Cani randagi e abbandono nel Quartiere 90 zona F, l’Udc torna a chiedere interventi urgenti

9 gennaio 2011 1 Di redazione

L’Udc di Cassino nel svolgere il proprio ruolo di opposizione e fungere da pungolo alla vecchia amministrazione comunale, inviò a firma degli allora consiglieri comunali Marino Fardelli e Anna Teresa Formisano una dettagliata lettera in data 22 dicembre 2009 con la quale si richiedevano a quanti di competenza i perché della mancanza di opere di ultimazione previste nel Piano di Lottizzazione denominato “Cassino 90 zona F” che da Via Casilina Sud si snoda verso la zona Viale dei Presidenti in S.Bartolomeo. I due politici di Cassino constatarono personalmente, su sollecito di alcuni residenti, che la zona era ed è tuttora nello stato di totale abbandono e per di più in questi giorni si registra una presenza massiccia di cani randagi che incutono terrore e apprensione per i residenti. “A distanza di più di un anno purtroppo registriamo che è tutto fermo a quando denunciammo pubblicamente allora, asserisce il coordinatore dell’Udc Marino Fardelli. Ben vengano le sollecitazioni dei residenti e dei commercianti che in quell’area hanno investito e realizzato il sogno di una vita, ma le responsabilità siano chiare ed evidenti. Noi abbiamo fatto il nostro dovere, attendiamo ancora a seguito della nostra lettera di denuncia e sollecito una degna risposta”.
Di seguito una serie di proposte e solleciti che indirizzammo nella nostra articolata nota:
– rimozione ostacoli su piano stradale;
– psizionamento di pozzetti su piano stradale;
– installazione e ultimazione della pubblica illuminazione;
– ultimazione dei marciapiedi che allo stato attuale presentano vistosi cavi da interrare;
– mancanza di segnaletica orizzontale e verticale;
– mancanza dei parapetti sui ponti;
– mancanza di cassonetti dei rifiuti e per la differenziata (almeno questo è stato fatto – no differenziata);
– bonifica del fossato che raccoglie scarichi dei reflui di altre abitazioni poste a nord della zona;
– pulizia e taglio delle erbacce su piano stradale e sui marciapiedi;
– mancanza di uno spazio adibito a verde pubblico con giochi per bambini e panchine;
– alberatura;
– disinfestazione e derattizzazione nei periodi previsti;
– ultimazione del collegamento stradale Viale Segni/Viale dei Presidenti con la nuova arteria stradale allo stato attuale senza denominazione che proponiamo venga chiamata Viale Guido Varlese (in memoria dell’amministratore comunale scomparso di recente).
Nel nostro programma amministrativo presentato sabato scorso mediante una conferenza stampa abbiamo attenzionato (pagina 20 del nostro programma) ulteriormente questa situazione a dir poco vergognosa e una volta che i cittadini con il loro consenso ci permetteranno di governare la città di Cassino è nostra intenzione adoperarci nei primi giorni del mandato amministrativo nel prendere di petto la situazione ed energicamente affrontarla a beneficio di coloro che chiedono solo il rispetto di ciò che è loro dovuto.