Giorno: 12 febbraio 2011

12 febbraio 2011 0

Centauro morto, identificata la vittima. Colonna vertebrale spezzata contro il guardrail

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Ha 43 anni il centauro che ha perso la vita, oggi pomeriggio, sulla via Casilina a Cassino. A causare la morte di Walter Onasi di Cervaro, sarebbe stato l’impatto con il guardraill che gli avrebbe spezzato la colonna vertebrale. Il centauro è morto sul colpo e a nulla è valso l’intervento degli operatori del 118 e dei vigili del fuoco di Cassino. FOTO ALBERTO CECCON [nggallery id=236]

12 febbraio 2011 0

Schianto mortale, centauro perde la vita. La vittima non ha ancora una identità

Di redazione

Incidente mortale, poco prima delle 18, sulla strada Casilina a Cassino. A perdere la vita è stato un motociclista di circa 40 anni di cui non si conosce l’identità. L’uomo, infatti, non aveva documenti indosso e le forze dell’ordine stanno cercando la sua identità partendo dal numero di targa della Yamaha R1 1000 che guidava. Uno schianto terribile la cui dinamica è ancora tutta da ricostruire. Al momento non è ben chiaro se il centauro ha fatto tutto da solo o se vi sono altri mezzi coinvolti. Quel che è certo è che il suo corpo è sulla strada, coperto da un telo bianco, distante circa 20 metri dalla moto che sembra essere di proprietà di un uomo di Cervaro. Traffico bloccato sulla via Casilina per permettere a polizia stradale e carabinieri di effettuare i rilievi del caso Ermanno Amedei

12 febbraio 2011 0

Esercito e Finanza sventano rapina in farmacia

Di redazione

I Baschi Verdi della Guardia di Finanza di Aversa, unitamente a militari del I° Reggimento Bersaglieri di Caserta, hanno sventato una rapina perpetrata ai danni della farmacia “Pisani” di Lusciano. L’intervento dei Finanzieri e del personale dell’Esercito è stato reso possibile grazie alla partecipazione attiva della locale cittadinanza, che ha prontamente segnalato la presenza di due malviventi, armati di pistola, all’interno di un negozio di medicinali sito nei pressi del “Parco Oasi”. Immediatamente, le pattuglie sono intervenute sul posto e dopo aver acquisito da una della dipendenti della farmacia la descrizione dei rapinatori, senza alcuna esitazione, hanno iniziato le ricerche, che hanno consentito di individuare nelle immediate vicinanze due soggetti che spingevano frettolosamente un motociclo. Alla vista dei militari, i malviventi hanno tentato una precipitosa fuga, ma sono stati subito raggiunti e bloccati. La successiva perquisizione ha permesso di rinvenire una pistola giocattolo identica a quella in uso alle forze di polizia, due passamontagna e la somma di Euro 420,00. I due responsabili, P.S. di 41 anni di Giugliano in Campania e P.D. di 35 anni di Napoli, sono stati tratti in arresto ed associati alla Casa Circondariale di San Tammaro, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

12 febbraio 2011 0

Un parco auto di 453 mezzi, ma solo sulla carta

Di redazione

E’ intestatario di 453 auto ma 50 di queste sono state sequestrate. Si tratta di un 57enne casertano sulle cui tracce si è messa la polizia della questura di Frosinone. Il sospetto è che l’uomo possa essere il mandante di una serie di furti messi a segno negli ultimi tempi nelle ville e nelle abitazioni della ciociaria. Sono stati gli agenti a fermare una auto sospetta ad un posto di controllo. A bordo viaggiavano due donne di trenta e diciassette anni. Entrambe nomadi provenivano da Roma. E’ stato il loro atteggiamento nervoso a destare sospetti negli agenti. Le due donne si sono rifiutate di esibire i documenti fornendo scuse poco credibili. Pretesto che ha fatto scattare la perquisizione veicolare. Sono state rinvenute grosse forbici ed altri arnesi da scasso. Da altri accertamenti è emerso che la giovane alla guida non aveva mai conseguito la patente e che l’auto era priva di assicurazione. Le nomadi sono state accompagnate in Questura dove è emerso che hanno numerosi precedenti penali per furto in abitazione. L’auto invece risulta appartenere al 57enne casertano. Il veicolo è stato sequestrato e le due donne denunciate per possesso ingiustificato di arnesi atti allo scasso. La 30enne è stata anche denunciata per guida senza patente mentre la minorenne per aver dichiarato false generalità ad un pubblico ufficiale.

12 febbraio 2011 0

Inquinamento, Mastrangeli (Pdl): “Che fine ha fatto lo studio sulle polveri sottili?”

Di redazione

“In questi giorni che in città e sulla stampa non si parla d’altro che di inquinamento. – Si legge in una nota stampa redatta da Riccardo Mastrangeli, Consigliere Comunale di Frosinone del Popolo della Libertà – Visti gli ultimi, impressionanti, dati rilevati dalle varie centraline, vorremmo conoscere i risultati dello studio commissionato dal Sindaco Michele Marini nei primi mesi dal suo insediamento. Ricordo che esperti di pneumologia del nostro Capoluogo vennero interessati a questo progetto che avrebbe dovuto eseguire un monitoraggio sugli effetti prolungati nelle esposizioni da Pm 10, con particolare attenzione ai bambini. A distanza di anni, però, non sono emersi né dati, né rapporti su questa indagine. Ci piacerebbe sapere dal Primo Cittadino che fine ha fatto questo esame per capire gli effetti e le malattie che si stanno producendo sulla salute dei frusinati esposti per un terzo dei giorni dell’anno a respirare aria inquinata. Dovere di un’amministrazione, prima ancora di emanare divieti e limitazioni, sarebbe quello di salvaguardare la salute pubblica. Ci risulta, però, che questo studio si sia arenato, non abbia proseguito la sua azione investigativa e pertanto vorremmo rassicurazioni dal Sindaco Marini che le cose non stiano così. In caso contrario ancora una volta l’Amministrazione Comunale mostrerebbe il suo più totale disinteresse verso la salute pubblica che viene, del resto, confermata ogni volta dalla semplice applicazione di provvedimenti palliativi volti a limitare il traffico. Invece di esami sulla salute pubblica e sui controlli alle fonti di inquinamento, non si parla mai. Secondo alcuni rilevamenti, che confermo anche personalmente con il profilo professionale, la vendita di farmaci volti a curare asma ed allergie negli ultimi anni ha subito una vera impennata e sempre più bambini sono affetti da queste malattie. L’inquinamento da Pm 10 che colpisce Frosinone potrebbe essere la causa o comunque costituire un elemento determinante per questo tipo di patologie”.

12 febbraio 2011 1

Bonificata la discarica di amianto al campo di volo, Grincia: “I maleducati torneranno”

Di redazione

Il Sindaco di Aquino: rimosse le lastre di eternit abbandonate nel campo d’aviazone E’ stato smaltito completamente l’amianto che era sparso da alcuni mesi nella zona campo d’aviazione – Torre San Gregorio ad Aquino. A ciò ha provveduto, riferisce il Sindaco Grincia, il Consorzio Cosilam, come da impegno preso nei confronti dell’Amministrazione aquinate a seguito di alcuni lavori che il Consorzio ha effettuato in quell’area. La bonifica è andata a rilento solo per un fatto, che ogni volta che la ditta specializzata alla bonifica, iniziava i lavori di rimozione, trovava lì nei pressi, altri rifiuti di amianto che, sconosciuti, nottetempo abbandonavano in quei luoghi. Ogni volta perciò, la ditta doveva fornire nuovo preventivo al Cosilam e rifare altri e nuovi preventivi che sono stati tutti accolti dal Consorzio “…che – dichiara il sindaco Grincia ha svolto, nei confronti del Comune di Aquino, un lavoro egregio. Purtroppo senza misure repressive delle forze dell’ordine, sono sicuro che nei prossimi giorni ci troveremo punto ed a capo, con altre lastre abbandonate in quell’area, per forza di cose, incustodita. Al momento però – continua il Sindaco di Aquino – possiamo essere soddisfatti di questo primo, qualificante risultato”.

12 febbraio 2011 0

Muore mentre gioca con il figlio, la Asl indaga sul malore

Di redazione

Un dramma che si è consumato in pochi minuti, quello che, ieri pomeriggio, ha strappato un 35enne, all’affetto della sua famiglia. L’uomo avrebbe avvertito un malore poco prima delle 18 quando stava giocando sul letto con il figlio di due anni. Improvvisamente il suo volto si è scurito e poco dopo è deceduto. Inutile l’intervento degli operatori del 118; quando il 35enne è arrivato in ospedlae era già morto. Un decesso che non ha spiegazioni certe e, per questo, la Asl avrebbe disposto un riscontro diagnostico per capire cosa ha ucciso l’uomo.

12 febbraio 2011 0

Centro Commerciale Ortona Center, San Valentino si festeggia con la moda

Di redazione

“San Valentino in Moda” è la manifestazione che si svolgerà domani, vigilia della festa degli innamorati alle ore 17 presso il Centro Commerciale Ortona Center. Sfilata moda, in occasione della festività degli innamorati, con i capi di alcune delle aziende presenti nel centro commerciale (Firme, Kruder, Orginal Marines, Yamamay, Motivi, Zeta, Carpisa, Stroili Oro, Ottica Avanzi) e con la partecipazione dell’Atelier Monaco Sposi. La sfilata, uno degli appuntamenti più attesi dai clienti, rientra nel programma degli eventi del Centro Commerciale che si appresta a compiere i 10 anni di attività.

12 febbraio 2011 0

John Finnis vince il premio internazionale Tommaso d’Aquino

Di redazione

È John Finnis il vincitore del premio Internazionale Tommaso d’Aquino, organizzato dal Circolo San Tommaso. Docente all’università di Oxford, Finnis è uno dei più prominenti filosofi legali viventi. Ritirerà il premio il prossimo 5 marzo ad Aquino, dalle mani del cardinal Gianfranco Ravasi, primo vincitore del Premio Internazionale Tommaso d’Aquino e socio onorario del Circolo. Il cardinal Ravasi premierà anche i vincitori del Concorso Internazionale Veritas et Amor messe in palio dal Circolo San Tommaso. Si tratta di due borse di studio di 3 mila euro, una per la sezione arte (un’opera d’arte ispirata alla vita, le opere e la figura del Beato Angelico) e una per la sezione cultura (tesi o monografia che attualizzi il pensiero di Tommaso d’Aquino), sponsorizzate rispettivamente dalla Banca della Ciociaria e dalla Banca Popolare del Cassinate. Vincitori del premio sono: per la Sezione Arte Kei Nakamura, che ha partecipato al concorso con una scultura in marmo botticino da titolo: “Conciliazione del rapporto tra fede e ragione”; per la sezione Cultura Oana Maria Gotiam che ha inviato una tesi di dottorato sul tema: “Il fascino dell’amore. Bellezza e castità nella prospettiva di San Tommaso d’Aquino”. “Sono arrivate opere di grande valore da tutto il mondo – racconta Tommaso Di Ruzza, presidente del Circolo San Tommaso – a testimonianza del successo della nostra iniziativa. C’è sete di pensiero, c’è sete del pensiero di San Tommaso. E c’è bisogno dei giovani. Questo concorso è la prima concreta applicazione dell’appello che Paolo VI, trentacinque anni fa, fece proprio in terra d’Aquino. È dalla terra d’Aquino che vogliamo far ripartire l’amore per il pensiero di San Tommaso, fuori da ogni schema di pensiero precostituito”. È il senso dell’opera di John Finnis, vincitore del premio internazionale Tommaso d’Aquino. Finnis ha avuto il coraggio di dedicare il primo numero dei Quaderni di Oxford dedicati ai grandi del pensiero moderno proprio a San Tommaso d’Aquino. Alcuni suoi lavori, come Natural Law and Natural Rights, sono considerati ormai un classico della filosofia della legge naturale. La sua presenza ad Aquino il 5 marzo racconta la storia di un Circolo di giovani che, partito da Aquino, si è aperto al mondo. Un lavoro così apprezzato che il ministero della Gioventù ha voluto patrocinare l’iniziativa del Circolo San Tommaso. Iniziativa che ha raccolto partner di tutto rispetto: oltre a Banca della Ciociaria e Banca Popolare del Cassinate, che hanno finanziato le due borse, c’è stata l’adesione all’iniziativa del Consiglio Regionale del Lazio. L’iniziativa è anche inserita nel Progetto Culturale della Cei.

12 febbraio 2011 0

Tutto pronto per l’inaugurazione del Museo Archeologico e delle Mostre

Di redazione

Si è svolta ieri la conferenza stampa di presentazione del nuovo Museo Archeologico e delle Mostre: “Un lancianese di carattere: Rocco Carabba e la cultura italiana tra 800 e 900” “Innamorate dell’arte: dipinti italiani tra 800 e 900 delle collezioni di Adelaide Spalla e Albertina Giacomelli”. Presenti all’incontro: il Sindaco di Lanciano Avv. Filippo Paolini, l’Assessore alla Cultura della Regione Abruzzo, Dott. Luigi De Fanis, l’Assessore alla Cultura del Comune di Lanciano, Ing. Manlio D’Ortona, la Soprintendente per i Beni Storici, Artistici ed Etnoantropologici dell’Abruzzo, Dott.ssa Lucia Arbace, il Direttore – Coordinatore della Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Abruzzo – Ufficio di Chieti, Dott. Andrea Staffa. “Il nuovo Museo Archeologico che sarà inaugurato ufficialmente oggi, sabato 12 febbraio 2011, alle ore 16.00, rappresenta un momento significativo di un lungo percorso di approfondimento ed di estese ricerche archeologiche che hanno portato alla scoperta e alla ricostruzione dell’assetto antico della Città di Anxanum”. Si legge in una nota stampa. “Dopo una prima fase di studi, conclusasi nel 1998 con l’apertura del primo allestimento di Palazzo de Giorgio, nel nuovo ampio spazio museale si è realizzato un percorso espositivo molto più articolato, con la mostra dei reperti provenienti dagli scavi prodotti in altre aree della Città antica, da quelli del Santuario del Miracolo Eucaristico, agli scavi nella Vallate del Diocleziano a via dei Frentani. Il percorso espositivo si pone come un lungo cammino nella storia plurimillenaria della Città e del suo territorio: partendo dal V millennio a.C. con il villaggio neolitico di Marcianese, si prosegue con il primo villaggio sul sito della Città, risalente alla tarda età del Bronzo e del Ferro e con i preziosi corredi funerari riferibili al popolo italico frentano (VI / IV secolo a.C.). Il viaggio si conclude con i reperti collegabili all’importante Città Medioevale dove i vasai lancianesi producevano i raffinati vasi in maiolica arcaica, policroma e monocroma, esportati almeno in ambito regionale. Nel nuovo museo sono infine ospitati reperti provenienti da scavi condotti nel territorio frentano al fine di ricostruire l’assetto dell’area gravitante su Lanciano, reperti dalle Ville di Mozzagrogna – Colle Pizzuto e San Vito Chietino – Murata Bassa, ed i corredi di sepolture scoperte nell’area circostante l’Abbazia di San Giovanni in Venere. La Soprintendenza per i Beni Storici, Artistici, ed Entoantropologici dell’Abruzzo, in occasione dell’inaugurazione della sezione archelogica, ha voluto realizzare un’anteprima del museo della Città, proponendo due importanti percorsi tematici che rappresentano aspetti significativi di quella che sarà la trama permanente. Il più rilevante evidenzia la figura dell’Editore Rocco Carabba e il ruolo da protagonista nella cultura italiana: il secondo esibisce i dipinti donati al Comune di Lanciano da Adelaide Spalla e Albertina Giacomelli. La scelta intende esaltare le peculiarità del territorio lancianese: l’operosità, la passione, lo spirito imprenditoriale, l’amore per l’arte e per la bellezza”.