Botte sull’autostrada: picchia vigili e poliziotti, 29enne condannato ad otto mesi

9 dicembre 2010 0 Di redazione

Otto mesi di reclusione ai domiciliari per il 29 enne di Roma che, domenica pomeriggio, ha aggredito e picchiato vigili del fuoco e agenti di polizia stradale sull’autostrada tra Cassino e Pontecorvo. La sentenza è stata emessa ieri dal tribunale di Cassino dopo aver ascoltato i testimoni. L’uomo, tifoso di una squadra locale della provincia di Roma, di ritorno dalla trasferta, è rimasto incolonnato nel traffico che si è creato a causa di un incidente stradale. Un camion si era ribaltato e i soccorritori stavano mettendo in sicurezza l’area quando il 29enne si è avvicinato e, probabilmenete ubriaco, ha iniziato ad inveire contro i vigili aggredendone due. Poi sono intervenuti gli agenti della polizia stradale e ne sarebbe nato un vero scontro fisico. Alla fine si sono contati calci all’inguine, costole, ginocchia e gomiti rotti, fino a quando l’uomo è stato immobilizzato e arrestato. Ieri, processato con rito per direttissima, è stato condannato ad otto mesi di reclusione e, considerando i precedenti, dovrà scontare ai domiciliari.
Er. Amedei