Emergenza neve, 10mila richieste di aiuto al centralino della polizia. Ecco alcuni interventi

7 febbraio 2012 0 Di redazione

Circa 10.000 le telefonate arrivate sulla linea 113 da venerdì scorso, giorno dell’inizio dell’emergenza metereologica, da parte dei numerosi cittadini colpiti dai gravi disagi provocati dalle precipitazioni nevose.
Il Questore Giuseppe De Matteis, per fronteggiare la situazione di emergenza, ha rafforzato i servizi di prevenzione generale soccorso pubblico impiegando su ogni turno, per l’intero arco della giornata, 6 pattuglie della Polizia di Stato ed altre 9 della Polizia Stradale, che, a sua volta, ha garantito anche l’impiego di altre 20 pattuglie per le esigenze in ambito autostradale.
I servizi predisposti con l’impiego delle pattuglie con colori d’istituto hanno assicurato una costante attività di monitoraggio sul territorio per attivare tutte le operazioni necessarie alla risoluzione delle diverse problematiche segnalate all’Unità di Crisi, istituita presso il Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco e presso la Prefettura-Ufficio Territoriale del Governo.
E’ stato disposto uno specifico servizio antisciacallaggio con personale preposto agli uffici investigativi.
Numerosi gli interventi garantiti dalla Polizia di Stato che ha assicurato assistenza e soccorso ai richiedenti, in condizioni climatiche proibitive e con grave esposizione a rischio da parte degli operatori.
E’ stata assicurata la fornitura di medicinali nei confronti di soggetti affetti da particolari situazioni di salute.
Risolutivo l’intervento della Polizia di Stato che ha consentito a persone malate di poter raggiungere strutture sanitarie, o al contrario, in caso di dimissioni delle stesse, di poter raggiungere le proprie abitazioni.
Si è proceduto al ripristino della viabilità delle principali vie d’accesso alla città utilizzando per la circostanza mezzi della Protezione Civile e dei Vigili del Fuoco con rimozione della neve e spargimento del sale necessario per una maggiore sicurezza stradale.
Molti i cittadini aiutati dal personale della Polizia di Stato, intervenuto anche con pale, per rimuovere cumuli di neve che ostruivano gli accessi di civili abitazioni.
E’ stata garantita la fornitura di acqua nei quartieri di questo capoluogo e di altri comuni limitrofi.
Costante l’impegno del personale della Polizia di Stato che ha messo a disposizione anche mezzi privati, assicurando il proprio ausilio nei casi di maggiore necessità come l’aver procurato ossigeno ad un ragazzo residente in una zona collinare di questo capoluogo non raggiungibile con veicoli ordinari.
Tratta in salvo una donna di 95 anni nel territorio di Patrica, comune della catena dei Monti Lepini, a 700 mt. di altezza s.l.m., residente nel centro storico del paese.
La donna, molto agitata, è stata trasportata a spalla dal personale Polstato ed accompagnata dal figlio.
Vari gli operatori di Polizia contattati, anche via Internet, da utenti preoccupati del prolungato silenzio dei loro familiari che sono stati raggiunti e messi in sicurezza.
E’ stato prestato soccorso ad un cittadino che ha raggiunto questo capoluogo a piedi, proveniente da Ripi, per acquistare confezioni di latte pediatrico per il figlio affetto da gravi patologie. L’uomo è riuscito a procurarsi le confezioni di latte grazie all’intervento della Polizia che ha sollecitato l’apertura di una farmacia di questo centro, dopo aver verificato che quella di turno aveva già esaurito le scorte.
Sono stati garantiti interventi per assicurare ai familiari di persone decedute, in questi giorni, per cause naturali, di poter essere raggiunte da personale delle agenzie funebri e/o da medici legali.
Numerosi gli interventi in località impervie e di difficile accesso, per portare viveri di prima necessità, messi a disposizione dalla Croce Rossa, a famiglie in difficoltà.
Decine gli interventi di soccorso a cittadini rimasti in panne con la propria auto, o bloccati a causa della neve, che sono stati accompagnati presso la propria abitazione.