A.S.L. di Chieti, truffa ai danni dello stato per oltre 235mila euro

7 maggio 2012 0 Di admin

I militari del Nucleo di Polizia Tributaria di Chieti, dopo articolata indagine, soffermi e riscontri operativi, hanno denunciato all’A.G. 2 persone per il reato di truffa, avendo le stesse incassato indebitamente oltre €. 235.000,00.
La frode scoperta dalla Fiamme Gialle, dopo l’esame di copiosa documentazione contabile acquisita, è consistita nell’accertare l’emissione di fatture irregolari da parte di una cooperativa che, in convenzione con l’A.S.L. di Chieti, provvedeva al trasporto di pazienti dal proprio domicilio al presidio ospedaliero previsto per far eseguire prestazioni sanitarie. Sulla base della convenzione l’A.S.L. rimborsa un forfait per un primo kilometraggio e una maggiorazione sui restanti chilometri percorsi, nello specifico la cooperativa fatturava un chilometraggio diverso e maggiorato rispetto a quello effettivamente percorso.

Altresì le Fiamme Gialle di Chieti hanno iniziato un censimento degli autoveicoli di grossa cilindrata circolanti nel territorio teatino.

Degli oltre 5000 autoveicoli immatricolati in provincia di Chieti nell’ultimo biennio, circa 500 autoveicoli sono di grossa cilindrata e di notevole valore economico.
Dalla disamina dei proprietari di questi 500 autoveicoli, è stato accertato che 8 ditte individuali, intestatarie dei mezzi, sono risultate evasori totali, 62 persone fisiche dichiarano un reddito non in linea con il loro tenore di vita e 31 soggetti non presentano alcuna dichiarazione pur essendone obbligati.
Sono in corso indagini tendenti ad accertare eventuali ed ulteriori responsabilità.