Lotta alla prostituzione, sequestrato un appartamento

26 febbraio 2011 0 Di redazione

Le indagini condotte dai militari della Stazione CC. di Silvi Marina, agli ordini del Luogotenente Antonio Tricarico, finalizzata al contrasto dello sfruttamento della prostituzione, continuano senza sosta ormai da alcuni anni. I militari sono riusciti ad individuare, nell’ambito dell’ormai famosa operazione denominata “NON SOLO AFFITTI”, un altro residente di Silvi F.M.G., 49enne, che favoriva l’esercizio della prostituzione di tre note peripatetiche del luogo. L’uomo aveva messo a disposizione un appartamento di sua proprietà, sito in Silvi Marina, dove le tre donne si recavano per consumare i rapporti sessuali a pagamento con i clienti che venivano adescato nella vicina Marina di Città S.Angelo. I carabinieri sono riusciti a ricostruire la vicenda, denunciando in stato di libertà l’uomo e questa mattina eseguivano un provvedimento di sequestro preventivo dell’appartamento, del valore di circa 150.000 euro, emesso dal GIP del Tribunale di Teramo, Dott. G.De Rensis, su richiesta della Procura della Repubblica nella persona del Sost. Proc. Dott. Giovagnoni. Con questo sono dieci gli appartamenti sottoposti a sequestro all’interno dei quali si esercitava il meretricio in Silvi Marina, che insieme ad i numerosi arresti e denunce in stato di libertà, ben forniscono della dimensione del fenomeno della prostituzione in Silvi Marina, dell’opera di contrasto e dell’impegno dei militari dell’Arma.