Shopping disinvolto con banconote false, tre persone arrestate dai carabinieri

27 luglio 2011 0 Di admin

Una missione finita male in terra Molisana per tre componenti una famiglia di un grosso centro della provincia di Napoli bloccata nella serata di ieri dagli uomini della Compagnia di Venafro.
Il terzetto a bordo di una Fiat Punto dal primo pomeriggio, come le indagini lampo hanno poi confermato, aveva effettuato shopping in alcuni negozi situati in più paesi a metà strada tra Venafro ed Isernia e nello stesso capoluogo Pentro, acquistando alimenti per mezzo migliaia di Euro in macellerie, farmaci e prodotti affini presso farmacie e tabacchi, consegnando agli ignari titolari delle attività banconote da 20 Euro false.
In un paese alle porte della città del capoluogo di provinciale però è finito il tour illecito per i tre che sono stati bloccati dal Comandante della Stazione dei Carabinieri di Monteroduni che con i suoi uomini e collaborato dal personale della Compagnia di Venafro, era sulle loro tracce.
Dopo i primi accertamenti e riscontri, i militari hanno rinvenuto oltre ai prodotti acquistati anche ulteriori numerose banconote contraffatte ben celate nell’autovettura, motivo per il quale completato l’iter investigativo lampo, per i tre è scattato l’arresto. Si tratta di un 69enne pensionato che con il figlio 32enne è stato associato presso il reclusorio di Ponte S.Leonardo di Isernia, mentre la moglie 60enne del primo è stata consegnata al carcere femminile di Chieti a disposizione della Autorità Giudiziaria del capoluogo Pentro.
Poichè non è da escludere che il terzetto abbia potuto agire nel territorio della provincia Isernina sin dalla mattina o anche nei giorni precedenti, si invitano eventuali ulteriori titolari di attività in possesso di eventuali banconote false a rivolgersi presso i Comandi di Stazione dell’Arma.