“Mondi in pellicola, il film come interpretazione”, torna Convivium

20 ottobre 2010 0 Di redazione

Sabato 23 ottobre, torna il gradito appuntamento con gli amici di “Convivium”. Giunto al settimo incontro, a dimostrazione che ormai quest’evento si sta imponendo nel panorama culturale della Ciociaria…e non solo.. Sarà, come sempre lo splendido hotel “Best Western Fiuggi Terme” che accompagnerà la serata con il solito menù di primissimo livello. Il tema di questo settimo meeting sarà curato dal prof. Giovanni Curtis che accompagnerà tutti i “convivianti” in un viaggio alla scoperta del cinema d’autore: “Mondi in pellicola, il film come interpretazione”, questo il titolo della serata. L’idea di fondo è quella di mostrare delle sequenze cinematografiche e provare a scoprirne, attraverso una lettura analitica, il senso e, talvolta, il velo che le avvolge. Il cinema del resto è sempre una lettura del mondo, non diversamente da come avviene per un testo filosofico, politico o sociologico. E’ questo che rende il film un testo aperto alle interpretazioni e utile a spiegare e coadiuvare qualsiasi altra disciplina.
Per questo motivo verranno proiettate delle sequenze di film noti e meno noti, ma tutti ugualmente importanti nel panorama cinematografico nazionale e internazionale. Film conosciuti come “Il gattopardo” (1963) di Luchino Visconti si alterneranno a film meno noti, ma di grande interesse come, sempre a titolo d’esempio, “Cane di paglia” (1971) di Sam Peckinpah, al fine di registrare come talvolta basti una semplice scena per capire la filosofia di fondo del regista.
Proveremo così a capire, seppur in sintesi, il senso che si ricava e i sistemi che si possono adottare per giungere a una corretta interpretazione del film. Lo scopo del percorso è riuscire a vedere le opere con uno sguardo diverso, uno sguardo critico sui diversi piani di lettura che restano la prerogativa di un film che aspiri a non farsi giudicare mediocre o privo di originalità. Il prof. Giovanni Curtis è un esperto di cinema e comunicazione. E’ docente nella prestigiosa università “Sapienza” di Roma, all’università di Cassino e all’ ISIA design di roma e Pescara. Ha pubblicato diversi testi: “Lo sguardo negato. Alterazioni dell’immagine audiovisiva” (Pisa 2007), “Identità defigurate” in passages a cura di A. Ottai (Roma 2008), e “Cinema nostrum. Registi, attori e professionisti ciociari del cinema”. Oltre a scrivere su riviste e quotidiani è autore della sezione “Linguaggio cinematografico del dizionario della comunicazione curato da D. E. Vigano (Roma 2009).