Unione Cinquecittà dice si alla differenziata per Piedimonte e Roccasecca

29 marzo 2011 0 Di redazione

Il Consiglio dell’Unione Cinquecittà tenutosi alle 17 di lunedi 28 marzo 2011 nel palazzo Boncompagni di Roccasecca ha detto sì ai Piani Operativi per la realizzazione della raccolta differenziata a Piedimonte San Germano e a Roccasecca. A margine della riunione consiliare, il presidente dell’Unione Cinquecittà Sergio Staci ha espresso soddisfazione per il risultato raggiunto: “Gli obiettivi che mi ero prefissato all’inizio del mio breve mandato da presidente cominciato nell’aprile 2010, sono stati centrati: la raccolta differenziata viene realizzata a Villa Santa Lucia con ottimi risultati in termini di materiali recuperati ed avviati a riciclo, come dimostrato dai numeri, in quanto ci siamo attestati per il secondo mese consecutivo al 76 per cento di selezione. Ma non solo, poiché notevole è anche il risparmio che il Comune di Iannarelli sta effettivamente riscontrando sulle fatture emesse dalla Saf di Colfelice per le ridotte quantità di rifiuto indifferenziato conferito in discarica. L’Ecocentro con l’impianto di selezione in località Signoritti è attivo e funzionante, e attualmente si sta predisponendo la distribuzione dei kit di contenitori su Piedimonte San Germano dove a breve i cittadini potranno cominciare a differenziare e a recuperare materie prime secondarie. Anche per quanto riguarda Roccasecca, l’Unione è pronta per dare il via al servizio di raccolta differenziata porta a porta. Questo significa – ha concluso Staci – che tutto il lavoro di preparazione fatto nel corso degli anni e l’attivazione del servizio oggi, dimostra che l’Unione Cinquecittà ha realizzato una realtà importante che costituisce il fiore all’occhiello nel panorama regionale, perché è in grado di compiere tutto il ciclo di raccolta e avvio a recupero dei materiali riciclabili: dal prelievo presso il domicilio del cittadino fino alla consegna del materiale separato, pressato e ridotto in balle ai Consorzi della filiera Conai”.
Alla riunione erano presenti il sindaco di Aquino Antonino Grincia, quello di Piedimonte San Germano Domenico Iacovella, di Villa Santa Lucia Antonio Iannarelli, e poi gli assessori dell’Unione Oreste Gentile, Giovanni Euriti, Biagio Rizza, Claudio Rezza, ed i consiglieri Antonio Colantonio di Roccasecca e Francesco Romano di Villa Santa Lucia.
Durante l’esposizione dei punti all’ordine del giorno del Consiglio fatta dal Presidente, l’assessore al Bilancio dell’Unione Oreste Gentile ha chiesto di integrare il testo della delibera con una “clausola” che impone ai Comuni di regolarizzare tutto il pregresso dovuto nei confronti dell’Unione Cinquecittà: condizione senza la quale il servizio di raccolta differenziata non sarà attivato. Il sindaco di Piedimonte Iacovella si è detto d’accordo con la richiesta. Per quanto riguarda in particolare il comune di Roccasecca, è stata fatta un’eccezione per l’ultima rata del debito accumulato negli anni scorsi, in scadenza il 30 novembre 2011, proprio per il rispetto dell’accordo fatto sotto la presidenza Iacovella. I presenti alla riunione consiliare hanno approvato all’unanimità.
Gli altri punti all’ordine del giorno riguardavano l’approvazione del verbale del Consiglio del 26 novembre 2010, la nomina del revisore dei conti riconfermato nella persona del dottor Angelo Di Giorgio, e l’autorizzazione alla permuta di una piccola parte del terreno circostante l’Ecocentro con il terreno di un altro proprietario su cui insiste un rudere con diritto di edificabilità: una proposta conveniente secondo la Giunta dell’Unione Cinquecittà che il Consiglio ha approvato all’unanimità e reso immediatamente esecutiva.