Sanità, una foto che non rappresenta la situazione Ciociara

24 maggio 2011 0 Di redazione

Il presidente della Regione Lazio Renata Polverini ha fatto visita all’ospedale di Frosinone. Una immagine la ritrae mentre dialoga soddisfatta con i dirigenti della Asl in un ambiente che sa di film americano. E’ importante che un governatore di regione si sinceri di persona delle condizioni in cui versano le strutture sanitarie, quelle che, di fatto, assicurano servizi primari ai cittadini. Ecco perché certe visite andrebbero fatte con maggior frequenza, anzi, invitiamo la governatrice a visitare anche l’ospedale di Sora, in particolare nelle ore notturne. Se riuscisse a non farsi annunciare troverebbe decisamente pochi medici ad aspettarla e ad intrattenerla e certamente molto meno sorridenti di quelli della foto. Se fosse capace di tanto, la Polverini a Sora, di notte, troverebbe un solo medico a disposizione per tutti i reparti tra cui anche quello di oncologia che a Sora è polo provinciale. Scoprirebbe tante cose come, ad esempio, l’assurdità che per una emergenza urologica (il reparto di urologia è stato chiuso dalla sua stessa amministrazione) come ad esempio la pulizia di un catetere, il paziente deve essere trasportato in ambulanza a Cassino o a Frosinone dato che l’urologa è disponibile nell’ospedale Santissima Trinità solamente di mattina dal lunedì al venerdì. Purtroppo, prima o poi qualcuno se ne accorgerà, quella fotografia non rappresenta la sanità provinciale. Invitiamo i lettori a scriverci le loro esperienze o i loro pareri sulla sanità pubblica.
Ermanno Amedei