Aidaa al governo: interventi per sostenere le famiglie con animali

27 dicembre 2011 0 Di admin

DaAidaa riceviamo e pubblichiamo:
I dati di Natale ma più in generale quelli dell’ultimo trimestre parlano di una ripresa del fenomeno degli abbandoni di cani e gatti e di altri animali domestici. Il fenomeno al momento è contenuto in termini numerici ridotti, ma preoccupa il fatto che per quanto riguarda i cani, quelli abbandonati sono prevalentemente anziani e vengono lasciati davanti ai canili, quasi come chi li abbandona non avesse la possibilità di poterli mantenere: un vero dramma per cane e anche per il padrone. Per questo motivo l’ASSOCIAZIONE ITALIANA DIFESA ANIMALI ED AMBIENTE ha inviato questa mattina una lettera al primo ministro Mario Monti perché nei provvedimenti della seconda fase, e vale a dire dello sviluppo, tenga in considerazione anche questo fenomeno ed in particolare le famiglie composte molto spesso da pensionati (o da un solo componente pensionato anziano) il cui animale domestico è spesso l’unica compagnia. AIDAA propone al governo piccoli interventi correttivi che permetterebbero tradotti in termini pratici un risparmio di oltre 200 euro l’anno nella gestione ordinaria del proprio animale domestico ed in particolare:

detassazione al 4% dell’Iva di tutti i prodotti alimentari ed indispensabili per la vita quotidiana di fido e micio e degli altri animali domestici

detassazione fino al 4% dell’Iva per le spese veterinarie e dei farmaci veterinari.

Iscrizione gratuita all’anagrafe canina e riduzione immediata di almeno il 30% (fissato per legge) dei costi delle sterilizzazioni per micio e fido.

Introduzione della liberalizzazione dei farmaci veterinari generici

Allo stesso tempo AIDAA propone un introduzione di un calmiere dei prezzi per i prodotti alimentari e necessari per la vita quotidiana di micio e fido e la nascita di gruppi di acquisto solidale tra i pensionati ( che AIDAA intende promuovere gia a partire dai prossimi mesi) e i disoccupati e tutte le persone a basso reddito.

Inoltre una forte campagna pubblica di prevenzione dell’abbandono di animali che parta gia da Pasqua e dure condanne penali e sanzionatorie per coloro che vengono individuati e denunciati per abbandono o maltrattamento di animali con tempi certi per la celebrazione dei processi per direttissima.