Dopo il maltempo, gli sciacalli. Due rumeni in manette

4 marzo 2011 0 Di redazione

Un grave atto di “sciacallaggio” posto in essere questa mattina poco dopo le 12, da due cittadini rumeni residenti a Pescara.
Dopo i gravi danni subiti dai residenti di Pineto a seguito del nubifragio dei giorni scorsi, il proprietario di un’abitazione, un 25enne del luogo, con l’aiuto dei familiari aveva riposto tutti i mobili e le suppellettili nel giardino di casa per evitare il danneggiamento a seguito dell’allagamento del proprio seminterrato. Mentre il giovane si trovava all’interno del seminterrato per pulire il locale, MEMET Petre e MEMETEL Daniela, cittadini rumeni, entrambi 23enni, già noti per fatti di giustizia, sono entrati nel giardino dei casa asportando i mobili e le suppellettili e dopo averli caricati su un furgone Iveco Daily si sono dileguati a forte velocità. Il giovane proprietario a questo punto avvisato anche da altri vicini di casa che avevano visto il furgone fuggire, ha chiamato i Carabinieri della Stazione di Pineto, attualmente diretti dal Mar. Ca. TARANTINO Giuseppe, che subito inviava in zona due pattuglie dipendenti che poco dopo riuscivano a localizzare il furgone lungo la Nazionale Adriatica [nel comune di Pineto] con direzione Pescara. Entrambi i rumeni venivano arrestati con l’accusa di concorso in furto aggravato mentre il furgone in uso al Memet Petre è stato sottoposto a sequestro. L’intera refurtiva, per un valore quantificato in 4 mila (quattromila) circa, è stata restituita al legittimo proprietario. Gli arrestati, dopo le formalità di rito, sono stati associati alla Casa Circondariale di Teramo, in attesa dell’udienza di convalida davanti al Tribunale competente.