Regione Lazio, Tedeschi (IDV): “Rimandato ancora provvedimento su attività estrattive”

15 giugno 2011 0 Di redazione

“L’atteso provvedimento legislativo relativo al settore delle attività estrattive è stato ancora procrastinato alla prossima seduta del Consiglio Regionale del Lazio. Sicuramente nel panorama del settore estrattivo del Lazio merita un’attenzione particolare il problema della subsidenza presente nei territori di Tivoli e Guidonia ed a tal fine era stato istituito già da qualche anno un tavolo di concertazione che, da quanto mi risulta, non è stato mai convocato.” Lo dichiara in una nota il consigliere regionale dell’italia dei Valori, Anna Maria Tedeschi.
” Inoltre gli uffici preposti della Regione Lazio – prosegue Tedeschi – hanno il compito di controllare e verificare che l’attività estrattiva si svolga nel rispetto di tutte le normative vigenti ed in tal senso si colloca anche la recente approvazione da parte del Consiglio Regionale del PRAE, strumento operativo che ha anche l’obiettivo di consentire un efficace monitoraggio dell’attività di coltivazione delle cave. In tutto questo quadro complesso si inserisce il problema delle proroghe in scadenza, problema ben noto agli addetti ai lavori, ma anche alla passata amministrazione regionale. Oggi il problema non è più procrastinabile, ma va gestito con urgenza, è per questo che nella X Commissione ho dato il mio voto favorevole alla proposta di legge in questione. Purtroppo è vezzo della politica italiana rimandare i problemi fino a quando poi la gestione in urgenza diventa problematica e difficoltosa. In tutta questa storia non dobbiamo perdere di vista le tante imprese serie che nel settore lavorano onestamente creando sana occupazione. Chi ha il dovere di vigilare: Regione, Province, Comuni facciano il loro dovere fino in fondo, ma chi ha il dovere di prendere le decisioni politiche deve avere il coraggio di farlo e se si arriva troppo tardi non possono essere certo sempre i cittadini, in questo caso i lavoratori onesti del settore, a doverci rimettere.”