3 arresti per furto e 2 denunce in stato di libertà

21 marzo 2011 0 Di admin

Il 19 e 20 marzo 2011, i carabinieri della Compagnia di Ortona hanno predisposto un servizio a largo raggio per il controllo coordinato del territorio finalizzato:
– alla prevenzione e repressione dei reati contro il patrimonio, con particolare riferimento di quelli in danno di abitazioni private;
– al controllo della circolazione stradale attraverso la dislocazione di presidi dinamici nei pressi delle maggiori arterie stradali e dei caselli autostradali;
– alla individuazione di soggetti di interesse operativo e di quelli dediti all’uso ed allo spaccio di sostanze stupefacenti e psicotrope.
Il servizio si è concluso con risultati di assoluto rilievo:
a. sono state arrestate 3 persone di cui 2 a Torino di Sangro (CH) e 1 a Miglianico (CH). In particolare:
– a Torino di Sangro, sono stati tratti in arresto AQUILANO Massimo, 40enne di Villa Tucci di Crecchio (CH), e CONSORTE Giulio, 39enne di Ortona, i quali sono stati sorpresi dai militari della locale Stazione Carabinieri mentre si dileguavano a bordo di un furgone Fiat Ducato dopo aver asportato mobili e suppellettili varie da un ristorante del posto. I due malfattori, prontamente inseguiti dai suddetti militari, venivano raggiunti e fermati lungo la ss. 16 Adriatica nel comune di San Vito Chietino (CH). La refurtiva, del valore di euro 4.000,00 circa, veniva interamente recuperata e restituita al legittimo proprietario, mentre il furgone veniva sottoposto a sequestro. Gli arrestati, dopo le formalità di rito, sono stati associati presso la Casa Circondariale di Lanciano (CH) a disposizione della locale Autorità’ Giudiziaria.
Gli arrestati sono stati individuati mentre si allontanavano dal luogo del delitto dal Comandante della Stazione Carabinieri di Torino di Sangro, il quale, libero dal servizio e in abiti civili, dopo aver allertato il servizio perlustrativo in atto della propria Stazione, si poneva all’inseguimento e, ottenuto il supporto degli altri militari, raggiungeva e bloccava i due malfattori mentre si trovavano nel territorio di San Vito Chietino;
– a Miglianico, la locale Stazione Carabinieri, unitamente ad un assistente della Polizia di Stato in servizio presso la Questura di Pescara, libero dal servizio, traeva in arresto in flagranza di reato FALCONE Leonardo, un brasiliano di 25 anni, residente a Pescara, in quale, unitamente ad un complice, veniva sorpreso mentre asportava dall’interno di un cantiere edile del posto, circa 25 metri di cavi elettrici in rame. Il prevenuto, nonostante si fosse dato a repentina fuga, veniva prontamente inseguito e bloccato dal personale operante, mentre il complice, poi identificato in d.a. 31enne di Montesilvano e denunciato in stato di libertà, si dileguava facendo perdere le proprie tracce nelle campagne circostanti. La refurtiva, del valore in corso di quantificazione, e’ stata recuperata e restituita al legittimo proprietario. L’arrestato, invece, veniva trattenuto presso le camere di sicurezza di questo Comando di Compagnia, in attesa del rito direttissimo previsto nella mattinata di oggi presso il Tribunale di Chieti;
b. sono state denunciate in stato di libertà alla competente Autorità Giudiziaria, n. 2 persone tra cui, oltre al complice della persona tratta in arresto per il furto perpetrato a Miglianico di cui alla precedente lettera a), b.a., 43enne di Ortona, in quanto veniva sorpresa alla guida di una autovettura, senza aver mai conseguito la patente di guida. Il veicolo veniva sottoposto a fermo amministrativo e affidato ad una ditta autorizzata del luogo.
Nel corso del servizio, inoltre:
– sono state controllate e identificate nr. 149 persone, di cui 32 straniere;
– i mezzi controllati sono stati 97, di cui uno sottoposto a fermo amministrativo; al riguardo sono stati effettuati, con esito negativo, n. 16 controlli con precursori e/o con l’apparato etilometrico;
– sono state ritirate nr. 1 patente di guida e n. 1 carta di circolazione stradale;
– sono stati controllati n. 18 esercizi pubblici.

L’attività di prevenzione del territorio, per la quale sono stati impiegati n. 22 militari, ha visto una concentrazione di risorse in Casalbordino, Torino di Sangro e Fossacesia a seguito delle direttive impartite dal Comando Provinciale di Chieti nell’ambito dell’intensificazione dei servizi di controllo del territorio in un area sensibile sotto il profilo della sicurezza pubblica. Il particolare servizio verrà organizzato anche per il futuro e sarà sempre orientato a prevenire e reprimere le problematiche che destano maggiore preoccupazione sociale, quali, ad esempio, i furti in danno di abitazioni ed esercizi commerciali.