Approvato a Ferentino il regolamento del servizio mortuario, al vaglio l’ampliamento del cimitero

27 ottobre 2011 0 Di redazione

L’ultimo consiglio comunale ha approvato le variazioni del regolamento municipale per il servizio di polizia mortuaria e dei due cimiteri cittadini. E ora si pensa all’ampliamento del camposanto principale di Ferentino, dalla cittadinanza particolarmente atteso. Lo ha confermato l’assessore all’urbanistica Amedeo Mariani: “è previsto nel piano triennale l’ampliamento — ha spiegato l’amministratore –. E’ già stata adottata una variante per i lavori futuri ed è stata trasmessa alla Provincia per le osservazioni. Dopodichè approderà in consiglio comunale per la fase definitiva, per l’approvazione. Credo che entro il 2012 possa iniziare perlomeno la fase progettuale dell’opera di ampliamento”. Le variazioni del regolamento cimiteriale e di polizia mortuaria riguardano le assegnazioni di loculi a persone viventi, i ricongiungimenti e la restituzione degli spazi cimiteriali. Ci sono state modifiche all’articolo 47. A richiesta può essere concessa l’assegnazione di un loculo a persone che abbiano compiuto 75 anni di età. L’assegnazione potrà essere concessa anche a soggetti di età inferiore ai 75 anni, solo se con aspettativa di vita pari o inferiore a 1 anno comprovata da adeguata documentazione medica; il richiedente della concessione di un’area per tombe o cappelle o loculi prive di eredi, dovrà indicare chi sarà il concessionario subentrante a seguito del suo decesso e dovranno sottoscrivere l’atto di concessione; in caso di carenza di posti l’amministrazione può disporre la temporanea requisizione dei loculi non ancora occupati. Eventuali traslazioni per tumulazioni provvisorie, saranno a cura e a spese del Comune. E’ concessa facoltà ai familiari viventi di richiedere una concessione a titolo oneroso di un loculo contiguo a quello assegnato occupato dal congiunto defunto, per ottenere il ricongiungimento. I loculi resi liberi a seguito del ricongiungimento, torneranno nella piena disponibilità del Comune senza rimborsi, restituzioni, compensazioni a favore dei familiari.
Aldo Affinati