Omicidio di Melania, trovati indumenti sospetti nel bosco di Ripe di Civitella

25 maggio 2011 0 Di redazione

A distanza di 35 giorni dall’omicidio, dopo il funerale e dopo le fiaccolate in ricordo di Carmela Melania Rea, ancora nessuna indicazione certa su chi possa essere il suo o la sua assassina. Le uniche novità sono legate ad una risposta del Ris secondo la quale le tracce di sangue finora ritrovate sono tutte di Melania. La speranza era che una di esse potesse essere del suo assassino. Oggi, invece, a circa un chilometro e mezzo nel bosco di Ripe di Civitella dove è stato ritrovato il corpo della ragazza, sono stati rinvenuti alcuni indumenti da uomo. In particolare un pantalone e una maglietta a maniche corte che i carabinieri, ancora impegnati nel battere tutto il territorio, hanno rinvenuto quella che sembrava una discarica spontanea tra cui questi indumenti più nuovi rispetto al mucchio di rifiuti. Difficile che da questo ritrovamento possano emergere spunti investigativi che permettano la soluzione del caso. Intanto gli inquirenti continuano la loro indagine ascoltando le persone vicine alla donna. L’idea del criminologo Silvestri, quella che l’omicidio sia riconducibile all’attività di un serial killer, almeno in apparenza, non è presa in seria considerazione.
Foto: Alberto Ceccon