Tenta la rapina alla locanda, cassinate arrestato dalla polizia

4 gennaio 2012 0 Di redazione

Tentata rapina, resistenza a Pubblico ufficiale e possesso ingiustificato di armi da taglio atti ad offendere. Per questi reati, nella trda mttinata di oggi, gli agenti di polizia del commissariato di Cassino dirtti dal vice questore Francesco Putortì, hanno arrestato G.G. 46 anni di Cassino L’uomo, in via Telesio, presso il circolo denominato “La Locanda” in evidente stato di alterazione psico-fisica, ha minacciato il proprietario che se non gli avessero somministrato della birra, avrebbe adoperato come arma una bottiglia vuota. Le donne, impaurite dalla stato di alterazione gli hanno somministrato la birra, senza ricordare se il predetto gli avesse corrisposto l’equivalente della bevanda e, contestualmente hanno chiamato il 113 per far richiesta di intervento immediato di una volante. Gli Agenti nell’immediatezza hanno individuato il 46 enne contestualmente procedevano a perquisizione personale, rinvenendogli in dosso, un coltello del tipo a serramanico e un bastone, chiedendone giustificazioni sul possesso. Gli operatori hanno invitato l’uomo a salire sull’autovettura di servizio per essere accompagnato in commissario, ma questi ha opposto un’energica resistenza mostrando un atteggiamento violento e minaccioso nei confronti degli stessi, del seguente tenore: “… non vengo da nessuna parte, vi conosco fate attenzione…”. Convinto con la forza, rrivato in commissariato, è stato accertato che il 46enne avrebbe anche minacciato con il coltello un cittadino straniero.
Ermanno Amedei