I volontari dell’associazione “promozione e diffusione delle Arti” puliscono i tombini di Ferentino

10 novembre 2011 0 Di redazione

Domani, nel giorno in cui si spilla la botte del nuovo vino e le varie associazioni dei “becchi” tra cui il Club dei Cornuti di Ferentino festeggiano San Martino, nella città ernica la locale associazione culturale “Il Cartello per la promozione e diffusione delle Arti”, darà vita a una performance dimostrativa e di sensibilizzazione molto significativa a salvaguardia della pubblica incolumità. Alle 11 avrà luogo l’“Operazione 11-11-11-11” o meglio 11 come il giorno, 11 il mese, 11 l’anno e 11 l’orario. Alcuni volontari del sodalizio insceneranno la dimostrazione ripulendo i tombini, come accennato per ragioni di sicurezza, dopo la devastante alluvione di Genova, nel centro storico di Ferentino. Il percorso interessato è quello tra piazza Della Catena e l’incrocio di via Consolare e via Roma. L’iniziativa, come annunciato da Gian Carlo Canepa presidente di “Il Cartello…”, ha due fini: “concentrare l’attenzione sul sistema idrogeologico di Ferentino, piuttosto fragile e quindi da non sottovalutare, sia nella normativa che nella prevenzione e manutenzione, inoltre vogliamo sensibilizzare i cittadini. Il nostro è un invito a collaborare nel mantenere puliti i fossati, i corsi d’acqua e i tombini dove si riversano le acque piovane”. Il creativo architetto Canepa dedica la manifestazione alle vittime italiane della recente alluvione.
Aldo Affinati