Giorno: 24 marzo 2010

24 marzo 2010 2

Allarme scabbia nella scuola materna, due casi preoccupano i genitori

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Due casi di scabbia, uno accertato, l’altro sospetto (i genitori non hanno voluto sottoporre la figlia alla visita) sono stati riscontrati tra i 120 bambini della scuola materna di via Zamosch trasferita, il mese scorso, in un’ala del plesso della D’Annunzio in piazza Green. Da alcuni giorni, i bambini avevano iniziato a sentirsi male e il sospetto che si potesse trattare della infezione curtanea è cresciuto fino a trovare, questa mattina, conferma nella visita fatta ad uno dei bimbi, dai medici della sezione medicina scolastica della Asl. Inevitabile, a quel punto, è stato informare i genitori degli altri bambini che, di fronte al rischio che i loro figli potessero essere contagiati, hanno reagito a muso duro. Innanzitutto ritengono tardiva la comunicazione. E’ vero però che il bambino che certamente ha contratto l’infezione non frequenta la scuola da lunedì. Domani i medici della Asl torneranno nuovamente a scuola per visitare gli altri bambini e individuare eventuali fattori di rischio. I genitori però sono infuriati e, alcuni di loro, minacciano di non mandare più i figli a scuola fino a quando la questione non sarà chiarita e il rischio di contagio non sarà completamente svanito. “In quella scuola – denunciano alcune mamme – c’è un solo bagno per 5 classi, circa 120 bambini. Inoltre l’acqua fredda impedisce di lavarsi le mani e, per questo, abbiamo dovuto comprare loro le salviettine umidificate”. Ermanno Amedei

24 marzo 2010 0

Gli amministratori “junior” ricevono la visita di quelli “senior”

Di redazione

Aiuti ai bambini poveri, centro sportivi attrezzati per bambini e per portatori di handicap e decurtazione degli stipendi degli assessori “senior” per realizzare queste richieste. Sono alcune delle proposte avanzate oggi pomeriggio nel corso del consiglio comunale giovani. L’assise “junior” è inserita nel progetto “città dei bambini” voluto dall’assessorato alle politiche sociali del comune di Lanciano (Ch). La “sala del consiglio” comunle scelta per l’occasione è stata la struttura interna alla biblioteca comunale. E’ stato lì che sindaco e assessori “Junior” hanno ricevuti il sindaco di Lanciano senior Filippo Paolini, e l’assessore senior delle politiche sociali Angelo Palmieri. Circa un’ora di interventi da parte degli assessori e dei consiglieri comunali che hanno spaziato dal sociale a urbanistica e lavori pubblici. “Noi crediamo che sia giusto iniziare un rapporto che riavvicini istituzioni e cittadini, a cominciare da quelli più giovani”. Lo ha detto l’assessore Palmieri. “Ci rivolgiamo quindi a voi che sarete i professinisti, i politici e i sindaci di domani”. Nell’occasione è stato anche deciso di coinvolgere il consiglio comunale dei bambini nelle iniziative cittadine. Ermanno Amedei

24 marzo 2010 0

Regionali 2010 / Abbruzzese incontra i cittadini di Paliano

Di admin

Il candidato Mario Abbruzzese continua a mietere consensi e attestati di stima nel suo lungo giro elettorale “Fare insieme”. Nella serata di martedì, all’interno del ristorante “Il Villaggio”, a Paliano, l’esponente politico del Popolo della Libertà ha incontrato, in un clima di grande distensione e convivialità, tantissimi sostenitori, amministratori locali, simpatizzanti del Pdl e rappresentanti del mondo dell’imprenditoria locale che, per l’occasione, si sono riuniti per assistere al discorso del candidato pidiellino. All’appuntamento, oltre ai 250 cittadini, vi erano Remo Tarquili, assessore di Paliano, il sindaco del centro a nord della Provincia, Maurizio Sturdi, il vice sindaco di Serrone, Maurizio Lucidi, il consigliere e presidente del Consiglio comunale di Paliano, Sergio Colli, e il consigliere Fabrizio Desideri, oltre a due esponenti politici del municipio di Piglio, Cardinali e Scarfagna. Alla serata per sostenere la candidatura di Abbruzzese, organizzata e promossa dallo stesso assessore Tarquili e da Fabrizio Ferrari, ha partecipato anche l’eurodeputato Alfredo Pallone. “Ad accogliere l’amico Mario Abbruzzese c’erano tanti amici che si stanno dando da fare per supportare la sua candidatura alla Regione Lazio”, ha affermato l’assessore Tarquili, felicissimo per l’esito più che positivo della serata con il candidato Pdl. “Mario è una persone con grandi ed indiscusse capacità politiche e di amministratore, e potrà rappresentare le tante esigenze dei cittadini della nostra terra. Io sono uno dei sostenitori della prima ora – ha ricordato – e sono più che convinto che Abbruzzese è l’uomo giusto per ricoprire un così importante e strategico incarico alla Pisana”. Tantissimi gli attestati di stima e di fiducia che in queste settimane di campagna elettorale il candidato ha ricevuto nel suo lungo e serratissimo tour elettorale. Abbruzzese, nel suo discorso ai presenti, ha parlato dei punti cardine del suo programma politico. “La squadra del Pdl in Regione – ha ricordato il candidato – nasce con grandi ambizioni e con l’orgoglio di rappresentare un territorio che ha grandi potenzialità ancora inespresse, ma che, proprio per questo, deve affrontare alcuni grandi nodi strutturali irrisolti nel corso degli anni, che i cittadini e gli imprenditori percepiscono come problemi per la loro vita di ogni giorno. Continuo a prendere – ha detto Abbruzzese ai convenuti – impegni seri e concreto con tutti, allo scopo di sostenere la crescita ed la competitività  delle nostre aziende, puntando sulle infrastrutture, sulla innovazione, sulla crescita tecnologica, sullo sviluppo dei servizi avanzati e sull’innalzamento dei livelli di qualità. Le nostre sfide dovranno essere: infrastrutture moderne, servizi innovativi, nuove tecnologie, attività  di ricerca, progetti per la valorizzazione delle risorse locali, il rilancio dell’economia turistica per creare nuove opportunità economiche ed occupazionali, il tutto per migliorare la vita dei nostri cittadini”.

24 marzo 2010 0

Regionali 2010 / Abbruzzese ha tagliato il nastro del suo comitato a Supino

Di admin

Martedì scorso, alle ore 18.30, a Supino, i sostenitori di Mario Abbruzzese, candidato del Popolo della Libertà alle prossime elezioni regionali del Lazio del 28 e 29 marzo, hanno inaugurato, alla presenza di una cinquantina di cittadini, il comitato elettorale cittadino in Viale Regina Margherita. All’inaugurazione, oltre al candidato pidiellino, hanno preso parte diversi giovani del paese ciociaro, simpatizzanti del partito di centrodestra. “Mario è una persona all’altezza di rappresentare tutto il nostro territorio alla Regione Lazio – ha affermato Andrea Chiarot nel suo intervento di presentazione -. Ha ampiamente dimostrato di essere un politico capace di stare vicino alle esigenze della sua gente e di mettere in campo idee nuove e progetti di sviluppo per sostenere l’economia di tutta la Provincia di Frosinone. Mario è uno di noi, persona umile, ma con grandi capacità amministrative e lo ha già dimostrato in questi ultimi anni, guidando egregiamente il Consorzio Industriale del Lazio Meridionale. Per questo abbiamo deciso, assieme ad un folto gruppo di amici, di sostenerlo fino in fondo. Siamo convinti che il candidato Abbruzzese riuscirà ad essere eletto al Consiglio regionale del Lazio. Noi a Supino ce la stiamo mettendo tutta”. Abbruzzese ha parlato davanti ad un folto gruppo di simpatizzanti e sostenitori del Pdl, presentando il suo programma politico-elettorale e impegnandosi personalmente con tutti gli intervenuti. “Per Comuni come Supino – ha detto l’esponente del Popolo della Libertà – è di importanza strategica ricercare ed ottenere fondi regionali e comunitari. Per questo la politica deve prendere impegni seri e concreti, per far si che i piccoli centri come Supino ottengano soldi da destinare poi a nuovi percorsi turistici e a strutture ricettive, che serviranno innanzitutto ad incentivare l’occupazione dei giovani del luogo”.

24 marzo 2010 0

Regionali 2010 / Abbruzzese incontra cittadini ed amministratori di Ripi e Comuni limitrofi

Di admin

Mario Abbruzzese ha incontrato elettori e simpatizzanti del Popolo della Libertà nel Comune di Ripi. L’appuntamento politico elettorale, alla presenza del candidato alle elezioni regionali del Lazio, si è svolto nella serata di martedì, all’interno del noto ristorante “Alba Rossa”. Tantissime le persone che hanno preso parte all’iniziativa, promossa ed organizzata da Ennio Faustini. E’ stato proprio quest’ultimo a fare gli onori di casa, e a presentare ai convenuti il candidato del Popolo della Libertà. A sostenere Mario Abbruzzese nella tappa del suo lungo tour “Fare insieme”, vi era anche uno dei massimi rappresentanti politici della Provincia di Frosinone, l’eurodeputato Alfredo Pallone. A moderare l’incontro ci ha pensato, invece, l’assessore Patrizia Cortina. Tantissimi gli amministratori dell’intero comprensorio che hanno partecipato all’iniziativa politica. Fra questi vi erano amministratori provenienti da Strangolagalli. “Siamo qui per sostenere Mario Abruzzese – ha tuonato Ennio Faustini – l’unico politico che sarà in grado di rappresentare la nostra Provincia alla Regione Lazio. E’ un uomo, capace, onesto e pronto a mettersi a disposizione di tutti i cittadini – ha ricordato Faustini -. La nostra regione ha bisogno di politici forti come lui, in grado di rilanciare l’economia della nostra terra”. Faustini ha chiuso il suo discorso rivolgendo un saluto all’onorevole Pallone: “E’ solo grazie ad Alfredo che il Comune di Ripi ha potuto realizzare diverse infrastrutture”. Sostegno ad Abbruzzese anche da Patrizia Cortina. “Sono felicissima – ha detto l’assessore – di avere in sala Mario Abruzzese, politico che sarà in grado di tutelare i nostri interessi in Regione. Sono certa che il centrodestra vincerà queste elezioni regionali”. Grandi gli attesa stati di stima e fiducia che Abbruzzese ha avuto nel corso della serata. “Noto con piacere che Faustini parla già come sindaco e questo mi fa molto piacere”, ha affermato il candidato Pdl. Poi è passato a parlare del suo programma politico elettorale. “La politica deve assolutamente iniziare a sfruttare al massimo ogni opportunità che viene concessa dall’Unione Europea – è stato il monito lanciato da Abbruzzese – senza distinzione sociale e soprattutto all’insegna del fare”. Il candidato del Pdl ha fatto anche un passaggio sulla situazione della sanità. “Bisogna ridisegnare subito la sanità – ha detto – che il governo regionale della sinistra ha portato a livelli minimali. Basta con le polemiche, bisogna tornare a confrontarsi con i cittadini e gli operatori, mettendo al centro la gente e costruendo una rete che possa permettere la presa in carico di chi ha bisogno. Se Renata Polverini e il centrodestra riusciranno a conquistare la Regione Lazio – ha affermato Abbruzzese – tutti gli obiettivi che sono stati mancati dall’ormai ex amministrazione di centrosinistra, verranno sicuramente realizzati”.

24 marzo 2010 0

Regionali 2010 / Abbruzzese ha incontra il segretario provinciale della Federazione Italiana Medici Medicina Generale

Di admin

Fra i punti cardine della campagna elettorale di Mario Abbruzzese, uno su tutti, è risultato di particolare importanza e di interesse per i cittadini della Provincia di Frosinone: la sanità. Nel pomeriggio di martedì scorso, il candidato del popolo della libertà, poco dopo le 17 e 30 ha avuto un importante incontro con il dottor Francesco Carrano, segretario provinciale della Fimmg (Federazione Italiana Medici Medicina Generale) e con Caterina Pizzutelli, medico di Frosinone che fa parte di un importante studio polifunzionale con altri specialisti del capoluogo ciociaro. All’incontro vi erano una cinquantina di pazienti, che sono intervenuti per avere un confronto diretto con il candidato Abbruzzese. L’esponente provinciale del Pdl ha preso una serie di impegni concreti con i medici e con gli intervenuti. “Una volta in Regione – ha affermato Abbruzzese – mi metterò subito a lavoro per risolvere tutta una serie di problematiche che hanno investito la nostra sanità. Bisogna intervenire subito sul problema delle lungaggini per le visite specialistiche, dovute ad una cattiva gestione delle liste di attesa. Poi cercherò di risolvere anche la carenza di specialistiche negli ospedali e nelle cliniche della nostra Provincia, cosa questa che costringe i nostri cittadini a dover migrare fuori dal frusinate e, a nella maggior parte dei casi, anche fuori dalla regione Lazio. Ma un problema su tutti va affrontato in tempi record – ha affermato Abbruzzese nel corso dell’incontro – quello del ticket sanitario, troppo esoso per chi, ad esempio gli anziani, sono costretti a pagarlo per ogni minima visita o controllo”. All’incontro di martedì vi erano anche alcuni dei rappresentanti delle associazioni legate ai rappresentanti ed informatori scientifici della Provincia di Frosinone. “Ultimo impegno che intendo prendere, ma non in ordine di importanza – ha detto Abbruzzese – sarà quello di rivedere le problematica sorte sulle nuove regole dettate per le certificazioni on-line per malattia. La Regione Lazio, e chi l’ha amministrata fino ad oggi, doveva rendersi conto che i tempi erano troppo stretti. Rivedremo tutta la normativa che ha creato ad oggi problemi non solo ai medici di medicina generale della Ciociaria, ma anche a quelli che lavorano su tutto il territorio nazionale”.

24 marzo 2010 0

Regionali 2010 / Abbruzzese incontra i cittadini di Torrice

Di admin

Grande mobilitazione a Torrice per Mario Abbruzzese. Il candidato Pdl al Consiglio regionale del Lazio ha fatto tappa nella cittadina ciociara per incontrare sostenitori e simpatizzanti del Pdl. L’appuntamento, fortemente voluto da Alfonso Santangeli e Giovanni Mastronardi (candidato al coordinamento locale del Pdl), si è tenuto all’interno del ristorante pizzeria “Il Veliero”, ed è servito ad Abbruzzese per tornare su due argomenti di particolare importanza e di interesse per tutti i cittadini della zona: la sanità ed il lavoro. “Stiamo portando avanti una campagna elettorale estenuante ma possiamo già iniziare a ritenerci soddisfatti”, è stato il commento di Abbruzzese, che nelle ultime settimane ha girato in lungo ed in largo la Provincia di Frosinone. L’esponente politico di centrodestra sta dimostrando di avere le idee chiare sul da farsi. Il suo programma politico è essenziale, ma basato su argomenti fondamentali per la crescita e lo sviluppo del territorio provinciale. “Sono fermamente convinto – ha ricordato Abbruzzese – che le priorità che mi stanno spingendo a seguire e a tracciare una nuova rotta per la Regione Lazio, siano legate tutte al dialogo fra le forze politiche, e alla capacità decisionale. Non si può, però, in un momento di crisi come quello che stiamo attraversando, pensare ai colori politici. Dobbiamo stare vicino alla gente e alle loro esigenze. Ma è impossibile – ha affermato il candidato Pdl – non parlare del disastro sanitario di questi anni, disastro fatto da chi, l’attuale maggioranza alla Pisana, si è voluta sottrarre al confronto con i cittadini e con gli operatori del settore socio-sanitario, che da sempre vengono messi in condizioni difficili di lavoro e di assistenza. L’impegno del prossimo presidente della Giunta Regionale, che sarà sicuramente Renata Polverini – ha assicurato il candidato pidiellino – sarà quello di lavorare nell’assoluto ed esclusivo interesse degli operatori della sanità pubblica e privata e per tutti i cittadini bisognosi”. La candidatura di Abbruzzese al Consiglio regionale è chiaramente protesa verso una società migliore, fondata sul lavoro, sul merito, e sulle capacità che ciascun cittadino deve assolutamente mettere in campo. “Se il centrodestra riprenderà in mano il Lazio – ha assicurato Abbruzzese agli oltre duecento convenuti – questa città avrà la giusta attenzione per la soluzione dei problemi infrastrutturali e per la valorizzazione delle sue potenzialità inespresse. Impegnandoci in questo senso, riusciremo a sviluppare infrastrutture e servizi su questo territorio e a creare nuova occupazione, difendendo le nostre attività e i posti di lavoro esistenti”. “Stanno cercando in ogni modo e maniera di demonizzare la figura di Mario – hanno affermato Santangeli e Mastronardi – ma non vi riusciranno, perché Abbruzzese è l’unico esponente politico ad avere le carte in regola per ricoprire un importante incarico, strategico e prestigioso, come quello di consigliere alla Pisana. Abbruzzese è l’unico e vero garante degli interessi di tutta la Provincia di Frosinone e del futuro dei nostri giovani, capace di rilanciare l’economia del nostro territorio e garantire con il suo programma nuova occupazione per le famiglie. E’ per questo che noi lo sosterremo fino in fondo, costi quel che costi, perché Mario Abbruzzese, come ormai tutti ben sanno, quando prende un impegno con la gente è difficile che non lo mantenga”.

24 marzo 2010 0

Bimba nata morta, sindaco Scittarelli: “La piccola salma sepolta a nostre spese”

Di redazione

In relazione al caso della coppia di romeni la cui prima figlia non è riuscita a sopravvivere al parto all’interno dell’ospedale Santa Scolastica, il sindaco Bruno Vincenzo Scittarelli precisa che “l’Amministrazione Comunale ha provveduto a sue spese alla sepoltura della piccola salma in quanto i genitori, la cui madre risulta domiciliata in città, hanno dichiarato di non essere in grado di sostenere le spese in quanto entrambi disoccupati e senza reddito. Non è la prima volta, purtroppo, che ciò accade. Infatti, recentemente l’Amministrazione Comunale, pur non avendone alcun titolo, ha provveduto a proprio carico anche alla sepoltura di un giovane cittadino polacco, non residente in città, deceduto in ospedale, nelle cui celle frigorifere è rimasto addirittura per una decina di giorni non avendone nessun familiare rivendicato il corpo. Ed altri casi analoghi sono capitati nel passato, non senza che l’Amministrazione Comunale restasse immobile ed insensibile, anche quando si trattava di persone non residenti nella nostra città”.

24 marzo 2010 0

Blitz dei carabinieri in una ex acciaieria, denunciati 15 rumeni

Di admin

Nelle prime ore di questa mattina, i militari della Compagnia di Giulianova agli ordini del Capitano Luigi Dellegrazie, hanno fatto irruzione all’interno dell’edificio dell’ex acciaieria “Foma” situati in Via Trieste. All’interno sono stato identificati nr.15 cittadini, tutti di nazionalità rumena, i quali approfittando dello stato di abbandono della struttura, vi hanno stabilito la propria dimora, attrezzando i locali con brande e suppellettili. I Carabinieri li hanno sorpresi mentre stavano per uscire, come ogni mattina, per recarsi in giro a chiedere l’elemosina, a raccogliere oggetti abbandonati di poco valore e forse anche per consumare qualche furto. Infatti diversi dei rumeni era gravati da precedenti penali per reati contro il patrimonio. Dopo aver raccolto i propri effetti, tutti i fermati sono stati accompagnati in Caserma e dopo gli accertamenti di rito, denunciati in stato di libertà alla competente A.G. per invasione di edifici e rimessi in libertà. Intanto per evitare il ritorno degli stessi in quel luogo, la società proprietaria dello stabile, ha sfondato porte e finestre, rendendo di fatto i luoghi non più idonei a garantire il riparo per vagabondi.

24 marzo 2010 0

Si fingeva prete per truffare anziane suore

Di redazione

Ad incastrarlo la sua firma già nota alle forze dell’ordine. Smascherato dalla polizia postale di Campobasso un fantomatico sacerdote che era riuscito a truffare abilmente diverse persone anziane in città. Le indagini erano partite nel luglio 2009 ed oggi si sono concluse con una denuncia all’autorità giudiziaria nei confronti di un pregiudicato 37enne di Catania. Spacciandosi per un sacerdote, appunto, l’uomo sarebbe risuscito nella sua ultima ‘missione’, e non umanitaria, a farsi spedire la somma di 200 euro da un’anziana suora, madre Superiore di un Convento di Campobasso, informandola di un decesso e del relativo funerale di una donna, di fatto inesistente, al quale doveva recarsi il giovane figlio. L’anziana suora, dopo aver ricevuto due telefonate da parte del finto sacerdote, qualificatosi come padre Francesco, nonche’ l’assicurazione che la somma le sarebbe comunque stata restituita, avrebbe effettuato il versamento del denaro, a mezzo vaglia postale, intestato al soggetto indicato dal fantomatico padre Francesco. Le indagini, indirizzatesi nel luogo in cui era stata inviata la somma, e precisamente la provincia di Catania, hanno così permesso di risalire a colui che aveva materialmente ritirato il denaro e che era il medesimo che si era finto sacerdote. Si trattava, quindi, di un pregiudicato, la cui firma, apposta all’atto del ritiro del vaglia, era già nota alle forze dell’ordine: il malvivente avrebbe, infatti, già portato a termine analoghe truffe a persone molto vicine alla Chiesa, su tutto il territorio nazionale. m.b.