La follia Anarchica attacca anche l’ambasciata greca, allarmi pacchi bomba

27 dicembre 2010 0 Di redazione

Pacchi decisamente sgraditi quelli che sono stati recapitati in questi giorni alle ambasciate a Roma di Svizzera, Cile e, questa mattina, anche Grecia. Pacchi bomba capaci di ferire se non di uccidere . Il pesonale dell’ambasciata greca in Viale Rossini, questa mattina, ha consegnato alle autorità italiane un pacco consegnato venerdì scorso e che, solo questa mattina stava per essere aperto. Il pacco bomba, come nelle precedenti circostanze, si presentava come una busta gialla contenete un porta cd, il corpo della bomba, con un innesco. Il plico è dello stesso tipo di quelli recapitati ed esplosi giovedì scorso nelle sedi diplomatiche della Svizzera e del Cile, provocando il ferimento di due persone. I due dipendenti di ambasciata investiti dall’esplosione degli ordigni non sono in pericolo di vita. Pare non vi siano dubbi sulle responsabilità dato che le rivendicazioni della ‘Federazione anarchica informale’ sembrano attendibili. La rivendicazione, con un biglietto, fa leggere: : «Abbiamo deciso di far sentire di nuovo la nostra voce con le parole e con i fatti. Distruggiamo il sistema di dominio. Viva la Fai, viva l’anarchia informale». Altri allarmi sono stati lanciati, per fortuna inutilmente anche per le ambasciate di Ucraina, Slovenia, Venezuela, Danimarca, Principato di Monaco e Svezia.