Giorno: 7 febbraio 2012

7 febbraio 2012 0

Genitori a tutti i costi, eseguita ordinanza di arresto internazionale per la coppia di Cervaro

Di redazione
(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({ google_ad_client: "ca-pub-3708340944781441", enable_page_level_ads: true });

Sono stati arrestati questa mattina dai carabinieri di Cervaro Garnero Sandra Candelaria e il marito Giovanni Sparagna in esecuzione di un’ordine di cattura internazionale. Sulla testa dei due pendeva una condanna a dieci anni ciascuno emessa da un tribunale rumeno per espatrio clandestino di minore, sottrazione di minore e falsificazione di documenti. L’anno scorso i due tentarono di adottare clandestinamente il figlio della loro governante rumena. Arrivarono in romania falsificando i documenti delle due donne in modo da far risultare nell’ospedasle in cui il bimbo sarebbe nato, che la madre natuyrale fosse l’italiana. Lo stratagemma scoperto prima che i coniugi con il bambino lasciasse il Paese permise alle forze dell’ordine rumene di arrestarli. A fine ottobre la sentenza di primo grado li ha condannati a dieci anni di carcere ma loro, approfittando della libertà concessa con l’obbligo di rimanere in Romania, sono però fuggiti tornando a Cervaro. In questi giorni la Corte d’appello rumena aveva annullato la sentenza di primo grado perorata dal loro legale Antonio Fraioli, ma, nonostante ciò, i carabinieri hanno eseguito l’ordinanza di arresto internazionale. Spetterà alla Corte d’Appello italiana convalidare l’arresto e decidere per la riconsegna dei due alle autorità rumene.

7 febbraio 2012 0

Emergenza neve, 10mila richieste di aiuto al centralino della polizia. Ecco alcuni interventi

Di redazione

Circa 10.000 le telefonate arrivate sulla linea 113 da venerdì scorso, giorno dell’inizio dell’emergenza metereologica, da parte dei numerosi cittadini colpiti dai gravi disagi provocati dalle precipitazioni nevose. Il Questore Giuseppe De Matteis, per fronteggiare la situazione di emergenza, ha rafforzato i servizi di prevenzione generale soccorso pubblico impiegando su ogni turno, per l’intero arco della giornata, 6 pattuglie della Polizia di Stato ed altre 9 della Polizia Stradale, che, a sua volta, ha garantito anche l’impiego di altre 20 pattuglie per le esigenze in ambito autostradale. I servizi predisposti con l’impiego delle pattuglie con colori d’istituto hanno assicurato una costante attività di monitoraggio sul territorio per attivare tutte le operazioni necessarie alla risoluzione delle diverse problematiche segnalate all’Unità di Crisi, istituita presso il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco e presso la Prefettura-Ufficio Territoriale del Governo. E’ stato disposto uno specifico servizio antisciacallaggio con personale preposto agli uffici investigativi. Numerosi gli interventi garantiti dalla Polizia di Stato che ha assicurato assistenza e soccorso ai richiedenti, in condizioni climatiche proibitive e con grave esposizione a rischio da parte degli operatori. E’ stata assicurata la fornitura di medicinali nei confronti di soggetti affetti da particolari situazioni di salute. Risolutivo l’intervento della Polizia di Stato che ha consentito a persone malate di poter raggiungere strutture sanitarie, o al contrario, in caso di dimissioni delle stesse, di poter raggiungere le proprie abitazioni. Si è proceduto al ripristino della viabilità delle principali vie d’accesso alla città utilizzando per la circostanza mezzi della Protezione Civile e dei Vigili del Fuoco con rimozione della neve e spargimento del sale necessario per una maggiore sicurezza stradale. Molti i cittadini aiutati dal personale della Polizia di Stato, intervenuto anche con pale, per rimuovere cumuli di neve che ostruivano gli accessi di civili abitazioni. E’ stata garantita la fornitura di acqua nei quartieri di questo capoluogo e di altri comuni limitrofi. Costante l’impegno del personale della Polizia di Stato che ha messo a disposizione anche mezzi privati, assicurando il proprio ausilio nei casi di maggiore necessità come l’aver procurato ossigeno ad un ragazzo residente in una zona collinare di questo capoluogo non raggiungibile con veicoli ordinari. Tratta in salvo una donna di 95 anni nel territorio di Patrica, comune della catena dei Monti Lepini, a 700 mt. di altezza s.l.m., residente nel centro storico del paese. La donna, molto agitata, è stata trasportata a spalla dal personale Polstato ed accompagnata dal figlio. Vari gli operatori di Polizia contattati, anche via Internet, da utenti preoccupati del prolungato silenzio dei loro familiari che sono stati raggiunti e messi in sicurezza. E’ stato prestato soccorso ad un cittadino che ha raggiunto questo capoluogo a piedi, proveniente da Ripi, per acquistare confezioni di latte pediatrico per il figlio affetto da gravi patologie. L’uomo è riuscito a procurarsi le confezioni di latte grazie all’intervento della Polizia che ha sollecitato l’apertura di una farmacia di questo centro, dopo aver verificato che quella di turno aveva già esaurito le scorte. Sono stati garantiti interventi per assicurare ai familiari di persone decedute, in questi giorni, per cause naturali, di poter essere raggiunte da personale delle agenzie funebri e/o da medici legali. Numerosi gli interventi in località impervie e di difficile accesso, per portare viveri di prima necessità, messi a disposizione dalla Croce Rossa, a famiglie in difficoltà. Decine gli interventi di soccorso a cittadini rimasti in panne con la propria auto, o bloccati a causa della neve, che sono stati accompagnati presso la propria abitazione.

7 febbraio 2012 0

Costa Concordia, Capitan Schettino resta agli arresti domiciliari

Di redazione

Il capitano della Costa Concordia resta agli arresti domiciliari. Lo ha stabilito questa mattina il tribunale del riesame di Firenze che ha confermato il provvedimento emesso dal Gip di Grosseto. Il giudice fiorentino, quindi, ha rigettato le richieste di arresto formulate dalla procura grossetana che ne chiedeva la detenzione in carcere, ma anche della difesa che ne chiedeva la liberazione.

7 febbraio 2012 0

Vola giù dal viadotto con il camion, autotrasportatore in fin di vita

Di redazione

Un autotrasportatore di Torino Di Sangro è in gravissime condizioni poer un incidente stradale che si è verificato questa notte sull’A14 nel territorio di Martin Sicuro nel teramano. Nella zona imperversava una forte nevicata econ forti folate di vento. L’uomo era alla guda del suo mezzo quando, proprio il vento, lo ha trascinato fuori strada finendo giù dal viadotto.

7 febbraio 2012 0

Evade dagli arresti domiciliari per una passeggiata nella neve, arrestata una 47enne

Di redazione

E’ finita male l’avventura per FAONIO Anna, 47enne di Bellante, ma domiciliata a Giulianova, già nota per fatti di giustizia, che alle ore 14.00 di oggi è stata arrestata dai militari di questo N.O.R.M. unitamente a quelli della locale Stazione con l’accusa di evasione. Proprio nella giornata di ieri la donna, detenuta presso la Casa Circondariale Femminile di Pozzuoli, con ordinanza del G.I.P. del Tribunale di Napoli era stata scarcerata e sottoposta al regime degli arresti domiciliari presso l’abitazione dei genitori ubicata in Giulianova. Evidentemente le forti nevicate sono state un’attrazione “fatale” per la donna che, incurante delle rigide prescrizioni imposte dalla misura cautelare, si è allontanata arbitrariamente dall’abitazione per andarsi a fare una passeggiata sulla neve. In uno dei consueti controlli delle pattuglie dipendenti la donna non è stata trovata in casa, facendo scattare le immediate ricerche con il piano di cinturazione della zona che poco dopo ha portato la FAONIO nella rete della giustizia. Infatti è stata rintracciata nel centro cittadino mentre passeggiava tranquillamente sulla neve che ancora fioccava, opportunamente coperta con sciarpa e cappellino, non solo per coprirsi dal freddo ma anche nel tentativo di non farsi riconoscere. La Faonio è stata pertanto arrestata e trattenuta nella camera di sicurezza di questa Caserma in attesa dell’udienza di convalida fissata per la mattinata di domani 8 febbraio 2012.

7 febbraio 2012 0

Emergenza neve, fiocca a Lanciano. Un’auto con famiglia finisce nella scarpata. Paura per i cumuli sui tetti

Di redazione

Da ieri sera è tornato a nevicare su Lanciano e l’altezza del manto nevoso ha ampiamente superato i 60 centimetri. Una mira difficile da stabilire anche perché, da ieri, un forte vento spazza i fiocchi creando accumuli. Alcune località sono state difficili da raggiungere come la frazione Nasuti e san Jorio dove il livello neve ha superato il metro. Quella caduta nei giorni scorsi, inoltre, si è gelata aumentando i disagi alla circolazione e da questa mattina, super lavoro per i vigili urbani nel tentare di districare alcune situazioni complicate. Una su tutte, una macchina che è uscita di strada con una famiglia a bordo, finendo in un piccolo dirupo. I vigili diretti dal comandante Levante, sono scesi per prendere i due bambini e i loro genitori rimasti per fortuna incolumi. Sempre in mattinata a Villa Stanazzo un pullman è rimasto bloccato così come un tir alla variante per l’area industriale. In città c’è timore, invece, per i cumuli di neve sui tetti che minacciano di finire già a valanga travolgendo i passanti. Per questo i vigili del fuoco stanno transennando le aree pericolose. Una situazione che ha consigliato al sindaco Pupillo di mantenere le scuole chiuse ancora fino a giovedì compreso. Chiusa anche la Sevel di Atessa. I camion con i componenti non arrivano, quindi la scelta è stata obbligatoria.

7 febbraio 2012 0

Emergenza neve: dorme nell’auto, disoccupato salvato da assideramento

Di redazione

Gli hanno letteralmente salvato la vita, e per di più, contro la sua volontà. Ne avevamo già dato notizia alcuni giorni prima dell’emergenza neve, quell’uomo di 42 anni , disoccupato, in attesa di un posto di lavoro stabile, viveva in una Fiat Panda. Rifiutava ogni tipo di aiuto se non qualche pasto caldo che gli passavano i vicini. Venerdì, in piena tempesta di neve, quando a Rizzacorno erano già caduti almeno 30 centimetri di neve, i carabinieri sono arrivati a fatica sul crinale della collina dove “abitava” l’uomo. Rischiando più volte di rimanere bloccati, gli uomini del capitano Massimo Capobianco, lo hanno raggiunto mentre l’uomo era rannicchiato nella sua vettura. Il suo stato mentale, in estrema confusione, gli consigliava di non accettare il consiglio dei carabinieri di lasciare la vettura, per questo, i militari lo hanno prelevato con la forza e lo hanno ricoverato nel reparto di neuropsichiatria dell’ospedale di Lanciano dove rimarrà sotto osservazione medica (al caldo), speriamo fino al termine del maltempo.

7 febbraio 2012 0

Emergenza neve, Mannone (CISL FNS): “La protezione civile chi l’ha vista?”

Di redazione

“La protezione civile chi l’ha vista?” Se lo chiede in un nota stampa il Segretario Generale CISL FNS Pompeo MANNONE. “Numerosi comuni ancora sono isolati senza luce ed acqua. Una autentica vergogna e manifestazione di inefficienza. Il maltempo degli scorsi giorni ha nuovamente portato alla ribalta che il servizio della protezione civile non funziona come dovrebbe se bastano alcuni decine di centimetri di neve per paralizzare intere Regioni. Non è utile entrare nelle polemiche tra Alemanno e Gabrielli, ne tra quelle dei partiti, tuttavia molte cose non hanno funzionato e si poteva fare certamente di più . Nel Paese manca la prevenzione del territorio ed il soccorso deve essere coordinato con più competenza e con responsabilità precise. Il sistema soccorso deve essere organizzato e coordinato dai professionisti e supportato previa pianificazione degli interventi dai volontari. Deve essere anche superata la responsabilità dei Sindaci che subiscono anch’essi in molti casi gli effetti disastrosi di una calamità e pertanto non possono da soli gestire il soccorso. Una profonda riflessione sul funzionamento della protezione civile è necessaria ed utile al Paese”.

7 febbraio 2012 0

Domani, alla Sala ‘P. Restagno’, la presentazione dell’Osservatorio della Legalità

Di redazionecassino1

Sarà presentato domani, 8 febbraio, alle ore 15.30, durante una conferenza stampa presso la Sala “P. Restagno” dal sindaco  Giuseppe Golini  Petrarcone  ed i componenti della prima e della sesta Commissione consiliare permanente  l’Osservatorio della Legalità. L’organismo ha carattere permanente e nasce da una proposta condivisa del capogruppo dell’Italia dei Valori Igor Fonte e del Presidente del Consiglio Comunale Marino Fardelli. Il nuovo organismo si pone come finalità il monitoraggio, la ricerca e la documentazione a supporto dell’attività del Comune nella prevenzione dei fenomeni di illegalità presenti sul territorio.

7 febbraio 2012 0

Ripristinata la circolazione sulla SS690 Avezzano-Sora in Abruzzo

Di admin

L’Anas comunica che la perturbazione si sposta verso il CentroSud e che permangono le precipitazioni nevose sulla rete stradale Anas in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Emilia Romagna, Marche, Molise, Puglia, Sicilia e Umbria. È sempre attivo – 24 ore su 24 – il Piano Operativo antineve dell’Anas, con oltre 3000 uomini e oltre 2500 mezzi operativi impegnati in tutto il territorio per lo spargimento dei fondenti o per la rimozione della neve, in coordinamento con ‘Viabilità Italia’.

Al momento, in Abruzzo, rimangono chiuse la NSA 253 dal km 1,9 al km 3, in località Rocca Pia (Sulmona); la strada statale 5, dal km 135 al km 155,7; la strada statale 696, dal km 0 al km 18. Inoltre, dalle ore 12,00 è riaperta al transito veicolare la strada statale 690, nel tratto compreso tra Avezzano (km 0) e Sora (km 41,7), chiuso in precedenza.

In Basilicata, a causa delle condizioni meteorologiche particolarmente avverse, con abbondanti nevicate in atto, sono state chiuse in entrambe le direzioni la strada statale 7 “Appia”, dal km 395,5 al km 404,5, nel territorio comunale di Pescopagano, in provincia di Potenza; la strada statale 96 “Bis Barese”, tra il km 0 (provincia di Potenza) e il km 28,9 (in provincia di Matera) e la strada statale 95, dal km 6 al km 14.

In Calabria, é stata chiusa al traffico in entrambe le direzioni la strada statale 182 “Delle Serre Calabre”, dal km 32 al km 52, nei territori comunali di Sorianello e Serra San Bruno, in provincia di Vibo Valentia. La chiusura si è resa necessaria a causa della caduta di alcuni alberi a causa delle precipitazioni nevose. L’area è presidiata da una squadra dell’Anas che, già da ieri sera insieme ai Vigili del Fuoco, sta gestendo la viabilità sul posto.

In Campania, a causa delle forti precipitazioni nevose attualmente in corso, é stata chiusa al traffico in entrambe le direzioni la strada statale 303 “Del Formicoso” nel tratto compreso tra il km 0 (Mirabella) e il km 20,6 (Guardia Lombardi), in provincia di Avellino. E’ chiusa, inoltre, a causa di una bufera di neve in atto la strada statale 425, dal km 0 al km 8.

In Emilia Romagna nevica sulla SS3bis (E45) dove la circolazione al momento è garantita con catene o pneumatici da neve. Si segnalano alcuni restringimenti della carreggiata dovuti a i cumuli di neve che occupano la corsia di marcia.

In Molise, a causa di una bufera di neve in corso, é stata temporaneamente chiusa la strada statale 87, dal km 146,7 al km 180.

In Puglia il traffico é temporaneamente bloccato sulla strada statale 655, dal km 32,5 al km 34, a causa di alcuni autoarticolati intraversati per il ghiaccio. Rimane chiusa la SS90 a causa di una forte nevicata, dal km 56,4 al km 81. I mezzi spargisale e spazzaneve sono in azione.

In Sicilia sono state chiuse al traffico in entrambe le direzioni, a causa delle forti precipitazioni nevose attualmente in corso, sono state chiuse al traffico in entrambe le direzioni la strada statale 289 “Di Cesarò” nel tratto compreso tra il km 15,000 (San Fratello) e il km 52 (Cesarò) e la strada statale 117 “Centrale Sicula”, compreso tra il km 17,250 (Reitano) e il km 39,800 (Nicosia), nelle province di Messina e di Enna. I mezzi spargisale e spazzaneve sono in azione.

Sulla strada statale 73bis “di Bocca Trabaria”, dal km 0 al km 9, il transito è consentito ai soli residenti in quanto resta ancora chiuso il valico (dal km 9 al km 24), tra l’Umbria e le Marche. Tutte le altre strade statali dell’Umbria e delle Marche sono al momento transitabili senza criticità, con possibili rallentamenti per mezzi sgombraneve e spargisale in azione all’altezza dei valichi appenninici.

Infine, in Lombardia rimane chiusa per pericolo valanghe la SS36, dal km 140 al km 147, a Madesimo.

L’Anas raccomanda di mettersi in viaggio esclusivamente se necessario e con catene a bordo o pneumatici da neve e invita gli automobilisti alla prudenza nella guida, ricordando che l’informazione sulla viabilità e sul traffico è assicurata attraverso il sito www.stradeanas.it e il numero unico “Pronto Anas” 841.148.

L’evoluzione della situazione in tempo reale è consultabile sul sito web http://www.stradeanas.it/traffico oppure con l’applicazione ‘VAI’, disponibile gratuitamente per Android, iPad e iPhone (http://www.stradeanas.it/vaiapp).