Ucciso da un cinghiale, l’animale recide l’arteria del braccio ad un 80enne

28 settembre 2010 4 Di redazione

E’ stato trovato esanime nel suo orto a Roccamontepiano (Ch). A ritrovare il cadavere dell’80enne è stato ieri il figlio. Pare che ad ucciderlo sia stato un grosso cinghiale che gli avrebbe reciso l’artesia del braccio. La presenza sul posto dell’animale sarebbe stata testimoniata da evidenti impronte e, secondo la ricostruzione fatta, pare che il cinghiale abbia morso l’arto dell’anziano recidendogli l’arteria. L’uomo, quindi, sarebbe caduto e svenuto morendo, quindi, per dissanguamento. Una tragedia che ha lasciato allibita l’intera cittadinanza. Fino ad oggi i cinghiali avevano provocato danni all’agricoltura o, al massimo, creato disagi alla circolazione causando incidenti stradali. Da ieri, si annovera anche una prima vittima per aggressione diretta.