Imu, approvate le aliquote a Colle San Magno

19 maggio 2012 0 Di admin

In applicazione del Regolamento approvato nella seduta consiliare del 16 marzo scorso, il Comune di Colle San Magno ha deliberato l’entità delle aliquote IMU per l’anno 2012.
La decisione ha tenuto conto di quattro parametri di riferimento: mantenere invariato il gettito fiscale rispetto alle entrate derivanti dall’Ici; non gravare, con aumenti, il peso fiscale sui cittadini; garantire la salvaguardia del bilancio comunale e assicurare le prestazioni e i servizi dell’Ente locale.
In base a questi principi e indirizzi sono state fissate le aliquite. Aliquota al 5,5 per mille per l’abitazione principale e relative pertinenze; aliquota al 4,5 per mille per l’abitazione principale di soggetti in particolare condizioni fisiche, nonché di famiglie con persone disabili; aliquota al 7 per mille per gli immobili concessi in comodato d’uso gratuito; aliquota al 7 per mille per gli immobili dei cittadini iscritti al Registro Aire, i residenti all’estero; aliquota del 2 per mille per i fabbricati rurali ad uso strumentale e aliquota al 7,6 per mille per le restanti categorie di immobili.
Per l’abitazione principale è prevista la detrazione di Euro 200 a famiglia, più ulteriori Euro 50 per ogni figlio di età inferiore a 26 anni.
“In un quadro di grave difficoltà economica per gli Enti locali – ha spiegato l’assessore al bilancio Antonio Di Adamo – abbiamo mantenuto invariata la pressione fiscale sulla casa rispetto all’Ici, ora Imu. Le aliquote proposte tengono in debito conto le esigenze dei cittadini e la necessità del Comune di continuare ad assicurare i servizi primari alla popolazione”.
“A Colle San Magno le rendite catastali sono molto basse – ha dichiarato il sindaco Antonio Di Nota – per cui l’Imu incide in misura molto minoritaria sulla tassazione. Abbiamo operato con coscienza. Da anni manteniamo bloccati tributi come le tariffe per la mensa, la luce votiva, il trasporto e la fida pascolo. La scelta fatta sull’individuazione dell’aliquota Imu al 5,5 per mille serve a garantire i servizi e le attività dell’Ente. Colle San Magno, a titolo esemplificativo del modo di gestire la cosa pubblica dell’amministrazione, è interessata da circa una quindicina di cantieri, già partiti o in fase di avvio, segno che il paese cresce, va avanti, nonostante la crisi, perché in Municipio si lavora con serietrà e costanza, per il bene della collettività”.