“La famiglia di Nazareth” fa festa a Castrocielo

23 giugno 2011 0 Di redazione

E’ festa sabato 25 giugno a Castrocielo. Festa di allegria e gioia per tutti, tra musica e canti, balli e giochi per i piccoli, gastronomia e fiducia reciproca. E’ festa e riflessione per le famiglie e per chi crede nell’impegno solidale come sfida educativa da affiancare alla civiltà dei festival della birra , del “Bunga – Bunga” e della “TV monnezza” . Si provano vie alternative agli attuali modelli edonistici che ottenebrano la mente ed insinuano la tentazione di ritenere che la ricchezza dell’uomo non sia nella propria spiritualità, ma nel suo potere personale e sociale.
Le attuali vicende “para-politiche” che vedono coinvolte le istituzioni più rappresentative della nostra nazione, i turbamenti che invadono l’intera opinione pubblica, la perdita di un senso etico che scuote e frammenta la visione cristiana della vita, impongono una profonda riflessione dell’essere famiglia e di come questa si debba rapportare con le altre famiglie sempre più in difficoltà. Difficoltà economiche, educative e progettuali, possono portare a paure e dispersione degli obiettivi e del cammino da seguire. Un richiamo forte e rassicurante, il bisogno di fissare elementi certi, è necessario per non lasciarsi travolgere dagli eventi e dalla crisi insita nell’attuale tempo. La condizione è stata recentemente confermata da Papa Benedetto XVI: “ la crisi delle famiglie è aggravata dalla diffusa fragilità psicologica e spirituale dei coniugi”
Il richiamo ad una famiglia solidale al proprio interno che con spirito cristiano apra all’esterno dell’ uscio per vivere il rapporto di solidarietà, reciprocità e gratuità verso il prossimo così come nella famiglia, non può che arricchire e portare aiuto vero ed affettività fraterna nelle realtà sociali e nelle relazioni locali in cui si opera e si vive.
L’evento “La famiglia solidale educa all’amore”, è stato costruito attraverso 3 tappe principali: la prima – l’INCONTRO – tenutasi a Castelletto di Brenzone (Vr) lo scorso 5 giugno, con la presenza di genitori e una quarantina di ragazzi di Castrocielo che hanno suonato le loro chitarre sul Lago di Garda nel suggestivo Istituto delle Piccole Suore della Sacra Famiglia, partecipando al raduno nazionale delle Associazioni famiglie di Nazareth. E’ stata una giornata di riflessione sui valori e problematicità della Famiglia, nonché del rapporto tra lavoro e l’essere uomini. La seconda tappa –l’ACCOGLIENZA – VIII festa della Famiglia, si terrà sabato prossimo, 25 giugno a Castrocielo, e sarà centrata sull’incontro tra famiglie ed esperti sul tema “La famiglia solidale educa all’amore”. Il giorno seguente – la TESTIMONIANZA – a Viterbo, con il trasferimento delle due comunità di Castrocielo e di La Spezia, guidata da Giovanni Ricchetti presidente dell’ Associazione Famiglia di Nazareth, che parteciperanno alla nascita dell’ Associazione Famiglie locale e portando la loro esperienza.
L’obiettivo principale è quello di favorire la condivisione attraverso la musica, la progettualità comune, l’abbattimento delle differenze geografiche e culturali, il dialogo sui valori e la trasmissione di relazioni affettive e sociali positive tra le famiglie e tra le generazioni. La capacità di progettare insieme l’evento globale, la costruzione delle tappe, nonché la realizzazione e lo sviluppo futuro, rappresenta più che un cammino d’avvicinamento ad un obiettivo, il vero risultato atteso.
Le istituzioni comunali di Castrocielo con in testa il primo cittadino, Prof. Filippo Materiale promotore di un progetto per il Fiuggi Family Festival , la Regione Lazio, l’Istituto delle Piccole Suore della Sacra Famiglia, Il Parroco don Tonino Grossi con le realtà associative di volontariato e la Pro loco sostengono l’iniziativa con partecipazione attiva e propositiva.
Il Presidente AFN
Alessandro Ricci