Fabbrica esplosa, ricomposti i corpi delle vittime. Trovati anche resti di animali

15 settembre 2011 0 Di redazione

Le salme delle vittime dell’esplosione di Arpino sono state ricomposte oggi nell’obitorio di Cassino da uno staff medico dell’università di Tor Vergata guidato dalla dottoressa Elisa Arena.
Il lavoro iniziato oggi durerà ancora qualche giorno e servirà per ultimare esami medico legali. Il triste lavoro di oggi è servito per ricomporre le sei salme separando i brandelli dei loro corpi da quelli di alcuni animali che erano presenti in prossimità della fabbrica. Pare si trattasse di cani e pecore. Intanto in procura è stato aperto un fascicolo contro ignoti per stabilire eventuali responsabilità. Difficile puntare il dito contro qualcuno dato che nella tragedia ha perso la vita anche il proprietario dell’azienda e i suoi due figli. La vicenda, quindi, con tutta probabilità si ridurrà ad un processo civile ai fini dell’assicurazione. Dietro questa storia quindi, rimarranno le macerie della fabbrica, il sangue versato da chi ci lavorava, oltre che alle vedove e agli orfani.