In fin di vita a causa del monossido di carbonio, tre giovani intossicati a Paglieta

18 novembre 2011 0 Di redazione

Tre giovanissimi di Paglieta sono rimasti intossicati dall’ossido di carbonio prodotto da una caldaia a gas metano. La tragedia è stata sfiorata oggi pomeriggio poco prima delle 15 al primo piano di una palazzina nei pressi dell campo sportivo. Si tratta di un 14enne, della sorella 19enne e del fidanzato 20enne di lei. Nessun segnale da diverse ore e i vicini hanno lanciato l’allarme. I soccorsi immediatamente intervenuti anche con un elicottero del 118, hanno trasportato il 19enne e il 14enne a Chieti e le loro condizioni restano gravi tanto che i medici si sono riservati la prognosi. La 19enne, invece, è stata trasportata in ospedale a Lanciano e le sue condizioni non sono preoccupanti. I carabinieri di Atessa che hanno iniziato ad indagare su quanto accaduto, avrebbero accertato che il monossido sarebbe uscito dalla caldaia a metano a cui si sarebbe ostruito lo scarico. I militari agli ordini del capitano Vincenzo Orlando hanno sequestrato la caldaia per sottoporta ad ulteriori accertamenti e stabilire eventuali responsabilità.