Internet: in vendita Kit illegali per test infezioni a trasmissione sessuale

28 ottobre 2011 0 Di admin

Da Giovanni D’Agata riceviamo e pubblichiamo:
Kit illegali per test HIV in vendita online, potrebbero dare una diagnosi errata. Importati dalla Cina sono sprovvisti del necessario marchio di qualità CE. I siti web hanno messo in vendita anche dispositivi medici di prova non compatibili con altre infezioni a trasmissione sessuale, compreso l’epatite, la gonorrea, clamidia e sifilide.
In questi giorni quasi 500 persone hanno già acquistato il kit, che consentono agli utenti di verificare da soli nelle proprie abitazioni l’eventuale infezione.
Alcuni dei kit sono stati recapitati senza nessuna istruzione, mentre altri erano con etichette ambigue o insufficienti.
Giovanni D’Agata, componente del Dipartimento Tematico Nazionale “Tutela del Consumatore” di Italia dei Valori e fondatore dello “Sportello dei Diritti”, informa le persone che hanno acquistato il kit, che essi non rispondono alle linee guida del Ministero della Salute così come anche ha allertato l’Agenzia Inglese per la Protezione della Salute (HPA).
L’inglese MHRA ( Medicines and Healthcare Products Regulatory Agency ) ha comunicato che durante l’indagine per risalire ai siti web di vendita dei dispositivi illegali, hanno scoperto che nel frattempo che vi erano state delle vendite record.
L’agenzia MHRA nel suo comunicato consiglia gli acquirenti di verificare che qualsiasi Kit acquistato dai siti internet sia marcato con la sigla CE che dovrebbe indicare la conformità con la normativa europea. Potrebbero, infatti, essere in vendita online un numero di kit auto-test che non sarebbero compatibili con la normativa pertinente e per tale motivo si sconsigliano le persone a considerare internet come un mezzo per effettuare test per restare anonimi.
Questi kit possono essere inaffidabili; c’è un rischio significativo in quanto potrebbero fornire all’utente un risultato falso.
I soggetti a rischio dovrebbero contattare le associazioni di settore, gli specialisti e gli ospedali, dove possono ricevere la giusta assistenza per tutte le malattie sessualmente trasmissibili, tra cui l’HIV.