Legge sulla casa, Iannarilli: “Bene, ma anche le proposte del consiglio provinciale vanno considerate”

8 ottobre 2010 0 Di redazione

“Il Presidente del Consiglio Regionale, Mario Abbruzzese, ha comunicato l’inizio dell’iter legislativo della proposta di modifica della legge sulla casa (21/2009). Non possiamo che esserne lieti, perché la legge che si va a modificare è iniqua e penalizzante per la nostra provincia, una legge varata dall’Amministrazione Marrazzo e evidentemente confezionata dai romani per le esigenze di Roma.
Nell’occasione, ripeto, molto lieta, tengo a ricordare che presso la Presidenza del Consiglio Regionale è presente anche la proposta di modifica alla legge sulla casa varata dal Consiglio provinciale di Frosinone presentata il 14 giugno 2010 e noi speriamo che i contenuti della nostra proposta vengano presi in considerazione così che si giunga ad un testo unificato da proporre al Consiglio regionale.
Per fare un esempio concreto focalizziamo l’attenzione sul fatto che nella nuova proposta di legge sia rimasto il vincolo del parere obbligatorio dei Consorzi di bonifica su ogni progetto. Un altro esempio: sono state cancellate le norme che tendevano a snellire i procedimenti delle variazioni agli strumenti urbanistici e le approvazioni dei piani attuativi sono rimaste di competenza (e non se ne vede una ragione ) della Regione. Speriamo, dunque, in una possibile e fattiva collaborazione nell’interesse di tutti i territori”.