Giorno: 23 dicembre 2010

23 dicembre 2010 0

Meteo, per la vigilia di Natale maltempo anche al sud e sulla Sicilia

Di admin
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Raggiungerà nelle prossime ore anche le regioni meridionali la perturbazione atlantica che sta transitando da qualche giorno sul nostro Paese, determinando condizioni di instabilità su gran parte delle regioni italiane.

Sulla base dei modelli disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile ha emesso per la giornata di domani un ulteriore avviso di avverse condizioni meteo che integra ed estende quelli diffusi nei giorni scorsi. L’avviso prevede precipitazioni, anche a carattere di rovescio o temporale di forte intensità e che potranno essere accompagnati da raffiche di vento ed attività elettrica, sulle regioni meridionali e sulla Sicilia, con fenomeni più diffusi e frequenti sui settori tirrenici peninsulari.

Alla luce dell’evoluzione meteorologica, a quanti si troveranno in viaggio nelle zone interessate dal maltempo per le festività natalizie si raccomanda particolare cautela nella guida, moderando la velocità, rispettando le distanze di sicurezza e informandosi preventivamente sulle condizioni della viabilità per il percorso che si intende seguire.

Il Dipartimento della Protezione Civile continuerà a seguire l’evolversi della situazione in contatto con le Prefetture, le Regioni e le locali strutture di protezione civile.

23 dicembre 2010 1

Zavattaro: «La chiusura del Pronto Soccorso a Casoli e Gissi non è opera nostra»

Di admin

«Nessun cambiamento è stato apportato dalla Direzione Generale della Asl Lanciano Vasto Chieti all’organizzazione dei percorsi di emergenza e all’attività dei Punti di Primo Intervento degli ospedali di Casoli e Gissi, perché l’Azienda si è limitata a confermare i contenuti di una disposizione adottata nel 2006, nella quale già si delineava il ruolo e il funzionamento di queste strutture»: il direttore generale, Francesco Zavattaro, intende fare chiarezza a proposito degli ex Pronto Soccorso dei due presidi, anche alla luce delle sospensive concesse di recente dal Tribunale amministrativo regionale.

Già con una disposizione del 4 luglio 2006 il direttore generale dell’epoca, Michele Caporossi, stabiliva che dal successivo 10 luglio i Pronto Soccorso di Casoli e Gissi sarebbero stati trasformati per il periodo estivo in Punti di Primo Intervento. Tale organizzazione divenne poi definitiva a partire dal 18 settembre 2006 con una successiva nota del Direttore sanitario aziendale, Alfredo Cordoni. Con un’altra delibera, la n. 1.034 del 13 dicembre 2007, Caporossi stabiliva inoltre l’«assoluto divieto di trasportare pazienti acuti» negli ospedali di Casoli e Gissi, indicati come «stabilimenti» nei quali «è presente un Punto di Primo Intervento, la Radiologia è in funzione dalle ore 8 alle ore 14 nei giorni feriali e l’Anestesista è presente solo in concomitanza con le attività chirurgiche in Day Surgery». La delibera stabiliva, inoltre, il trasporto dei «pazienti critici» presso «i Centri maggiori».

La riconversione degli ex ospedali di Casoli e Gissi in Presidi territoriali di assistenza (PTA), decisa la scorsa estate dalla nuova Direzione Generale, ha mantenuto inalterate la presenza e l’organizzazione dei Punti di Primo Intervento. Questi ultimi, pertanto, come già avviene dal 2006, continuano a garantire la prima assistenza sul territorio, salvo trasportare i pazienti nell’ospedale più idoneo in base alla patologia riscontrata. Esattamente come è avvenuto finora.

Nulla, pertanto, nella gestione delle emergenze e urgenze è stato sottratto ai pazienti delle aree di Casoli e Gissi. La Direzione Generale della Asl, tramite i PTA, sta invece cercando di offrire ai cittadini un nuovo modello di assistenza progettato in base al fabbisogno di servizi sanitari effettivamente espresso dal territorio.

23 dicembre 2010 0

Truffa online a conduzione familiare, tre denunce

Di admin

Finisce sotto la lente di ingradimento della Polizia delle Comunicazioni una famiglia campana. Padre, madre e figlia 24enne, residenti nel casertano, si inventano venditori telematici. Dopo essersi registrati su un conosciuto sito di vendite telematiche, la famigliola procede ad offrire ad un prezzo stracciato un televisore di ultima generazione. Immediate le richieste degli ignari acquirenti i quali, dopo aver effettuato il pagamento con carta di credito postepay intestata alla signora, non hanno mai ricevuto la merce. Inutili le sollecitazioni dei malcapitati ai quali veniva risposto che il pacco era regolarmente partito. Passano i mesi ma nessuna traccia del televisore e neanche della famiglia che nel frattempo aveva eliminato l’inserzione sul sito commerciale. Le indagini della Polizia hanno consentito di individuare la famiglia truffatrice e denunciarla per truffa a mezzo di internet.

23 dicembre 2010 0

Operazione “Shot 2009”, cocaina tra Abruzzo, Calabria, Puglia e Lombardia, tre calabresi arrestati

Di admin

Durante la mattinata odierna, nei comuni di Francavilla al Mare e San Giovanni Teatino, i carabinieri del comando provinciale di Chieti, sempre nell’ambito dell’indagine denominata “Shot 2009”, in esecuzione di un’ordinanza di misura cautelare, hanno arrestato le seguenti persone: -Cuppari Simone, 29 anni, calabrese residente nella provincia di Chieti, sottoposto a custodia cautelare in carcere; -Mesiano Antonio, 44 anni, calabrese residente nella provincia di Chieti, sottoposto a custodia cautelare in carcere; -Lopresti Giuseppe, 26 anni, della provincia di Reggio Calabria, agli arresti domiciliari; L’indagine, denominata “Shot 2009”, coordinata dalla D.D.A. de L’Aquila, veniva avviata dai militari del reparto operativo – nucleo investigativo nella seconda decade del mese di aprile 2009 ed ha consentito di: -acquisire sostanziali elementi di colpevolezza nei confronti dei destinatari dei provvedimenti restrittivi, indagati per associazione finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti, nonchè, a vario titolo, in ordine ad innumerevoli episodi di spaccio, traffico e detenzione illeciti in ingenti quantitativi di cocaina; -sequestrare kg 8,300 di cocaina ed arrestare in flagranza di reato tre pregiudicati – indagati nel medesimo procedimento penale – responsabili di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti; L’associazione criminale facente capo a pregiudicati di origini calabresi trapiantati in questa provincia da alcuni anni, dedita in via primaria all’illecita attività di reperimento, acquisto e cessione di ingenti quantitativi di cocaina, operava tra l’Abruzzo, la Calabria, la Puglia e la Lombardia con l’ausilio di autovetture opportunamente modificate ed idonee al trasporto dello stupefacente.

23 dicembre 2010 0

BPF Basket Cassino, grande festa di fine anno

Di redazione

Il Basket Cassino, Banca Popolare del Frusinate ha festeggiato insieme a tutti gli atleti e le loro famiglie l’arrivo delle imminenti festività natalizie con la conseguente sospensione delle attività sportive. Location dell’evento la Pizzeria Mammassunta a Cassino, uno dei partners commerciali di questa stagione. Oltre 175 partecipanti che hanno brindato tutti insieme regalandosi momenti di gioia e spensieratezza. L’evento ha coinvolto tutti gli iscritti al gruppo basket, a partire dagli oltre 90 iscritti del Minibasket con gli istruttori Nadia Mentella e Gianni Fionda, i ragazzi delle formazioni under 14-15-17-19-21 con gli allenatori Esposito e gli accompagnatori De Santis Cicchetti, Del Greco e Luciano, i componenti del Roaster della serie C con il Coach Luigi Pagano, l’assistente Coach De Rosa e il Direttore Tecnico Guido Gaveglia. Naturalmente non potevano mancare il Responsabile 1^ squadra Carlo Schiavi e il Segretario Felice Salzano, i dirigenti tutti al completo con il Presidente Dino Pagano a far gli onori della casa e con l’affabile collaborazione del Responsabile Area Finanza Lucia Pagano che ha coinvolto alcune mamme per la realizzazione di succulenti dolci cha hanno fatto la gioia di grandi e piccini.. A coordinare il tutto l’ufficio Marketing e Comunicazione con Michele Guida, Alfonso Salzano, Gabrile Grossi e il responsabile Max Marzilli. Durante la serata il responsabile dell’area Medica dottor Leonardo Manzari ha proiettato un interessantissimo studio sulla Postura degli atleti riferita alla prevenzione medica in ambito sportivo. I bambini sono stati intrattenuti da personale preposto con giochi e conivolgimenti ludici vari. Ospite della serata il General manager della Prima Veroli Basket Ferencz Bartocci che ha portato in regalo una maglia della formazione verolana con gli autografi dei giocatori, la maglia è andata all’asta e il ricavato della vendita euro 100 più euro cento offerti dalla società Basket Cassino sono stati devoluti in beneficenza a Thelethon 2010 per la ricerca sella distrofia muscolare, un gesto lodevole per suggellare una serata magica che ha suggellato e chiuso un 2010 ricco di soddisfazioni per il sodalizio cassinate con la speranza che il 2011 sia forviero di altre soddisfazioni.

23 dicembre 2010 0

A Vasto, prove di convergenza tra Udc e Pdl

Di redazione

“Il documento diffuso dal Pdl di Vasto chiarisce e va nel senso auspicato dall’Udc; se si mettono da parte particolarismi, autoreferenzialità e autocandidature, tutti i moderati si possono mettere intorno ad un tavolo”. Lo sostiene Antonio Menna, capogruppo regionale Udc. “L’Udc ha un proprio candidato e potrebbe correre da sola, come abbiamo già annunziato da tempo, o insieme alle altre forze politiche responsabili e riconducibili al Polo della Nazione che, nel frattempo, si vanno organizzando e strutturando” – ha aggiunto Antonio Menna. “Ma vuole privilegiare l’interesse della Città del Vasto. Per questo fondamentale scopo, è necessario ripartire da un programma amministrativo per il rilancio di Vasto, un programma articolato e concreto che consenta il recupero del suo ruolo di capoluogo del comprensorio vastese. Inoltre, famiglia, sociale e lavoro, turismo, Prg ed edilizia, ospedale, piano spiaggia, collegamenti rapidi per la A14 e per il futuro ospedale, riconversione dell’area industriale di Punta Penna, sono le priorità che l’Unione di Centro indica sin d’ora. Intorno al programma costruito con il contributo di tutti nel confronto con le associazioni, gli imprenditori, i sindacati e la società civile. Ognuno deve però fare un passo indietro ed assumere una posizione che ponga tutti sul medesimo piano, con pari dignità”, ha concluso Menna, “scegliendo il candidato sindaco forte e condiviso da tutti, senza primogeniture, che dovrà sconfiggere il Sindaco uscente”.

23 dicembre 2010 1

Trasportava cocaina “nascosta” tra il fetore di panni sporchi

Di redazione

La Squadra Mobile in nottata, ha arrestato ad Anagni un trentenne di Fiuggi che trasportava in auto 50 grammi di cocaina purissima. Lo stratagemma dello steward, questa l’attività del giovane arrestato, piuttosto originale è stato quello di nascondere la droga all’interno di un barattolo pieno di crema per il corpo. Il trentenne aveva architettato tutto a perfezione. Tornava da Roma con la propria famiglia, moglie e figlioletta di 4 anni dopo gli acquisti natalizi. Quel quantitativo di droga avrebbe consentito di mettere sotto l’albero tanti stupefacenti regali. Non è stato semplice per il personale della squadra Mobile recuperare la cocaina. L’uomo infatti temendo possibili perquisizioni aveva nascosto il barattolo in una sacca sportiva contenente indumenti il cui pessimo odore avrebbe confuso anche il fiuto più esperto.

23 dicembre 2010 0

Faceva pulizia anche… in cassaforte. Arrestata una domestica

Di redazione

Personale femminile della Polizia di Stato del Commissariato di Sora ha denunciato una 40enne che aveva precedentemente rubato dei preziosi e autrice di altri frutti sempre presso la stessa famiglia. Una professionista abitante a Sora aveva presentato due denunce per il furto di preziosi dalla propria abitazione. I fatti rappresentati, hanno concentrato l’attenzione sulla governante. Proprio ieri dopo che la domestica aveva completato le faccende, all’atto di andare via la professionista si è accorta dell’ammanco di una collana dalla sua custodia. L’intervento della Polizia e delle due poliziotte è stato provvidenziale dato che hanno fermato la domestica che si accingeva ad uscire dal portone della casa della denunciante. La stessa, con destrezza, ha tentato di disfarsi della collana gettandola per terra in mezzo a delle foglie ma veniva immediatamente recuperata dalle investigatrici. Una volta in Ufficio la domestica ha confessato di essere stata l’autrice dei furti denunciati e di aver portato l’oro presso un “Compro Oro” della zona, dove le poliziotte hanno rinvenuto alcuni monili non ancora fusi, riconosciuti come propri dalla denunciante e alla stessa restituiti. La donna è stata arrestata con l’accusa di furto aggravato.

23 dicembre 2010 1

L’assessore Bozza alla “Corte” del Ministro Tremonti

Di redazione

Ermando Bozza entra a far parte dei tavoli della riforma fiscale voluti dal Ministro Giulio Tremonti. La nomina, venuta direttamente da Roma, è certamente un motivo di grande soddisfazione e orgoglio, infatti, i suoi componenti (Tavoli) sono stati scelti tra i più qualificati esperti del settore a livello nazionale, direttamente dal Ministero dell’Economia. Bozza, che ricordiamo è anche Assessore alle Finanze del Comune di Lanciano, oltre ad essere Presidente dell’Ordine dei Dottori Commercialisti sempre a Lanciano, membro della Commissione Nazionale di Studi sulle norme di comportamento degli organi di controllo societario, già il 17 dicembre 2010 ha partecipato all’insediamento del Tavolo sulla “erosione fiscale” presieduto dal Dott. Vieri Ceriani, responsabile fiscale di Bankitalia, coadiuvato dal Dott. Attilio Befera, Capo dell’Agenzia delle Entrate, dalla Dott.ssa Fabrizia La Pecorella, Capo dipartimento delle Finanze e dal Dott. Marco Di Capua, Direttore Centrale Amministrazione. Il Tavolo “erosione fiscale” che si occuperà di mettere a fuoco vari aspetti tra i quali quelli dell’imposizione fiscale e quelli dell’eccezione per mezzo di una deviazione legale, tramite esenzioni, agevolazioni, regimi sostitutivi di favore fiscale, nella seduta del 17 dicembre scorso, ha fissato l’organizzazione del lavoro che consisterà nel vagliare le 242 forme di erosione fiscale previste dal sistema tributario allegate alla legge di bilancio, oltre che ad ampliare il campo di indagine anche alle fattispecie che riguardano i tributi locali come l’ICI e l’IRAP. I primi risultati del lavoro svolto dal Tavolo, saranno prodotti entro il mese di marzo 2011, mentre i lavori sono aggiornati al 15 gennaio 2011.

23 dicembre 2010 0

Abusivismo e “sospetti” allontanati, controlli dell’Arma

Di redazione

mercato dello stupefacente, immigrazione clandestina e abusivismo edilizio. Per contrastare questi fenomeni i carabinieri della comapagnia di Cassino agli ordini del capitano Adolfo Grimaldi e coordinati dal tenente Massimo Esposito, hanno compiuto un controllo straordinario sul territorio. L’attività di polizia, ha permesso di ottenere i seguenti risultati. C.S. e M.R., rispettivamente 73enne e 33enne da Cassino (FR), denunciati per abusivismo edilizio (art.44 DPR 380 del 6.6.2001), in quanto a seguito di controllo di fabbricato sito in questo centro si appurava che lo stesso era in corso di realizzazione con un permesso a costruire non conforme alla volumetria del fabbricato preesistente che aveva dato origine alla giusta autorizzazione. Il fabbricato in questione è stato sottoposto a sequestro; – 8 persone proposte per la misura di prevenzione del Rimpatrio con Foglio di Via Obbligatorio: S.G. 29enne dalla provincia di Caserta, Z.A., 32enne dalla provincia di Napoli, D.M. 32enne e M.F. 27enne entrambi della provincia di Salerno, C.L. e L.Z.V. 26enni, I.M.I. 22enne e D.M.. 21enne, tutti di nazionalità rumena residenti rispettivamente nelle province di Napoli, Roma, e Frosinone, pregiudicati per reati contro il patrimonio ed altro venivano sorpresi nel cassinate, mentre si aggiravano con fare sospetto nei pressi di attività commerciali, abitazioni isolate e zone industriali. Per questo sono state proposte per il foglio di via obbligatorio. Un veicolo oggetto di furto rinvenuto, sottoposto a sequestro penale in attesa della restituzione a legittimo proprietario.