Dall’abbazia di Montecassino si ribadisce il no al registro delle unioni civili

13 maggio 2012 0 Di redazione

In riferimento a quanto dichiarato a più riprese circa una presunta discordanza di opinioni tra le Associazioni e i Movimenti che fanno parte della Chiesa locale, si precisa (qualora ce ne fosse ancora bisogno) che l’intera Comunità della nostra Diocesi, in piena sintonia con il Magistero della Chiesa e con il Suo Pastore locale Dom Pietro Vittorelli, ribadisce in maniera compatta e convinta la sua contrarietà all’istituzione del Registro delle unioni civili. Ciò non tanto e non solo per motivi di carattere religioso, ma soprattutto perché tale Registro, affiancandosi all’istituto del matrimonio civile e della famiglia, riconosciuta dallo Stato Italiano come “società naturale fondata sul matrimonio”, lo mina alla base e non educa i giovani ad assumere scelte responsabili che impegnino stabilmente e pubblicamente, a bene di tutta la società.
Crediamo che le istituzioni debbano mantenere sempre un atteggiamento di correttezza e di rispetto nei confronti anche di coloro che civilmente dissentono dalle loro opinioni, e che non debbano fraintendere e strumentalizzare singoli colloqui e incontri, condotti, come è nello stile delle associazioni cattoliche, in un clima di pacato e sereno confronto.