Una politica attiva contro i danni da vita sedentaria per i bambini della provincia di Frosinone

18 novembre 2010 0 Di admin

Si è tenuta questa mattina, presso il Salone di Rappresentanza della Provincia di Frosinone, la presentazione del progetto integrato per l’Alfabetizzazione motoria e del progetto “Gioco sport” nella provincia di Frosinone.

Presenti gli assessori provinciali allo Sport e alla Pubblica Istruzione, Massimo Ruspandini e Gianluca Quadrini, il presidente del Coni provinciale, prof. Luigi Conte e il rappresentante per l’educazione fisica del Provveditorato agli Studi di Frosinone, Marini.

Il progetto di Alfabetizzazione motoria, secondo le linee guida nazionali, concordate tra il Comitato Nazionale Olimpico e il Ministro dell’Università, mira ad attuare un piano di attività motoria per la Scuola Primaria in risposta ai crescenti allarmi della comunità scientifica sulle conseguenze della sedentarietà e di non corretti stili alimentari e di vita tra la popolazione giovanile.

Il continuità con questo primo progetto è stato pensato anche il progetto “Gioco Sport” per le classi quarta e quinta della Scuola Primaria.

“Vogliamo perseguire – ha detto l’assessore allo Sport, Ruspandini – tre grandi obiettivi di intervento: 1) riconoscere la pratica motoria, fisica e sportiva come uno degli strumenti efficaci per un percorso educativo duraturo:

2) identificare l’attività ludico-motoria e di Giocosport come occasione per sviluppare corrette posture, una buona motricità generale ed acquisire stili di vita attivi insieme ad abitudini alimentari corrette;

3) educare alla salute, all’inclusione sociale, all’accoglienza, alla relazione tra i bambini accomunati nel gioco dall’entusiasmo, dall’emozione, dalla scoperta, dall’impegno e dalla passione”.

“Il progetto sperimentale della scuola dell’infanzia – dice l’assessore alla Pubblica Istruzione, Quadrini – mi sembra estremamente interessante e voglio congratularmi con il Coni per l’ottima organizzazione di tutto il progetto al quale partecipiamo con convinzione. Ci poniamo, insieme, l’obiettivo di promuovere il movimento razionale nelle forme più semplici e l’approccio alle prime forme di attività percettive, sensoriali e coordinative. Per tutto questo l’impegno anche economico messo in campo dai partner è considerevole. Dal prospetto economico riferito alle scuole già coinvolte nel progetto “Gioco Sport” nella nostra provincia si vede come sia stata impegnata la cifra di 275.400 euro suddivise nelle scuole dei vari centri, con una media di 450 euro per classe”.

“Con questi progetti – ha detto, tra l’altro, il presidente Conte – contribuiamo in modo concreto ed efficace ad un’armonica, sana e completa crescita dei bambini della Scuola Primaria della nostra provincia. Interveniamo per insegnare loro un sano e dinamico stile di vita personale, sociale e civile e. inoltre, li sollecitiamo nelle diverse forme di talento”.