Fiuggi, la Guardia di Finanza scopre 4.100.000 euro di redditi sottratti al fisco

24 maggio 2011 0 Di admin

Continua l’attività delle fiamme gialle alla ricerca e repressione di maxi fenomeni di evasione fiscale. Ancora una volta le attività investigative hanno condotto all’individuazione di cifre esorbitanti di redditi indebitamente sottratti a tassazione.
Questa volta gli uomini della Tenenza di Fiuggi hanno concentrato le loro attività su una società adibita alla vendita all’ingrosso e al dettaglio di prodotti ortofrutticoli, sita nella cittadina di Fiuggi.
Nel corso di diverse annualità di imposta, facendo leva su irregolarità contabili e documentali, la stessa società è riuscita a nascondere al Fisco redditi per un valore di circa € 4.100.000,00. La società aveva, inoltre, trasferito la propria sede legale fuori la circoscrizione di competenza della tenenza di Fiuggi, e più precisamente nella città di Roma, proprio con il fine di eludere o comunque di complicare le attività investigative dei militari.
Le indagini sono scattate di iniziativa della Tenenza della Guardia di Finanza di Fiuggi che, supportata dagli elementi acquisiti anche mediante l’ausilio delle Banche Dati, nell’ambito dell’attività di controllo e monitorizzazione del contesto economico del territorio, ha verificato che l’esercizio commerciale sito in Fiuggi nell’ambito del quale si vendevano prodotti ortofrutticoli, solo fittiziamente aveva sede a Roma, omettendo anche di presentare le previste comunicazioni ai fini delle Imposte sui Redditi, dell’Iva e dell’Irap.
Le operazioni di ricostruzione di redditi sottratti a tassazione sono risultate alquanto complesse a causa della mancanza di documentazione contabile.
Gli straordinari risultati conseguiti dalle Fiamme Gialle sono diretta conseguenza dell’attenta attività di controllo del territorio anche relativamente alle caratteristiche economiche dello stesso che hanno dimostrato, nel corso dei vari interventi, un incremento notevole alla realizzazione del sommerso d’azienda e di lavoro in tutti i settori commerciali.