Concorso letterario La Nostra Terra, un vero successo

12 ottobre 2009 1 Di redazione

Sabato pomeriggio, in una coinvolgente cornice di pubblico, si è svolta all’interno della Prefettura di Frosinone, la premiazione dei vincitori la 27a edizione “La nostra terra”. Un concorso letterario ideato ed organizzato dalla Associazione Culturale Colli “aperto alla partecipazione di tutti gli studenti che si prefigge lo scopo di stimolare nei giovani una più appropriata conoscenza della Ciociaria e la divulgazione della cultura locale”, che da alcuni anni è patrocinato dalla Presidenza della Giunta regionale del Lazio, oltre che dalla Prefettura, dalla Provincia di Frosinone e Comune di Monte S. Giovanni Campano. A far gli onori di casa, in un accogliente salone di Rappresentanza che raccoglie in maniera quanto mai suggestiva i profumi, i luoghi ed i colori unici dell’amata Ciociaria, il Prefetto dr. Piero Cesari, assieme al presidente-fondatore del sodalizio Mons. Giovanni Battista Proja e Franco Patrizi presidente dell’associazione. Tra i presenti Antonio Fiore assessore comunale di Monte e Stefania Cocco assessore comunale di Strangolagalli, con il vice Prefetto Anna Mancini e la prof.ssa Franca D’Orazio, presidente della Commissione giudicatrice del concorso, oltre a numerosi dirigenti scolastici e professori. La cerimonia è stata ripresa dalla troupe di Tele Universo con la bravissima giornalista Silvia Autori a far da moderatrice. Franco Patrizi nel suo breve intervento ha ricordato le finalità perseguite dal concorso, non trascurando di sottolineare “la squisita sensibilità del Prefetto che ha onorato la manifestazione mettendo a disposizione il luogo più prestigioso della pubblica amministrazione in ambito provinciale.” Mons. Giovanni Battista Proja dal far suo ha sottolineato “i tanti sacrifici che da ventisette anni il concorso comporta in termini di organizzazione, sostegno e finanziamento, compiacendosi nel contempo della crescente parte-cipazione degli studenti e della risonanza che l’iniziativa culturale guadagna anno dopo anno.” Antonio Fiore ha portato i saluti del sindaco e dell’intera amministrazione comunale monticiana, ricordando che “le soddisfazioni sono frutto di impegno” accennando anche alla recente felice soluzione del problema che ha riguardato la Scuola media di Colli. Particolarmente apprezzato dall’attenta platea l’incisivo intervento del Prefetto che ha dato il benvenuto a tutti i presenti “nella vostra casa, questo è il palazzo di tutti i ciociari ed oggi sono orgoglioso da ciociaro, di ospitare questa bella iniziativa. Tante le visite guidate, gli incontri, le conferenze ed i concerti organizzati in questa storica struttura, nel segno dello Stato in mezzo alla gente, sempre pronto ad ascoltare le istanze ed esigenze dei cittadini.” Un caloroso e sentito applauso ha ricordato in maniera commovente le vittime del nubifragio di Messina “perché con un applauso i ragazzi meglio capiscono che con l’impegno e la forza dell’uomo si cresce nella cultura del diritto. – ha proseguito il Prefetto – In questa sala è racchiusa la storia, l’arte e la spi-ritualità di questa bella terra e deve essere per voi ragazzi questa bellezza e l’orgoglio della terra natia, qualcosa di importante da tramandare come testimone alle nuove generazioni. Il gusto del proprio campanile deve essere il forte senso di appartenenza alla Patria, che qui ci trova uniti nel Tricolore. – concludendo con una citazione di Cicerone – L’uomo sta nel fanciullo e questo spinge noi adulti ad educare al meglio questi ragazzi affinché possano far volare sempre più in alto questo territorio e per dirla come i fran-cesi “chapeau ai ciociari.” Questo premio è un validissimo esempio da esportare, con la proficua sinergia tra scuola, famiglia ed associazione per far corona attorno a questi studenti in modo da infonder i giusti valori di amore e passione per lo studio, dando lo-ro il gusto al gioco della vita, attraverso il giusto esempio. La cultura della sapienza nasce dai sentimenti che illumina la mente, perché la mente non è mai un contenitore da riempire, ma un fuoco da alimentare continuamente.”
Le profonde e suggestive espressioni di Franca D’Orazio hanno inquadrato il tema proposto quest’anno “Risorse naturali e paesaggistiche in Ciociaria” sviluppato in maniera attenta e passionale dagli studenti, sotto la guida di competenti insegnanti: molto spesso un binomio vincente. Le motivazioni lette in pubblico, oltre a sottolineare la pregevolezza dei lavori premiati, hanno evidenziato l’impegno profuso nella ricerca e l’autocompiacimento degli alun-ni per essere figli di una terra ricca di storia, dignità e cultura particolari. Gli ospiti d’onore e le autorità presenti hanno espresso unanime compiacimento per gli alti obiettivi civili e morali che il concorso letterario “La nostra terra” persegue ed ottiene e per l’eccellente organizzazione, preconizzando risonanza sempre maggiore. La premiazione si è conclusa con l’esecuzione della “Marcia ciociara” e l’Inno di Mameli, al termine studenti ed ospiti hanno potuto degustare prelibati prodotti tipici locali, preparati dalle massaie colligiane.
I premiati.
Per la scuola primaria i premi sono stati attribuiti a Catia Lisi della classe 4a A della Scuola elementare “Costanza Viselli” di Strangolagalli, ad Alessandra Giorgi della classe 5a B della Scuola elementare “Costanza Viselli” di Strangolagalli ed a Simone Cordone in rappresentanza degli alunni delle classi 1a e 2a che hanno curato un lavoro di gruppo della Scuola elementare “Selva” di Sora.
Per la sezione della scuola media inferiore gli alunni premiati sono stati: Chiara Viselli della classe 3a C della Scuola media di Strangolagalli – Istituto comprensivo di Pofi, Lorenzo Valentini e Nausica Iafrate della classe 1a A (con un lavoro di coppia) della scuola media “Giuseppe Rosati” di Sora e Giorgia Franceschini in rappresentanza degli alunni della classe 2a (lavoro di gruppo) dell’Istituto comprensivo di S. Donato Val di Comino.
Nella sezione multimediale sono stati premiati Emiliano Stogura, alunno della classe 3a della Scuola media statale di Colli – 2° premio ex aequo e Maurizio Donatella, in rappresentanza degli alunni della classe 2a D con un lavoro di gruppo dell’ITIS “Raffaele Reggio” di Isola Liri e Valentina Arduini, in rappresentanza degli alunni della classe 2a D, con un lavoro di gruppo della Scuola secondaria di 1° grado “Frosinone III” del capoluogo ciociaro.
Per la scuola media superiore sono stati premiati: Andrea Mallozzi e Michele Neri, della classe 1a B dell’Istituto Tecnico Commerciale e per Geometri “Europa” di Cassino con un lavoro di coppia, Barbara Matassa della classe 3a del Liceo socio-psico-pedagogico “V. Gioberti” di Sora ed ha vinto Monica Stogura della classe 5a B del Liceo scientifico “Giovanni Sulpicio” di Veroli.
Tutti i vincitori, oltre ai premi in euro hanno ricevuto l’attestato di benemerenza rilasciato per la scuola di appartenenza, l’attestato di credito formativo, e pregevoli pubblicazioni fuori commercio, offerte dalla Presidenza della Provincia di Frosinone, dalla Azienda di Promozione del Turismo e dalla Camera di Commercio di Frosinone.