Contrari al Ddl Gelmini, gli studenti di ingegneria occupano il tetto alla Folcara

29 novembre 2010 0 Di redazione

Gli studenti universitari della facoltà di ingegneria di Cassino, dopo aver partecipato alle proteste studentesche contro il Decreto Legge Gelmini a Roma, hanno deciso di protestare anche nella città mrtire. Questa mattina sono partiti dalla loro facoltà in via Di Biasio e, in corteo, sono arrivati in via Sant’Angelo dove alla Folcara c’è la principale struttura universitaria. Al loro fianco, oltre ad alcuni ricercatori, c’era anche il preside di Ingegneria Giovanni Betta. Si sono quindi arrampicati fino sopra il tetto della struttura e hanno appeso i loro striscioni di protesta. “Il Ddl Gelmini – ha detto Cristian ljiljanic rappresentante del senato studenti – è un vile tentativo di trasformare l’università pubblica in fondazione. Sono previsti tagli indiscriminati che vanno a ledere non solo i ricercatori ma anche gli studenti basti pensare che le borse di studio saranno tagliate del 90 %. Il Miur – ha detto anche lo studente rappresentante – ha stimato che l’università perderà nel prossimo trimestre 5 miliardi di euro a fonte dei finanziamenti delle strutture private che riceveranno 25 milioni di euro”.