Costa Concordia, la nave si muove verso il baratro. Quattro centimetri in sei ore

29 gennaio 2012 0 Di redazione

Nelle prime ore di oggi le strumentazioni tecniche a disposizione della struttura del Commissario delegato per l’emergenza per il naufragio della Costa “Concordia” hanno rilevato un’accelerazione dello spostamento della prua della nave “Concordia”, nell’ordine massimo di 1 centimetro l’ora per complessivi 4 centimetri nelle ultime 6 ore.
Tali accelerazioni sono già avvenute in occasioni precedenti, soprattutto in concomitanza con minimi di marea e risentono anche delle condizioni meteomarine in atto caratterizzate da vento forte da sud-est. I Centri di supporto tecnico-scientifico a disposizione della Struttura del Commissario delegato continueranno a monitorare costantemente i movimenti della nave.
La stessa Protezione Civile, inoltre, informa che a causa delle avverse condizioni meteorologiche, come da procedure consolidate e già attivate in passato, sono state temporaneamente sospese le attività di ricerca.
Confermata, inoltre, la notizia secondo la quale le società Smit Salvage e Neri hanno sospeso le operazioni di defueling in attesa del miglioramento delle condizioni metereologiche.
“Si approfitta anche per ricordare – si legge in una nota della Protezione Civile . che notizie ufficiali sia sulle attività di ricerca delle persone disperse sia sulle anomalie registrate dalle strumentazioni rispetto alla posizione della nave Concordia vengono comunicate, all’esito di tutte le verifiche necessarie, dalla struttura commissariale; ciò per evitare il sovrapporsi di voci non confermate che possono generare solo confusione nella veicolazione di una corretta informazione ai cittadini”.