Verdi: “Con sentenza Consulta e nostra mozione, nel Lazio nessuna centrale nucleare”

2 febbraio 2011 0 Di admin

“La notizia della bocciatura da parte della Consulta, dell’articolo 4 del Dlgs che disciplina la localizzazione delle centrali nucleari è un risultato importantissimo, che per il Lazio ha un significato ancor più rilevante. Grazie alla mozione presentata dai Verdi, ed approvata in Consiglio regionale nel dicembre scorso infatti, ormai è certo che sul territorio laziale non potranno essere costruite o attivate centrali nucleari”. Lo dichiara Nando Bonessio, presidente dei Verdi del Lazio.

“La Corte Costituzionale si è espressa in modo chiaro, le centrali potranno essere costruite solo se c’è il parere delle Regioni, e la Regione Lazio si è già espressa. Nonostante i messaggi ambigui della Polverini quindi, siamo riusciti a mettere al riparo i cittadini di Roma e del Lazio da una scelta scellerata e irresponsabile. Siamo convinti infatti – conclude Bonessio – che il futuro è nelle energie rinnovabili. Adesso lavoreremo per la vittoria dei referendum, con cui gli italiani diranno nuovamente no al nucleare nel nostro paese”.

“Il parere negativo delle Regioni – aggiunge Angelo Bonelli, capogruppo regionale e presidente nazionale dei Verdi -, fa cadere il procedimento autorizzativo e impone una nuova procedura sostitutiva molto complicata, da realizzare ai sensi dell’art. 11, comma 6,7 e 8, del Dlgs 31/2010. Tradotto – conclude Bonelli -, significa che se non c’è un consenso delle regioni le centrali non si costruiscono”.