Cala la richiesta di Cig. Le ore utilizzate nel primo bimestre sono un terzo di quelle autorizzate

22 maggio 2012 0 Di redazione

Con estrema cautela, il dato reso noto dall’Inps può essere considerato positivo e cioè che è di poco superiore a un terzo delle ore autorizzate (per l’esattezza è il 36,40%) la percentuale delle ore di cassa integrazione (Cig) che sono state effettivamente utilizzate nei primi due mesi del 2012.
Il dato emerge dall’ultima analisi del cosiddetto “tiraggio” della Cig, che sostanzialmente conferma l’andamento registrato nella rilevazione precedente, relativa al primo mese dell’anno, quando la percentuale era stata del 37,08%.
L’uso maggiore delle ore autorizzate continua ad essere quello per la cassa integrazione straordinaria e in deroga (37,93%), mentre l’utilizzo reale delle ore autorizzate per la cassa integrazione ordinaria è pari al 33,31%.
Nel dettaglio il tiraggio dei primi due mesi del 2012 è sensibilmente inferiore a quello del 2011: per la cassa integrazione ordinaria è passato dal 43,53% del 2011 al 33,31% del 2012; meno evidente la differenza per la cassa integrazione straordinaria e in deroga per le quali il tiraggio complessivo è passato dal 39,49% del 2011 al 37,93% di quest’anno.