteorologiche per le regioni del quadrante nord occidentale che prevede, a partire dalle prime ore di domani, mercoledì 21 ottobre, precipitazioni anche a carattere di rovescio o temporale di forte intensità accompagnate da forti raffiche di vento ed attività elettrica. I fenomeni si estenderanno con il passare delle ore, alle restanti regioni del centro-nord, mentre un deciso rinforzo dei venti insisterà sul Tirreno centrale e sulle due isole maggiori, con forti mareggiate lungo le coste esposte. Il Dipartimento della Protezione civile seguirà l’evolversi della situazione in contatto con le Prefetture, le Regioni e le locali strutture di protezione civile, anche attraverso l’emissione di ulteriori avvisi di avverse condizioni meteorologiche, laddove necessario.

20 ottobre 2009 0

La “macchiana antincendio” funziona e continua a crescere

Di redazione

Più coordinamento sul territorio grazie allo scambio di informazioni tra la sala operativa regionale e le 372 stazioni dei carabinieri sparse nella Regione Lazio. Stretta collaborazione tra i rappresentanti del Governo, l’Arma dei Carabinieri e la Regione Lazio. È stato firmato questa mattina dal presidente Marrazzo, alla presenza dei prefetti del Lazio e del Generale Cotticelli dell’Arma dei Carabinieri il protocollo di intesa per lo scambio di informazioni e comunicazioni tra protezione civile regionale e Carabinieri del Lazio. Soddisfazione è stata espressa dal presidente Marrazzo che ha ricordato come “Oggi aggreghiamo al sistema antincendio un altro significativo segmento dello Stato. Nel Lazio stiamo vivendo una stagione diversa dal resto del Paese, in cui le istituzioni dialogano, a prescindere dal colore politico, per governare e risolvere i problemi del territorio”. E insieme al comandante regionale del Corpo Forestale dello Stato, Giacomo Saragoza, il direttore della protezione civile Maurizio Pucci ha presentato i risultati della campagna antincendio boschivo, che anche nel 2009 confermano la positiva tendenza alla riduzione degli incendi, anche grazie al grande sforzo di prevenzione svolto dai volontari. Crollano dunque gli incendi nel 2009 in provincia di Frosinone: gli incendi boschivi, anche grazie all’impegno delle 75 associazioni di volontariato attivate su tutta la provincia per avvistamento e alle 66 attivate per lo spegnimento incendi, sono notevolmente diminuiti, passando dai 77 roghi del 2008 ai 47 di quest’anno. Ridotti di quasi il 70% anche gli ettari di bosco bruciato, che passano dagli oltre 483 del 2008 ai 141 del 2009. Complessivamente, tra bosco, sterpaglie e fuochi a “bordo strada” gli ettari totali incendiati si riducono nel 2009 di circa l’80% rispetto al 2008 (dai 909 ha a 154,2 ha). Il direttore regionale Maurizio Pucci ha poi sottolineato “il grande impegno dei volontari e della sala operativa regionale nella lotta agli incendi” e ha ricordato lo sforzo della protezione civile regionale nella prevenzione, dall’acquisto di mezzi e forniture per le associazioni, ai corsi di formazione, alla campagna di comunicazione istituzionale messa in campo per tutta l’estate su radio e televisioni locali.

20 ottobre 2009 0

Videocon, Valente (Ugl): “La gente è esasperata e questi sono i primi segnali”

Di redazione

“La cosa che più ci preoccupa è che la situazione della Videocon non viene affronta dai telegiornali nazionali nonostante si parli del lavoro di circa 1300 operai” A parlare è Enzo Valente, segretario provinciale della Ugl. “Sembra quasi che nessuno, politici compresi, si vogliano interessare ad una vicenda che scotta. I lavoratori della Videocon di Anagni non hanno più bisogno delle dichiarazioni di circostanza di solidarietà, c’è bisogno di iniziative concrete perché il tempo sta scadendo e con esso anche la pazienza della gente. L’iniziativa spontanea dei lavoratori di questa mattina ne è la conferma”. La scadenza a cui il sindacalista fa riferimento è quello scandito dalla richiesta di mobilità presentata dall’azienda. Al momento nello stabilimento che produce televisori per un marchio indiano, lavora solo un turno, una piccola commessa che mantiene viva la fabbrica in attesa di un acquirente che possa rilanciarla magari differenziando anche la produzione. “Gli indiani – ha dichiarato Valente – hanno chiesto l’ampliamento della cassa integrazione in deroga per l’intero organico aziendale. Pertanto è previsto per venerdì l’esame congiunto presso la regione Lazio. La scorsa settimana, inoltre, sempre la proprietà ha attivato la procedura di mobilità per l’ulteriore e definitivo passaggio di chiusura previsto per il prossimo anno. Tutte le iniziative in atto in questi giorni sono mirate a scongiurare sia l’ampliamento della cassa integrazione in deroga a tutto l’organico, sia il ritiro della proceduta di mobilità”.

20 ottobre 2009 1

Videocon, dopo l’occupazione della palazzina arriva il blocco dell’autostrada

Di redazione

La vertenza Videocon di Anagni (Fr) si infiamma. Questa mattina i lavoratori hanno bloccato l’autostrada per ben due ore. Alcuni giorni fa hanno occupato e tutt’ora occupano, la palazzina direzionale dello stabilimento. Stamattina il traffico è tornato normale solo dopo l’intervento del Prefetto Piero Cesari che ha assicurato l’intervento del Governo e una maggiore attenzione da parte delle testate giornalistiche nazionali. Er. Am.

20 ottobre 2009 0

Finto capitano dei carabinieri, vera truffa

Di redazione

E’ ancora una volta nei guai il 28enne di Cassino (Fr) che continua a spacciarsi per ufficiale dell’Arma dei carabinieri. Un conoscente lo ha denunciato alla polizia del commissariato di Cassino per sostituzione di persona e truffa. Una sera di settembre, in un bar del centro ha fatto credere ad un conoscente di essere capitano dei carabinieri presso la Presidenza del Consiglio. Ha paventato, inoltre, amicizie tra alti ufficiali della Guardia di Finanza. Una figura senza macchia che si è stampata nella mente del ragazzo che lo ascoltava. Qualche sera dopo, il “capitano” ha telefonato al giovane dicendo di essere stato derubato e che doveva pagare l’affitto con urgenza. aveva quindi bisogno di soldi. Il giovane, con quelle credenziali, non ha tardato a prestargli mille euro. Qualche sera dopo avrebbero dovuto mangiare insieme una pizza e anche per restituzire la somma. In quell’occasione, però, il finto capitano avrebbe anche chiesto di pagare il suo conto dato che non aveva soldi. Quando il giovane si è andato lamentando in giro dicendo che nonostante “quersto fosse Capitano non aveva mai un euro addosso” qualcuno gli ha detto che il 28enne, invece, era noto per le “fesserie” che diceva e che già era finito nei guai per aver tentato di vendere “posti di lavoro” tra aspiranti militari. Per questo, il truffato si è recato in commissariato a Cassino e ha denunciato l’accaduto agli agenti del vice questore Gianfranco Simeone. Gli stessi agenti, coordinati dal sostituto commissario Crescenzo Pittiglio, hanno iniziato ad indagare sulla vicenda. Ermanno Amedei

20 ottobre 2009 0

Pesta a sangue la convivente nella villa comunale

Di redazione

Botte da orbi alla villa comunale di Cassino (Fr). Questa mattina le persone che stavano passeggiando all’interno del polmone verde hanno assitito ad una violenta aggressione. Un uomo di circa 40anni, ha aggredito e pestato a sangue una donna di circa 30 anni, pare fosse la sua convivente. Un’aggressione durata diversi minuti fino a quando, sul posto, non sono arrivati i carabinieri e la polizia che, con gran difficoltà, sono riusciti a staccare l’uomo dalla donna. Si ignorano al momento le motivazioni dell’aaggressione e le condizioni della donna. Del caso se ne stanno occupando le forze dell’ordine. Er. Am.