La Fiaccola Benedettina e il Corteo Storico accolti dal Papa

9 marzo 2010 0 Di redazione

Una rappresentanza della Comunità Monastica dell’Abbazia di Montecassino accompagnata dal Priore di Montecassino, Dom Giuseppe, 7 atleti del CUS di Cassino, la Fondazione San Benedetto insieme a più di cinquanta figuranti in costume del Corteo Storico Terra Sancti Benedicti saranno accolti in udienza da Papa Benedetto XVI mercoledì 10 marzo 2010 in Vaticano.
Sarà una colorata e festosa delegazione accompagnata dai Gonfaloni dei Comuni della Diocesi. In un clima di allegria e grande suggestione, il Corteo in costumi medievali, perfettamente ricostruiti, porterà a Roma il brio e l’euforia dell’evento della primavera, ovvero “I Giorni di San Benedetto”, le celebrazioni del Patrono d’Europa che avranno luogo a Cassino e all’Abbazia di Montecassino fino al 21 marzo. Saranno presenti tutti i rappresentanti del Corteo: nobili, popolani, damigelle, artigiani, mercanti, milizia, vessilliferi.
Momento di grande suggestione mercoledì sarà quello della benedizione della fiaccola San Benedetto Patrono d’Europa, portata da un atleta del CUS dopo l’accensione della stessa nella cattedrale di Colonia il 27 febbraio scorso, fiaccola che arriverà il 13 marzo a Cassino per il culmine delle celebrazioni.

Celebrazioni che trovano sa sempre nel Corteo uno dei momenti più ricchi di suggestioni. Nella ricostruzione di ricchi e fiabeschi costumi nobiliari, nei damaschi, nei velluti, nelle trine, nelle danze cortesi, il Corteo Storico Terra Sancti Benedicti, che dopo l’appuntamento romano sfilerà per le vie di Cassino il 14 e il 21 marzo animando i festeggiamenti con una spettacolare sfilata di 450 figuranti, che rievocano i fasti della Signoria Monastica Cassinese ai tempi dell’Abate Bernardo Ayglerio (XIII-XIV secolo).
Il Corteo Storico Terra Sancti Benedicti ricostruisce in modo molto suggestivo il Medioevo nella Terra di San Benedetto. La manifestazione prevede momenti molto spettacolari, nei quali è coinvolta l’intera cittadinanza, come la presentazione dei Gonfaloni, la Rievocazione del Tributo a San Benedetto e l’Arrivo della Fiaccola di San Benedetto, con la Proclamazione del Messaggio di Pace alla presenza degli Ambasciatori degli Stati d’Europa, la Rievocazione del Giuramento della Milizia al Successore di San Benedetto e la Processione.
San Benedetto si celebra con brio gioioso, in una festa di folklore, rievocazione storica, musica, antichi sapori. Nella cittadina in provincia di Frosinone e nella celebre Abbazia, anche quest’anno la storia si ripete, facendo vibrare il fascino dei secoli e risplendere in tutta la sua attualità la lezione del Santo asceta, un messaggio di gioia, apertura, accoglienza e condivisione.
Il cuore delle suggestive celebrazioni, che hanno luogo tra il 12 e il 21 marzo, primo giorno di primavera, prevede un calendario fittissimo di iniziative a Cassino e dell’Abbazia di Montecassino, il monastero benedettino più importante del mondo, che diventa il crocevia della cultura europea all’insegna dell’incontro, del dialogo, della pace e della speranza.
“I Giorni di San Benedetto” sono organizzati dall’Abbazia di Montecassino, dalla Fondazione San Benedetto, con il Patrocinio del Senato della Repubblica, della Camera dei Deputati, della Regione Lazio, della Provincia di Frosinone, del Comune di Cassino e il contributo dell’Università di Cassino.