Boy scout disperso nei boschi a 12 gradi sotto zero, trovato infreddolito ma salvo

29 dicembre 2010 0 Di redazione

Una notte all’addiaccio con la temperatura a – 12 gradi. Con questo clima, un boy scout sedicenne puglese ha trascorso quasi 18 ore vagando nei boschi impervi di Carovilli (Is). Il giovane si era staccato, ieri dal gruppo, poco dopo le 13, per svolgere una ditdattica di orientamento. Di lui, senza telefono cellulare o altri strumenti per ritrovarlo, non si è saputo più nulla. Alle 16 sono scattate le ricerche a cui hanno partecipato in maniera attiva il Corpo Nazionale del Soccorso Alpino del Molise coordinato da Mariano Arcaro, la Guardia di Finanza di Roccaraso, i carabinieri in congedo, unità cinofile dei vigili del fuoco e gli elicotteri della protezione civile. Una macchina dei sopccorsi imponende anche per via della gravità della situazione: il 16enne andava incontro ad una notte gelida per cui, nonostante il buio, le ricerche sono andate avanti fino alle 8.30 di questa mattina quando il 16enne è stato trovato grazie all’ausilio dell’elicottero. Infreddolito ma in buone condizioni, il boy scout è stato trasportato in ospedlae per accertamenti. Avrà fallito la prova di orientamento, ma ha superato quella della sopravvivenza in un luogo impervio.
Er. Amedei