Di Lorenzo sui semafori guasti di S. Carlo: “Il comune intervenga subito per evitare possibili tragedie”

5 dicembre 2011 0 Di admin

Da Amalio Di Lorenzo riceviamo e pubblichiamo:
Amalio Di Lorenzo, noto imprenditore gaetano, da sempre sensibile ed attento alle problematiche cittadine questa volta alza la voce in merito ad una situazione, di per sé preoccupante che riguarda la sicurezza e la pubblica incolumità. “Da alcuni giorni i semafori situati all’altezza del campo sportivo e della chiesa, nel quartiere S. Carlo, non sono funzionanti con l’arancione che lampeggia continuamente.- Spiega il ristoratore locale- Con mia grande meraviglia, nonostante il grave pericolo ed il forte rischio di possibili sinistri, anche con conseguenze drammatiche, nessuno si fa carico di intervenire. Stiamo parlando di una zona con un notevole flusso di veicoli, molti mezzi pesanti,in pratica il punto nevralgico della città dal punto di vista del traffico. Ed inoltre voglio rimarcare la presenza del l’incrocio con la Flacca, cosa che avrebbe da subito dovuto far scattare l’allarme ai massimi livelli. Non vorrei che, come capitato in passato, i necessari e doverosi provvedimenti si vadano poi ad assumere a tragedia avvenuta”. Poi Di Lorenzo punta ancora una volta il dito contro l’Amministrazione Comunale. “Anche se la competenza sui semafori non è del Comune, .- afferma l’imprenditore- non vedo perché coscienza, senso di responsabilità e sensibilità non debbano spingere il Sindaco o l’Assessore alla Viabilità a muoversi, ad operare un sollecito nei confronti di chi di dovere visto che ne hanno tutti i mezzi. Intervenire per la salvaguardia della pubblica incolumità dovrebbe essere un atto immediato oltre che spontaneo. Cosa si fa, si riparano i marciapiedi per evitare all’anziano di cadere e poi si fa finta di non vedere o ci si tappano gli occhi di fronte ad un caso come questo? E non è la prima volta che accade che i semafori di San Carlo vadano in tilt e restino non funzionanti per diverso tempo. Personalmente,seguo la problematica dopo averla constatata di persona e perché sollecitato da tanti cittadini, sì perché il popolo ha il diritto di protestare e di manifestare, anche attraverso la stampa il disagio, facendo sentire la propria voce. E non mi importa se qualcuno anziché rispondere con i fatti, intervenire per risolvere le esigenze ed i problemi di Gaeta, asserisce che si tratta di propaganda elettorale di un Di Lorenzo pronto a scendere in campo per le Amministrative. Le mie segnalazioni, le mie denunce, le mie critiche costruttive continueranno ad andare avanti.”
Amalio Di Lorenzo