Giorno: 12 gennaio 2011

12 gennaio 2011 0

Operazione Cestia, sradicata una organizzazione europea che favoriva l’immigrazione clandestina

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

La Polizia di Stato smantella organizzazione criminale trasnazionale dedita al favoreggiamento dell’immigrazione clandestina di massa dall’Afghanistan 48 sono le ordinanze di custodia cautelare in carcere eseguite dalla Digos e dalla Squadra Mobile della Questura di Frosinone a conclusione di una complessa ed articolata indagine. I provvedimenti restrittivi sono stati emessi dal Gip del Tribunale di Roma nei confronti di cittadini afgani soggiornanti per lo più in Italia. Per dieci di loro, residenti in Francia, Grecia, Svezia e Germania, sono stati emessi mandati di arresto europeo. L’accusa per tutti è quella di associazione a delinquere finalizzata al favoreggiamento dell’immigrazione clandestina di massa dall’Afghanistan e favoreggiamento alla permanenza di clandestini sul territorio nazionale, ricettazione e falso di documenti, clonazione di carte di credito e post pay. Sequestrati anche otto internet point e call center, sette dei quali a Roma nel quartiere Ostiense ed uno nella provincia di Napoli, utilizzati dall’organizzazione malavitosa come luoghi di ricovero e smistamento dei clandestini. “Operazione Cestia”, questa la denominazione della vasta attività che coinvolge l’intero territorio nazionale, è stata coordinata dal Servizio Centrale Operativo, dal Servizio Centrale Antiterrorismo, dal Servizio di Cooperazione Internazionale di Polizia, con il supporto informativo dell’A.I.S.I. e condotta dalla locale Digos e Squadra Mobile con la collaborazione delle Digos di Napoli, Torino, Viterbo, Ancona, Grosseto, Bari e Cosenza e le Squadre Mobili di Roma e Bolzano. L’attività investigativa della Digos inizia nel 2008, data in cui viene conclusa con l’operazione “Suleiman”, un’altra attività di indagine nei confronti di una organizzazione criminale composta da afghani e pakistani dedita al traffico internazionale di eroina dai loro paesi verso l’Italia, che portò sempre nello stesso anno, all’arresto di alcune cellule del sodalizio criminoso. Dalla successiva attività di indagine è emerso il collegamento, dei cittadini afghani indagati e arrestati, con altre organizzazioni delinquenziali di recente radicamento in Italia che avevano prescelto la Capitale come sede privilegiata dei propri traffici. Oltre a Roma, centri operativi dell’organizzazione erano Milano, Napoli e Bolzano, mentre per l’estero Afghanistan, Pakistan, Iran, Turchia, Grecia, Belgio, Germania, Danimarca, Norvegia e Regno Unito. Nella Capitale, in particolare, l’organizzazione disponeva di phone-center ed internet point utilizzati per la raccolta dei clandestini, nonché di locali per dare ai migranti irregolari sistemazione logistica temporanea, in attesa dei successivi trasferimenti verso il Nord Europa, con definitiva destinazione per la Norvegia e nel Regno Unito. Lo scopo dell’organizzazione criminale era quello di garantire l’ingresso in Italia di clandestini, previo pagamento di una somma di denaro che oscillava dai 1700 euro ai 4.500, in relazione del luogo di partenza e di destinazione. I trasferimenti di denaro avvenivano con il sistema finanziario hawala che non consente una facile tracciabilità. Il gruppo criminale riusciva a garantire la movimentazione mensile di 300/400 clandestini che raggiungevano l’Italia attraverso le rotte marittime della Grecia con sbarchi a Bari, Ancona ed altri porti italiani, per essere poi trasferiti, per lo più a bordo di treni, verso la capitale, da dove, una volta pagato il prezzo stabilito, venivano fatti proseguire verso i paesi del Nord Europa.

12 gennaio 2011 0

Bisarca in fiamme su A1, chiuso tratto Ponzano e Roma nord

Di admin

Sull’ A1 Milano-Napoli, in direzione di Roma, è stato chiuso il tratto compreso tra Ponzano Romano ed il bivio per la diramazione Roma nord, per una bisarca in fiamme all’ altezza del chilometro 524, intorno alle ore 21:00. All’ interno del tratto chiuso il traffico è bloccato con code. Chiuse anche le entrate di Orte e Magliano Sabina in direzione della Capitale. Uscita consigliata ad Orte per i mezzi pesanti diretti a sud; per i veicoli leggeri uscita obbligatoria a Ponzano Romano e consigliata a Magliano Sabina. Sono presenti sul luogo dell’ evento il personale di Autostrade per l’ Italia, la Polizia Stradale e i Vigili del Fuoco.

12 gennaio 2011 0

Berlusconi su Fiat: “Senza accordo, imprenditori giustificati a lasciare l’Italia”

Di redazione

“Senza accordo le imprese e gli imprenditori avrebbero buone motivazioni per spostarsi in altri paesi”. Parole pronunciate a proposito della Fiat in conferenza stampa in Germania dal presidente del Consiglio Silvio Berlusconi. Il clima ai cancelli di Mirafiori è infuocato e le parole di dell’amministratore delegato Fiat Sergio Marchionne secondo il quale senza il lasciapassare dal referendum al suo piano, l’azienda torinese potrebbe lasciare definitivamente l’Italia per altri Paesi o addirittura continenti, hanno dato spunto al premir per intervenire sulla vicenda e innescare ulteriori polemiche e interpretazioni catastrofiche. “Riteniamo assolutamente positivo lo sviluppo che sta prendendo la vicenda con la possibilità di un accordo tra le forze sindacali e l’azienda. La direzione è quella di una maggiore flessibilità nel lavoro. In mancanza di un accordo le imprese e gli imprenditori avrebbero buone motivazioni per spostarsi in altri paesi”. Feroci critiche dall’opposizione che lo etichetta in diversi modi, dall’irresponsabile al traditore, a chi invece, lo indica come l’unico premier che giustifica la delocalizzazioni delle aziende del proprio Paese.

12 gennaio 2011 0

Sociale, Abbruzzese annuncia nuovi stanziamenti per i Comuni del Frusinate

Di redazione

“Diciannove comuni della Provincia di Frosinone potranno beneficiare dei contributi previsti dal Piano di utilizzazione triennale 2008/2010 degli stanziamenti per il sistema integrato regionale di interventi e servizi sociali, per un importo complessivo di oltre quasi 800mila euro. Si tratta nello specifico delle municipalità di Alatri, Alvito, Anagni, Aquino, Boville Ernica, Casalattico, Casalvieri, Castrocielo, Ceccano, Collepardo, Frosinone, Isola Liri, Monte San Giovanni Campano, Morolo, Paliano, Pofi, Pontecorvo, Sant’Elia Fiumerapido e Torrice. Il finanziamento complessivo che andrà a coprire i tanti progetti presentati dai Comuni di tutto il Lazio si riferisce ad un importo di oltre 3milioni e 700mila euro. Con queste risorse che la presidente Polverini e l’assessore alle Politiche Sociali, Aldo Forte, hanno inteso confermare, si potranno concretizzate tanti progetti che prevedono assistenza e sostegno per fronteggiare le diverse emergenze sociali che interessano famiglie indigenti, minori e anziani della nostra regione. Sappiamo quanto sia importante far sentire la presenza e la sensibilità dell’Istituzione regionale nei confronti di chi vive in situazioni di disagio economico e sociale. E i Comuni, proprio perché rappresentano gli enti locali più vicini alle problematiche che vivono i cittadini, devono essere messi nelle condizioni per poter rispondere alle esigenze dei territori”. Lo riferisce con una nota Mario Abbruzzese, presidente del Consiglio regionale del Lazio.

12 gennaio 2011 0

Crocifisso di Gismondi, dopo il restauro sarà collocato nell’atrio del palazzo della Provincia

Di redazione

Il Crocifisso Carolingeo di Tommaso Gismondi, un’opera di notevole importanza di questo artista ciociaro di fama internazionale, E’ stato restaurato completamente e sottoposto ad opera di pulizia. L’opera è stata donata dai figli del grande scultore anagnino alla Provincia di Frosinone che il prossimo 10 febbraio la installerà nell’atrio della sua sede. Le operazioni di restauro e pulitura sono state effettuate dalla Provincia di Frosinone tramite l’Accademia di Belle Arti. Ieri è stato possibile vedere il Crocifisso Carolingeo nella sua veste restaurata e l’opera si è confermata di suggestione (oltre, ovviamente, di significato) straordinaria. “Siamo emozionati – ha affermato l’ssessore alla Cultura Antonio Abbate – al pensiero di arricchire il già notevole patrimonio della Provincia di Frosinone con una scultura cosìsignificativa. Essa rappresenta l’ingresso del grande Gismondi, vanto della nostra terra, nel Palazzo della Provincia e per noi si tratta di un evento molto importanti. La scultura di Gismondi segue l’cquisizione (in corso di perfezionamento) della “anzatrice”di Amleto Cataldi, un altro importante artista nella nostra terra, che è tata posta al centro dell’atrio. Un grande ringraziamento da parte nostra ai figli di Tommaso Gismondi per la loro grande sensibilità”.

12 gennaio 2011 0

Madonna di Campiglio, presentata la nuova Ducati di Rossi e Hayden

Di redazionecassino1

2011 nel segno della Ducati e la nuova era targata Valentino Rossi della moto di Borgo Panigale si aprono sulle nevi di Madonna di Campiglio, nel tradizionale happening organizzato dallo sponsor comune Ducati e Ferrari.  La nuova moto di Vale sfoggia una livrea rossa. Claudio Domenicali, direttore generale Ducati sottolinea come il ruolo di Valentino Rossi sarà cruciale anche nello sviluppo delle moto di serie. “L’avvio di questa stagione apre una fase nuova con la grande novità di Valentino Rossi. Proverà i nostri prodotti e ci darà il suo parere per le moto del futuro. Il 2011 – aggiunge Domenicali in occasione della seconda giornata di Wrooom 2011 – apre una terza fase del nostro momento in Moto Gp, prima con Loris Capirossi che ci portò alla vittoria dopo solo sei gare, poi ci fu la seconda fase con Stoner che ci portò il Mondiale nel 2007. E ora Valentino” e il 46 (in giallo), numero del pilota di Tavullia.

12 gennaio 2011 0

Giornata annuale del Ringraziamento, momento di riflessione per l’agricoltura

Di redazione

Si terrà domenica prossima, 16 gennaio 2011, a Ferentino, presso la Parrocchia Sacro Cuore (via Tofe Vado del Cerro), la Giornata Provinciale del Ringraziamento, annuale appuntamento organizzato dalla Coldiretti di Frosinone. Si tratta di un’ occasione di preghiera e di riflessione sulle problematiche dell’agricoltura e sul contributo che essa porta alla società in relazione con il territorio, i cittadini consumatori e con il complesso della realtà economico-sociale.“La Coldiretti – ricorda il direttore provinciale, Gianni Lisi – rinnova il forte legame e l’ispirazione alla storia ed ai principi della scuola cristiano sociale che da sempre hanno contraddistinto l’azione della organizzazione per la crescita del Paese nella solidarietà e nella valorizzazione delle potenzialità della nostra terra”. La manifestazione avrà inizio alle ore 10.30 con il raduno dei mezzi agricoli. Alle ore 11.00 sarà celebrata la Santa Messa officiata dal neo Consigliere Ecclesiastico della Coldiretti Don Carlo Vagge. Al termine della cerimonia saranno benedette le macchine agricole. La celebrazione della Giornata del Ringraziamento rappresenta un momento di profonda riflessione spirituale all’interno della attività di Coldiretti in Ciociaria. “Questa giornata – ha aggiunto Lisi – è anche un’occasione importante di riflessione sui problemi che il mondo rurale sta vivendo, acuiti dal protrarsi degli effetti dalla crisi economica e finanziaria. Tutti abbiamo toccato con mano i pericoli in una finanza disgiunta da un’economia di produzione reale. Siamo anche consapevoli della fragilità di un sistema economico che, per sostenersi, ha bisogno di accrescere a dismisura i consumi di massa. È sempre più difficile il corretto bilanciamento fra la salvaguardia dell’ambiente e la necessità di assicurare posti di lavoro alle nuove generazioni”. Al momento dell’offertorio – ha aggiunto il presidente Loris Benacquista – gli imprenditori agricoli porteranno all’altare i frutti della terra, come segno di ringraziamento per l’annata appena trascorsa”. Don Carlo Vagge, consigliere ecclesiastico nominato lo scorso dicembre dal Vescovo di Frosinone, Mons. Ambrogio Spreafico, ha ricordato: “L’Anno Sacerdotale da poco concluso ci ha lasciato il profumo del pane, consacrato dalle mani del sacerdote, ma prima ancora dono della terra e del lavoro umano. Non c’è Eucaristia senza la dedizione del mondo rurale, che con noi condivide il pane. E’ fondamentale che anche il lavoro agricolo e rurale si caratterizzi per una rinnovata e chiara consapevolezza etica, all’altezza delle sfide sempre più complesse del tempo presente. In questa linea, sarà importante impegnarsi nell’educazione dei consumatori. Questo legame relazionale, da basare sulla fiducia reciproca, costituisce una grande risorsa: sempre più il consumatore è chiamato a interagire con il produttore, perché la qualità diventi prevalente rispetto alla quantità. Si tratta di diffondere comportamenti etici che facciano emergere la dimensione sociale dell’agricoltura, fondata su valori perenni, da sempre fecondi, quali “la ricerca della qualità del cibo, l’accoglienza, la solidarietà, la condivisione della fatica nel lavoro”

12 gennaio 2011 0

“Michele Nardone INCONTRA” i cittadini per proporre una amministrazione partecipata

Di redazione

“Michele Nardone INCONTRA” è l’iniziativa che sarà inaugurata nei prossimi giorni dall’Avvocato Michele Nardone, ex vice sindaco di Cassino considerato il più accreditato dei candidati del centrodestra alla carica di primo cittadino alle prossime elezioni comunali della città martire. « “Michele Nardone INCONTRA” rappresenta l’avvio di una ulteriore nuova fase del percorso che sto compiendo e vuole costituire un passaggio fondamentale nell’attuazione delle idee e strategie politico-amministrative che ho espresso negli ultimi mesi. Ho più volte detto di credere in un modo di fare politica fondato sulla partecipazione attiva dei cittadini, così da riuscire a creare un’amministrazione pubblica non solo effettivamente “a servizio” della comunità, ma capace di dar vita ad una nuova governance per Cassino, ispirata dall’ascolto dei cittadini e dalla costante condivisione delle scelte presenti e future. Per la mia idea di amministrazione comunale, non a caso, ho in mente l’introduzione di strumenti giuridici nuovi ed innovativi, come ad esempio “l’analisi di impatto della regolazione”, che è sintetizzabile – in breve – come un sistema che porta alla redazione dei progetti normativi più importanti anche mediante la preventiva consultazione degli stessi destinatari dell’azione amministrativa pubblica, cioè con le rappresentanze dei cittadini. Ecco perché ritengo che non si possa efficacemente tutelare una comunità senza aver avviato un dialogo conoscitivo ed esauriente su tutte le istanze sociali, culturali ed economiche di cui la stessa comunità è portatrice e, ancor di più, credo che non si possa successivamente ben amministrare al Città senza mantenere costantemente aperto il canale del dialogo per la più ampia partecipazione pubblica. E’ proprio sulla base di questo spirito culturale, in cui credo fermamente, che sto avviando l’iniziativa “Michele Nardone INCONTRA”: una serie di incontri che il mio staff sta già pianificando, come “focus tematici”, nel corso dei quali mi vedrò di volta in volta con i protagonisti dei diversi settori economici, sociali e culturali che compongono la nostra comunità di Cassino. Ascolterò le esigenze di ciascun settore, discuteremo e ci confronteremo su criticità e soluzioni possibili, proveremo anche a tratteggiare insieme le linee delle prospettive di sviluppo. Come già accade negli incontri che sto avendo da tempo con molte famiglie, assicurerò ai temi affrontati la massima aderenza con la realtà e con le concrete possibilità di soluzione dei problemi, perché i programmi di governo – per essere efficaci – devono saper progettare una visione del futuro solo sulla vera costruzione del miglior presente possibile».

12 gennaio 2011 0

Lettera con minacce e proiettile recapitata a Mastella

Di admin

Una lettera contenente un proiettile è stata trovata nella cassetta postale di Clemente Mastella nell’abitazione di Ceppaloni in provincia di Benevento. Nella missiva, forse riconducibile ai gruppi di disoccupati organizzati erano presenti anche minacce, scritte in napoletano. Pochi giorni fa a Napoli Mastella è stato accerchiato e aggredito da alcuni gruppi di disoccupati che lo hanno intimato a convincere l’assessore regionale al lavoro Nappi a ripristinare i fondi per i disoccupati. Nella missiva si fa riferimento al proiettile e alle Br alludendo che queste non sbagliavano mai e loro proveranno a fare anche meglio. La polizia ha preso in consegna il plico e il proiettile e sta indagando sull’accaduto.

12 gennaio 2011 0

Fini lascia la porta aperta a maggioranza e opposizione per evitare il voto

Di admin

A distanza di quasi un mese dal voto di fiducia al Governo in cui ha dovuto prendere atto “della sconfitta politica”, il presidente della Camera Gianfranco Fini in un’intervista rilasciata a La Repubblica ha definito il Paese “fermo e sfiduciato”. Il governo è “paralizzato”, ha dichiarato il presidente, aggiungendo che intende superare lo scontro “per il bene dell’Italia” aprendo a maggioranza ed opposizione. E in merito ai tradimenti politici dello scorso 14 dicembre ha detto che non dovrebbero appartenere alla politica. Il 14 dicembre Berlusconi ha confermato di godere della maggioranza sia al Senato che alla Camera, oggi, dice Fini, quello che si può fare è avanzare proposte per il prossimo futuro: “spero che nei prossimi mesi si compia un salto di qualità complessivo nel dibattito e nell’azione politica.”