Giorno: 24 ottobre 2010

24 ottobre 2010 3

Marchionne (Fiat): “Io in politica? No, sono metalmeccanico”

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

“Scendere in politica? Ma che siamo Pazzi? Io faccio il metalmeccanico”. Lo ha detto Sergio Marchionne rispondendo alle domande di Fabio Fazio, questa sera, nel programma “Che Tempo che Fa”. Una “chiacchierata” a 360° durante la quale l’amministratore delegato della Fiat ha anche risposto alla domanda sul perché un ragazzo oggi dovrebbe essere orgoglioso di entrare in una fabbrica e fare l’operaio? “Per l’orgoglio di fare, di realizzare qualcosa che non è da tutti”. In mezzo, però, una cruda ricostruzione della realtà dei fatti industriali italiani, europei e mondiali. “Se dovessimo tagliare la parte italiana, la Fiat farebbe di più. Non si può gestire un’impresa in perdita per sempre”. Gli esempi portati sono chiari. “I poco più di seimila dipendenti dell’unico stabilimento polacco producono lo stesso di quanto producono gli stabilimenti italiani”. Una affermazione, quella di Marchionne con cui il general manager ha voluto rimarcare la necessità di un cambiamento in Italia. Ha rimarcato la necessità sociale di far sopravvivere lo stabilimento di Pomigliano d’Arco (20 mila dipendenti) anche perché in Campania la Camorra è forte. A proposito di nuovi modelli auto per il rilancio dell’azienda, Marchionne ha detto: “Di nuovi modelli ne abbiamo quanti se ne vuole, dobbiamo però dare ai nostri stabilimenti la possibilità di produrre ed esportare, gli impianti devono essere competitivi, altrimenti non possono produrre e vendere niente”. Sul piatto, Marchionne ha messo l’aumento degli stipendi da equiparare a quelli degli operai di altri Paesi europei più evoluti ma, la competitività in Italia deve crescere e staccarsi dal fondo della classifica europea e non solo. “Siamo al 118 posto su 139 in termini di efficienza sul lavoro”. Non è possibile governare uno stabilimento di 5 o 6 mila persone quando bastano solo tre persone a bloccare le linee e mandare tutti a casa. Una situazione, questa, che secondo il manager, non solo crea disagio alla Fiat ma che mantiene lontano gli investimenti stranieri. Er. Amedei

24 ottobre 2010 0

Violenza sulla strada, danneggia un’auto parcheggiata e picchia il proprietario

Di redazione

La violenza urbana si è affacciata, la notte scorsa, anche a Cassino dove un automobilista ha picchiato un uomo che chiedeva solo ragioni in merito al danno subito dalla sua auto in seguito ad un incidente stradale. L’episodio è avvenuto all’una circa all’incrocio tra via Lombardia e via XX Settembre di fronte al bar Shining. E’ stato lì che una Citroen guidata da un giovane, si è schiantata contro una Golf. Il proprietario dell’auto danneggiata è uscito proprio dal vicino bar e dopo qualche parola, ma il giovane alla guida della Citroen, gli ha sferrato due pugni prima di dileguarsi abbandonando anche la sua auto. Forse ha preferito non farsi trovare dagli agenti di polizia che, in particolar modo il sabato sera, sono muniti di etilometro. Ermanno Amedei

24 ottobre 2010 0

Meteo, pioggia, vento forte e neve (sopra i 1000 metri) su tutto il Paese

Di redazione

Come anticipato nella giornata di ieri, una profonda saccatura proveniente dal nord-europa sta interessando il nostro paese, apportando condizioni di marcata instabilità su gran parte delle regioni italiane e, dalla giornata di domani, un abbassamento delle temperature dal Nord in estensione sul centro Italia. Sulla base dei modelli disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso un nuovo avviso di avverse condizioni meteorologiche, che integra ed estende quello già diramato ieri e che prevede, dalla serata di oggi, domenica 24 ottobre, precipitazioni diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale di forte intensità, accompagnate da attività elettrica e forti raffiche di vento, sulle Regioni del Sud e del Nord Italia. Previste inoltre moderate nevicate sulle zone alpine e prealpine, con quota neve iniziale intorno ai 1400-1600 metri, in abbassamento nella giornata di domani, lunedì 25 ottobre, fino a 900-1100 metri, in estensione anche sui rilievi appenninici settentrionali. L’aumento della ventilazione porterà, nella giornata di domani, venti forti, da ovest, nord-ovest sulla Sardegna in estensione sulla Sicilia, e, in successiva rotazione dai quadranti occidentali, sulle regioni ioniche, dai quadranti nord-orientali, invece, sulle zone adriatiche settentrionali e tirreniche centrali. Potranno verificarsi mareggiate lungo le coste esposte. Il Dipartimento della Protezione Civile continuerà a seguire l’evolversi della situazione in contatto con le Prefetture, le Regioni e le locali strutture di protezione civile.

24 ottobre 2010 0

Usura, Viaggio dell’Italia delle vittime. Tappa a Frosinone

Di redazione

“Il fenomeno devastante delle vessazioni bancarie ha già assunto caratteri di rilevanza sociale”. Così l’On. Scilipoti (IDV), Presidente del Forum Nazionale Antiusura Bancaria,in riferimento al suo viaggio itinerante che lo sta portando in tutte le regioni d’Italia a tutela dei consumatori e contribuenti. Approdato in Umbria, in compagnia di Emidio Orsini e dei responsabili regionali e provinciali del Forum, il deputato ha incontrato giornalisti, amministratori e magistrati, tra i quali il Presidente della Corte d’Appello, Dott. Vladimiro De Nunzio, ribadendo, tra i numerosi argomenti sull’usura, sui comportamenti poco etici di quelle Banche, numerose, che hanno applicato e che applicano tassi usurari nei crediti e che hanno distrutto e stanno distruggendo migliaia di piccole aziende e di famiglie. “Quando le Banche vogliono recuperare un credito apparentemente non liquidabile, richiedono al giudice l’emissione di un decreto ingiuntivo sui beni dei debitori. Voglio mettere in particolare evidenza quelle dichiarazioni sottoscritte dai dirigenti bancari, che attestano la certezza del credito, per ottenere Decreti Ingiuntivi facilmente esecutivi e che, nella maggior parte dei casi, potrebbero risultare non vere”. “Gli accertamenti dei Giudici, purtroppo, giungono dopo lunghe e costose azioni civili; nel frattempo – prosegue l’On. Scilipoti – le Banche che hanno ottenuto le provvisorie esecuzioni per somme che potrebbero essere non vere, hanno tutto l’agio di svendere alle aste pubbliche il patrimonio delle vittime bancarie”. “Diciamo basta a questi soprusi – conclude l’On. Scilipoti – tuteliamo la legalità e la gente che lavora: uniti, possiamo vincere”. La stessa denuncia sarà rappresentata dall’On.Scilipoti, Presidente del Forum Nazionale Antiusura Bancaria alle Autorità locali in occasione del Convegno dal titolo :”Le criticità dell’Usura Bancaria e l’educazione al Buon Uso del Denaro” che si terrà venerdi 10 dicembre prossimo a Frosinone.

24 ottobre 2010 0

Omicidio Scazzi, città chiusa ai turisti del macabro

Di redazione

Una delibera comunale di chiusura delle strade in cui abitava Sara Scazzi e Sabrina Misseri, non bastano a tener lontano le folle di curiosi provenienti da tutto il centro Italia. Avetrana, ormai, sarà a lungo ricordata per la drammatica storia della 15enne uccisa dallo zio aiutato dalla figlia Sabrina. Dalla Calabria, Basilicata e dalla stessa Puglia sono arrivati in paese, i pullman turistici; vere e proprie gite per ripercorrere le tappe dell’orrore. Un quadro sconcertante, di fronte al quale, il primo cittadiono di Avetrana ha tentato di porre rimedio chiiudendo appunto le strade. Un tentativo poco efficace ma che comunque detta un primo segnale per arginare il fenomeno squallido. Ieri, i genitori di Sara, hanno voluto visitare per la prima volta il pozzo dentro il quale la 15enne era stata gettata da Michele Misserio dopo lo strangolamento. Intanto sono state pubblicate le registrazione della confessione di Michele, nelle quali si sente iul reo confesso indicare agli inquirenti dove aveva sepolto il corpo. Misseri, inoltre ha raccontato di aver sognato tutte le notti Sara, dicendo che le chiedeva di andarla a prendere in quel fosso, perché era nuda e aveva freddo.

24 ottobre 2010 0

Pallavolo / Litterio premiato quale miglior tecnico della Federazione Chieti

Di redazione

Sarà per i risultati dello scorso anno, sarà perché è sempre lì 🙂 in fondo a qualche finale, alla fine hanno dovuto dirglielo: sei un gran … tecnico! Si perchè la Federazione Pallavolo di Chieti ha deciso di premiare Daniele come miglior tecnico provinciale e domani nell’ambito dello “Special Day” che viene organizzato annualmente dalla Federazione provinciale per fare il punto sulla situazione tecnica ed organizzativa della pallavolo locale, consegnerà per mano del presidente Bisignani un attestato del lavoro svolto dall’allenatore lancianese in generale ed in particolare sui settori giovanili. Chiaramente Daniele Litterio lavora da trent’anni sui campi di volley (allena da quando aveva 17 anni) e non è solo questo ultimo anno a lucidare il suo curriculum, ci sono 10 anni di campionati nazionali, di atlete ed atleti inviati nei raduni pre-nazionali o che militano in campionati nazionali di tutti i livelli che confortano il suo lavoro, ultimamente per affinare la sua preparazione si sta dedicando al “coaching” e alla programmazione neuro linguistica, per la “gioia” delle sue ragazze! Anche la società riceverà un riconoscimento per aver meritato la qualifica di “Scuola di Pallavolo” cioè società che lavora in modo qualificato e progettuale con gli istituti scolastici locali

24 ottobre 2010 0

L’incubo del punteruolo rosso negli allarmi lanciati dall’IdV

Di redazione

“Dopo l’allarme lanciato sul “Punteruolo Rosso” e l’interrogazione del consigliere regionale Gianfreda, continuano ad arrivare segnalazioni sulla piaga delle palme”. Un mese fa Giovanni D’Agata, Componente del Dipartimento Tematico Nazionale “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori e fondatore dello “Sportello dei Diritti” segnalava l’emergenza nazionale “Punteruolo Rosso” ed i rischi economici che questo piccolissimo, ma temibilissimo insetto, avrebbe portato nel Nostro Paese se si fosse continuato a non intervenire sul Territorio con massicce campagne di debellazione del coleottero”. “A cogliere immediatamente l’appello lanciato, unico e solo in Italia, è stato il Presidente della IV commissione permanente della Regione Puglia il consigliere regionale Aurelio Gianfreda (Turismo, Industria Alberghiera, Commercio, Industria, Artigianato, Agricoltura, Acqua, Acquacultura e Pesca) che ha presentato un’interrogazione all’Assessore all’agricoltura per valutare l’opportunità d’interventi urgenti in materia al fine di porre un argine al fenomeno che comporterà quasi certamente costi sociali di notevole entità se non verrà fermato in tempo utile. Dopo l’allarme, sono arrivate decine di segnalazioni da ogni parte d’Italia e a mò d’esempio abbiamo deciso di pubblicare alcune foto di due palme di 65 anni d’età che in data odierna sono state letteralmente sradicate da un autogrù con grande rammarico per la famiglia proprietaria, dopo che erano morte a causa del ritardo nell’intervento di salvataggio. Lecce, 24 ottobre 2010 Giovanni D’AGATA Componente del Dipartimento Tematico Nazionale “Tutela del Consumatore”

24 ottobre 2010 0

Il libro “Brigante se more” di Bennato e il cd Terra di Fuoco degli Mbl presentati in Provincia

Di redazione

Il 27 ottobre 2010 a Frosinone, presso il salone di rappresentanza del Palazzo dell’Amministrazione Provinciale, saranno presentati il libro firmato da Eugenio Bennato “Brigante se more” e il cd degli MBL- Musicisti del basso Lazio “Terra di Fuoco”. L’appuntamento per tutti è alle ore 18.00 con ingresso libero. Nelle pagine del libro “Brigante se more” Eugenio Bennato, fondatore del movimento Taranta Power e ricercatore della musica del Sud, narra la storia delle ballata omonima scritta insieme a Carlo D’Angiò nel 1979 per lo sceneggiato L’eredità della Priora di Anton Giulio Majano. Il brano è un vero e proprio inno per tutti coloro che si sentono legati al mondo della musica folk e popolare. La canzone ha fatto conoscere a tutti la storia dell’emigrazione e del brigantaggio, raccontando la ribellione dei meridionali all’invasione piemontese del 1860, diventando l’emblema di tante altre storie di ribellione e lotta. Nel volume Bennato descrive il percorso umano e creativo che lo ha portato alla composizione di Brigante se more, approfondendo l’affascinante storia di alcuni tra i più celebri briganti di fine Ottocento: Ninco Nanco, Carmine Crocco e Michelina De Cesare. Il libro è in vendita dal 30 settembre in tutte le librerie italiane. Nella stessa occasione sarà anche presentato il nuovo cd degli MBL – Musicisti del Basso Lazio, il progetto musicale firmato Benedetto Vecchio “il Brigante ciociaro”, dal titolo “TERRA DI FUOCO”. Al cd ha collaborato anche Eugenio Bennato, che ha ritrovato nell’operazione il tema a lui caro del brigantaggio. Il lavoro, stimolato dalle ricerche fatte negli ultimi 3 anni da Benedetto Vecchio insieme a Damiano Parravano, che hanno realizzato gli arrangiamenti con il gruppo MBL, trae ispirazione da tutti gli eventi bellici combattuti dall’unità d’Italia all’epoca contemporanea. Tra i 12 bellissimi brani contenuti in “Terra di Fuoco” c’è la ballata storica scritta a quattro mani con Eugenio Bennato intitolata “Il brigante Domenico Fuoco”, che racconta la vera storia di un ex sergente dell’esercito Borbonico di S. Pietro Infine ucciso dopo 10 anni di guerriglia antipiemontese in una grotta sulle montagne appenniniche tra Picinisco e Settefrati. Gli altri brani sono “Sulle Mainarde”, “Ragno, mosca e more”, “Non me ne pento”, “Balla cu me”, “Collelungo”, “Il Maggio di Esperia”, “Danza nel cosmo”, “Cassino 1944”, “Il brigante Domenico Fuoco II”, “Saltaranta”, “Monna Casale”. Una curiosità: l’antica filastrocca “Ragno, mosca e more” è cantata anche dal nonno di Benedetto Vecchio, Antonio, utilizzando una registrazione originale del 1971. Il lavoro esce con la CNI (Compagnia Nuove Indie), etichetta del noto discografico Paolo Dossena che tra l’altro lanciò Luigi Tenco.

24 ottobre 2010 0

Doposisma, forum conclusivo sulla ricostruzione sociale

Di redazione

Pierluigi Biondi, sindaco di Villa Sant’Angelo, presenta oggi a Roma “Casa dell’Accoglienza per la Famiglia e la Gioventù” C.A.S.A. è il progetto ideato dal sindaco di Villa Sant’Angelo, Pierluigi Biondi, che verrà presentato oggi a Roma nel corso dell’incontro conclusivo promosso dalla Onlus ‘L’Aquila siamo noi’, nell’ambito della manifestazione “L’Ambasciata dell’Aquila a Roma”. Il progetto si propone come obiettivo la realizzazione di una struttura polivalente che sorgerà su di un terreno di proprietà comunale dove precedentemente esisteva la Casa delle Associazioni, fabbricato che è stato sottoposto ad ordinanza di demolizione a seguito del sisma. L’edificazione interessa un’area complessiva di 3000 metri cubi, sviluppabili su più livelli, con spazi comuni per lo svolgimento di attività culturali e sociali, un luogo dove far incontrare le esperienze post-terremoto, dialogare e organizzare momenti di incontro e di confronto. “Le generazioni a cavallo dei 15/25 anni rappresentano, oggi, la vera emergenza sociale del territorio colpito dalla tragedia del terremoto: lo testimoniano gli indicatori di disagio che parlano di aumenti vertiginosi degli abusi alimentari e del consumo di alcolici – rivela il primo cittadino del comune aquilano – colpa della mancanza di certezze, dei punti di riferimento classici, di strutture aggregative; la priorità, quindi – prosegue Biondi – è di educare ad una nuova cultura dell’impegno in campo civile, sociale, culturale, professionale e artistico per riacquistare la consapevolezza delle proprie capacità, attraverso lo scambio delle reciproche conoscenze, competenze e inclinazioni affinché torni a riaffermarsi la voglia di protagonismo nel progetto di rinascita complessivo del territorio aquilano”. Al dibattito sul tema “La Rinascita dell’Aquila passa attraverso la ricostruzione di un forte e coeso tessuto sociale”, interverranno tra gli altri: Adriano Perrotti, Consigliere Comunale dell’Aquila, Roberto Campo, Segretario della UIL Abruzzo, Sigilfredo Riga, Presidente ACLI Abruzzo (Associazioni cristiane lavoratori italiani) e Roberto Museo, Direttore del CSVnet (Coordinamento Nazionale dei Centri di Servizio per il Volontariato). Saranno presenti inoltre: Laura Marsilio, Assessore alla Scuola, alla Famiglia e all’Infanzia di Roma Capitale e Dino Gasperini, Consigliere Comunale e Delegato del Sindaco per il Centro Storico di Roma. Al termine dell’incontro verrà consegnata una targa di ringraziamento a Franco Gabrielli, Vice Capo della Protezione Civile, per l’impegno profuso e la dedizione dimostrata nel coordinare tutte le fasi dell’emergenza terremoto.

24 ottobre 2010 1

Si schianta con la moto, perde la vita un 24enne

Di redazione

Sarebbe dovuta essere l’ultima uscita stagionale con la moto, è stata, invece, l’ultima cosa che ha fatto nella sua vita. Emanuele Lunetti 24 anni di Monte San Giovanni Campano è morto ieri sera sulla strada provinciale che da Chiaiamari porta a Colli. Il giovane, poco prima delle 21, era in sella alla sua moto quando ne ha perso il controllo finendo per schiantarsi. Prontamente soccorso è stato trasportato in ospedale a Frosinone ma, poco dopo, è morto.